Salute 22 Novembre 2023 11:55

Sos bocca secca, scienziati creano un valido “sostituto” della saliva

Gli scienziati dell’Università di Leeds hanno inventato un “sostituto” della saliva che potrebbe dare speranza a centinaia di migliaia di persone che soffrono di bocca secca

Sos bocca secca, scienziati creano un valido “sostituto” della saliva

Gli scienziati dell’Università di Leeds hanno inventato un “sostituto” della saliva che potrebbe dare speranza a centinaia di migliaia di persone che soffrono di bocca secca. Chiamata secchezza delle fauci o xerostomia, si tratta di una condizione comune tra le persone anziane e tra coloro che hanno avuto un trattamento antitumorale o che necessitano di assumere una combinazione di più farmaci e, nei casi più gravi, può causare disagio nella deglutizione, malnutrizione e problemi dentali. Il nuovo lubrificante a base d’acqua sarebbe fino a cinque volte più efficace nei test di laboratorio. Lo studio è stato pubblicato su Scientific Reports e mostra che l’utilizzo di un lubrificante a base d’acqua è presumibilmente fino a cinque volte più efficace dei prodotti in commercio,

Il “sostituto” della saliva è un microgel che agisce in modo molto naturale

La nuova sostanza, nota come microgel, è stata paragonata alla saliva naturale per il modo in cui idrata la bocca e agisce come lubrificante quando si mastica il cibo. La squadra di scienziati ha utilizzato la lattoferrina, una proteina presente nel latte, come parte del suo progetto. Sotto un potente microscopio, le molecole del gel appaiono come una spugna che si lega alla superficie della bocca. Il gel è circondato da un’altra sostanza che aiuta a trattenere l’acqua, mantenendo la bocca idratata più a lungo. Gli scienziati hanno testato in laboratorio il nuovo lubrificante rispetto a otto prodotti attualmente disponibili, usando una superficie simile a una lingua artificiale, e ha scoperto che il composto da loro ideato rimane sulla lingua molto più a lungo.

Allo studio versioni commerciali contro la bocca secca

“La nostra analisi comparativa di laboratorio rivela che questa sostanza avrà un effetto più duraturo” evidenzia Anwesha Sarkar, che ha guidato lo sviluppo delll’innovativo “sostituto” della saliva. “Il problema di molti prodotti commerciali esistenti è che sono efficaci solo per brevi periodi perché non si legano alla superficie della bocca, e le persone devono riapplicare frequentemente la sostanza, a volte mentre parlano o mangiano, influendo sulla qualità della vita delle persone”, aggiunge Sarkar. Sebbene la sperimentazione del nuovo prodotto abbia comportato solo analisi di laboratorio, il gruppo di ricerca ritiene che i risultati saranno replicati negli studi sull’uomo. Gli autori dello studio stanno, ora, cercando di tradurre la tecnologia del lubrificante in prodotti disponibili in commercio, per migliorare la qualità della vita delle persone che soffrono di condizioni debilitanti di secchezza delle fauci.

 

Articoli correlati
Ottobre mese prevenzione dentale, visite gratuite e massima attenzione a giovani e anziani
Recenti ricerche universitarie mostrano, su un campione di 30mila italiani, che è in atto un peggioramento delle condizioni di salute del cavo orale
Sla: il nuovo metodo per la diagnosi precoce si effettua su prelievi di saliva
L’importante passo in avanti arriva dalla collaborazione tra l’IRCCS Fondazione Don Gnocchi e l’IRCCS Istituto Auxologico Italiano. I ricercatori hanno individuato nella saliva un biomarcatore utile alla diagnosi precoce della malattia
Diabete, casi in crescita. Un semplice check-up dal dentista può evitare complicanze
Da sempre, nella storia della medicina, la bocca è lo specchio della salute. «Le infezioni della bocca sono oggi studiate molto attentamente perché possono portare a danni sistemici come il diabete» afferma il Prof. Ugo Covani, Professore di Medicina Orale Università di Pisa e Direttore dell’Istituto Stomatologico Toscano. «Il diabete, infatti, facilita le infezioni, che squilibrano […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.