Salute 23 Ottobre 2018

Ministero della Salute, al posto di Fugatti favorita per il ruolo di Sottosegretario la leghista Maria Cristina Cantù

La senatrice è attualmente vicepresidente della Commissione Sanità. È stata assessore alla Famiglia della Regione Lombardia e dirigente di diverse ASL e Ospedali

Sarà molto probabilmente Maria Cristina Cantù (Lega) il nuovo Sottosegretario alla Salute. Sostituisce Maurizio Fugatti, neoeletto presidente della Provincia autonoma di Trento e affianca l’altro Sottosegretario Armando Bartolazzi.

La Cantù è attualmente vicepresidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato. Ma la sua carriera nel mondo della sanità e della politica è lunga.

Dal 1994 al 1996 è stata assessore all’Ecologia e Servizi Sociali del Comune di Laveno Mombello, e da dicembre 1998 al 2000 assessore all’Urbanistica, Assetto al Territorio, Edilizia Privata, Affari Istituzionali, Legali, Demografici e Decentramento del Comune di Varese.

Dal 2013 al 2015 ha ricoperto in Regione Lombardia l’incarico di assessore Regionale alla

Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato con deleghe alla Famiglia, alla Fragilità Sociale, ai Servizi sociosanitari, al Volontariato, Associazionismo e Terzo Settore – Conciliazione – Integrazione e Pari Opportunità.

Quest’anno l’approdo in Senato: alle elezioni politiche del 2018 viene eletta nel collegio uninominale di Milano 2 – area statistica 74, sostenuta dal centro-destra.

Nel suo curriculum anche la Direzione della ASL di Monza e Brianza. È stata inoltre Direttore generale dell’azienda Ospedaliera S. Antonio Abate di Gallarate, dell’ASL Milano 1 e dell’ASL di Mantova.

 

Articoli correlati
Direzioni sanitarie, risoluzione Lega allarga platea. Tiramani: «Rivoluzione culturale, potranno essere nominati anche medici più giovani»
Il testo presentato in Commissione Affari Sociali prevede che potranno essere nominati in quel ruolo anche medici che hanno diretto strutture semplici e non per forza complesse. «Così si evitano i soliti nomi e vi è una più ampia possibilità di scelta» aggiunge il deputato del Carroccio
Tumori, alla Camera passa mozione per cure e assistenza a pazienti oncologici. Lazzarini (Lega): «Grande soddisfazione»
«Esprimiamo soddisfazione per l’approvazione all’unanimità della mozione, depositata nel marzo scorso a mia prima firma, che impegna il Governo ad assumere iniziative a favore della cura e dell’assistenza dei pazienti oncologici». Così Arianna Lazzarini, deputata della Lega e Segretario della Commissione Affari sociali di Montecitorio, e prima firmataria della mozione, approvata dalla Camera, che impegna […]
Alla Camera mozione per garantire risorse certe a Ssn. Lorefice: «Logiche di stabilità non possono prevalere»
La presidente della Commissione Affari Sociali ha presentato una mozione in cui si chiede al governo che sia adottata una soglia minima del rapporto spesa sanitaria/Pil e la fissazione di un incremento percentuale annuo, anche in funzione “anticiclica” in caso di contrazione del Pil
Sindrome apnee ostruttive, Rossana Boldi (Lega): «Osas sia riconosciuta come malattia cronica invalidante»  
Presentata alla Camera una risoluzione che impegna il Governo in questa direzione, attraverso anche una serie di iniziative tra cui l'avvio di una campagna informativa di prevenzione, diagnosi e cura dei pazienti rispetto a una patologia tanto diffusa quanto subdola
Europee, ecco i risultati. Vanno bene i camici bianchi
Entra nel Parlamento europeo Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa candidato con il Partito Democratico che conquista nella circoscrizione insulare oltre 135 mila voti, secondo nelle preferenze solo al leader della Lega Matteo Salvini
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Formazione

«Numero chiuso non sarà abolito, ma dal 2021 il test sarà dopo il primo anno». Parla il relatore della riforma Manuel Tuzi (M5S)

Il deputato Cinque Stelle, medico specializzando, presenterà a breve il testo base della riforma che andrà in discussione a settembre a Montecitorio. Accesso al primo anno comune a diverse facoltà ...