Salute 17 Aprile 2019

Sclerosi multipla, Giancarlo Comi (neurologo): «Disponibile il primo trattamento orale per la forma recidivante»

Ad annunciarlo è stata ieri la società farmaceutica Merck a Milano durante una conferenza che ha visto la partecipazione dei più autorevoli esponenti del mondo scientifico italiano

di Federica Bosco
Immagine articolo

Il futuro dei pazienti affetti da sclerosi multipla potrebbe cambiare in maniera significativa grazie ad un farmaco: la Cladribina compresse. Una soluzione che, a fronte di un trattamento orale di 20 giorni in due anni, sarà in grado di dare un controllo della malattia per quattro anni. Ad annunciarlo è stata ieri la società farmaceutica Merck a Milano durante una conferenza che ha visto la partecipazione dei più autorevoli esponenti del mondo scientifico italiano. «Dopo un lungo viaggio durato oltre dieci anni – ha spiegato il Professor Giancarlo Comi, docente ordinario di Neurologia all’Università Vita- Salute San Raffaele di Milano e direttore dell’Istituto di Neurologia Sperimentale all’Ospedale San Raffaele oltre che membro dello Steering Committee Internazionale – anche i pazienti avranno a disposizione una nuova soluzione terapeutica che rappresenta il primo trattamento orale per la forma recidivante di sclerosi multipla ad elevata attività».

Come agisce questo farmaco? «Grazie ad un particolare meccanismo di azione che va ad incidere sulle alterazioni del sistema immunitario sarà possibile mantenere stabile e sotto controllo la malattia, con una somministrazione per un massimo di 10 giorni all’anno in un arco temporale di due anni e successivamente una ulteriore copertura senza più alcun trattamento per i due anni successivi».

Quali possono essere gli effetti collaterali, se ci sono? «Questo farmaco ha una tollerabilità ottima con rischio di infezioni controllato, e non presenta rischi significativi di sviluppare forme di cancro, inoltre non ha tossicità epatica e renale. A conferma della mancanza di significativi effetti collaterali e di tossicità, c’è la compatibilità del farmaco con una gravidanza, purché vengano rispettati i protocolli che prevedono la possibilità di affrontare una gravidanza dopo sei mesi dalla somministrazione della compressa. Infine, lo sviluppo di questo trattamento, ha potuto contare su un notevole contributo da parte della ricerca italiana che, nell’ambito della neurologia, costituisce un’eccellenza a livello mondiale».

Il programma di sperimentazione di Cladribina ha coinvolto oltre 2000 pazienti con risultati significativi:
• 4 pazienti su 5 rimangono liberi da ricadute
• 9 pazienti su 10 rimangono liberi da progressione della disabilità
• Quasi la metà dei pazienti non ha evidenza di attività della malattia.

Nei pazienti con elevata attività di malattia, le analisi dello studio hanno dimostrato che, rispetto al placebo, Cladribina compresse ha ridotto il tasso di recidiva del 67% e il rischio di progressione della malattia a sei mesi, confermata dalla scala EDSS (Expanded Disability Status Scale) dell’82% tanto che negli anni 3 e 4 non è stato necessario alcun ulteriore trattamento con Cladribina compresse.

Articoli correlati
Merck premia la tecnologia e l’innovazione per migliorare il benessere psicofisico dei pazienti con sclerosi multipla
A Milano la quarta edizione del premio Merck in neurologi dedicato a questa grave patologia. Mancardi (SIN): «I pazienti possono continuare ad avere una vita sociale senza dover rimanere confinati in casa. Questo dipende dal grado di disabilità del paziente, ma la tecnologia è utile nelle fasi lievi»
di Federica Bosco
Elezione Ordine Psicologi Lombardia: vince la continuità. Bettiga: «In eredità lascio un nuovo progetto: lo psicologo di quartiere»
Rinnovato il consiglio dell’Ordine degli psicologi della Lombardia. Riccardo Bettiga, dopo lascia anni, lascia in eredità molti progetti avviati, come la casa della psicologia ed altri in fase di realizzazione, come lo psicologo di  quartiere
di Federica Bosco
Tumore al pancreas, farmaci e chemioterapia raddoppiano sopravvivenza. Reni (San Raffaele): «Spesso confuso con gastrite, serve formazione»
«È compito delle istituzioni migliorare le strutture, noi stiamo facendo dei percorsi scientifici per dare le giuste indicazioni, ma non sempre il messaggio viene recepito» sottolinea Giampaolo Balzano, Direttore del Programma Strategico di Coordinamento Clinico Pancreas Center dell’Ospedale San Raffaele di Milano
di Federica Bosco
Congresso Aiom, focus sul tumore al seno. Luca Gianni (San Raffaele): «L’immunoterapia ha risultati su cancro metastatico»
«I risultati più importanti sul tumore al seno sono per la malattia metastatica» così il professor Luca Gianni, oncologo e Direttore del Dipartimento Oncologia Medica dell'Ospedale San Raffaele IRCCS di Milano, ha spiegato ai nostri microfoni l'efficacia dell'immunoterapia per le pazienti con tumore metastatico
L’Ospedale Niguarda compie 80 anni. Il direttore Bosio: «Una storia di generosità e innovazione»
Con una grande festa al teatro dal Verme, condotta da Simona Ventura, si sono conclusi i festeggiamenti per l’Ospedale Niguarda di Milano, alla presenza delle istituzioni e di artisti del calibro di Vittorio Sgarbi e Roberto Vecchioni
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Salute

Burnout in sanità, i più colpiti? Giovani, donne e ospedalieri. I risultati della survey AME

Simonetta Marucci, coordinatrice del sondaggio dell’Associazione Medici Endocrinologi: «Continueremo ad analizzare il fenomeno per poi proporre risposte adeguate per migliorare la nostra attività ...
Diritto

Responsabilità professionale, Federico Gelli: «Sulla gestione del rischio tre regioni in ritardo. Polizza primo rischio, ecco quando farla…»

Il “padre” della Legge 24 del 2017, oggi presidente della Fondazione Italia in Salute, ha fatto il punto nel corso di un convegno all’Ospedale San Giovanni Battista di Roma: «Legge va applicata...