Politica 23 ottobre 2018

Trento, è il Sottosegretario alla Salute Maurizio Fugatti il nuovo Presidente della Provincia

Con il 46,7% ha sconfitto l’ex senatore Pd Giorgio Tonini. Terzo l’ex presidente Ugo Rossi. Era al dicastero di Lungotevere Ripa dal 13 giugno 2018

Il Sottosegretario alla Salute Maurizio Fugatti è il nuovo presidente della Provincia di Trento. Sostenuto dal centrodestra, ha ottenuto il 46,7%. Il suo avversario di centrosinistra, l’ex senatore Giorgio Tonini, si è fermato al 25,4%. Il presidente uscente Ugo Rossi, che si candidava con il Partito Autonomista Trentino Tirolese, si ferma al terzo posto con il 12,4%. È la prima volta che un leghista governa il Trentino, che veniva da oltre 20 anni di amministrazioni di centrosinistra.

LEGGI ANCHE: GOVERNO, NOMINATI I SOTTOSEGRETARI: ALLA SALUTE IL MEDICO BARTOLAZZI (M5S) E IL LEGHISTA FUGATTI

Fugatti sarà anche il governatore del Trentino Alto Adige. Il Presidente della Regione Trentino Alto Adige è ricoperto a rotazione da due presidente provinciali, con inizio alternato: questa volta sarà il Presidente della Provincia di Trento (il neo-eletto Fugatti) a iniziare il mandato da governatore.

Fugatti è nato a Bussolengo, in provincia di Verona, nel 1972. Vive però ad Avio, in provincia di Trento. Laureato in scienze politiche all’Università di Bologna, di professione è commercialista. Inizia la carriera politica con la Lega Nord in Trentino nel 2005, quando diventa segretario regionale. Alle elezioni politiche del 2006 e poi del 2008 viene eletto alla Camera dei Deputati, nelle liste della Lega Nord nella circoscrizione Trentino-Alto Adige. Fugatti era già stato candidato alla presidenza della provincia di Trento nel 2013, in quota Lega Nord e Cattolici Europei Uniti. All’epoca non aveva ricevuto l’appoggio di Forza Italia e Fratelli d’Italia e aveva ottenuto solamente il 6,59% di voti, classificandosi terzo. È stato però eletto come consigliere provinciale, carica che ha mantenuto fino al 10 aprile 2018. Rieletto deputato per il centrodestra alle politiche di marzo, 1il 13 giugno scorso è stato nominato sottosegretario alla Salute.

Articoli correlati
Aggressioni, Coletto (Sott. Salute): «Violenze contro i medici? Brutti segnali di una civiltà senza rispetto per chi eroga salute»
«I professionisti sanitari sono preposti a garantire la salute pubblica e lo fanno spesso in zone e in condizioni disagiate. Dobbiamo tutelarli 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno» così a Sanità Informazione il neo Sottosegretario alla Salute Luca Coletto
di Viviana Franzellitti e Giovanni Cedrone
Ministero della Salute, al posto di Fugatti favorita per il ruolo di Sottosegretario la leghista Maria Cristina Cantù
La senatrice è attualmente vicepresidente della Commissione Sanità. È stata assessore alla Famiglia della Regione Lombardia e dirigente di diverse ASL e Ospedali
Punti nascita, i sindaci del Veneto a Roma chiedono stop chiusura. Ministero valuta deroga
I primi cittadini di Adria, Valdagno e Piove di Sacco hanno esposto le criticità dei loro territori. Aperto un tavolo di confronto per «garantire la salute delle mamme venete e delle famiglie mantenendo alta la qualità dei servizi sanitari sul territorio»
Università di Trento, scoperta nuova molecola contro Dna malato
Al CIBIO – Centro di biologia integrata – dell’Università di Trento si è trovato il modo di rendere il genome editing un’arma di precisione assoluta che spara un solo proiettile e uccide il DNA malato. Questo renderà il genome editing utilizzabile per la correzione delle alterazioni presenti, ad esempio in malattie genetiche e nei tumori. […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano