Salute 7 giugno 2018

Sanità, la ricetta di Silvestro Scotti (FIMMG): «Puntare sulla medicina generale per rilanciare l’occupazione»

Il Segretario della Federazione dei Medici di medicina generale chiede di investire sull’innovazione tecnologica: «Medico deve avere strumenti tecnologici che permettano nelle sedi vicino al paziente di aumentare l’intensità di cura»

Immagine articolo

«Serve un vero investimento per il territorio partendo dai singoli medici». Il Segretario generale della FIMMG Silvestro Scotti traccia le priorità dei medici per i prossimi anni. Sul tavolo anche le questioni legate alla cronicità, su cui, nonostante la legge nazionale, sono ancora forti i ritardi. «Abbiamo tutte proposte organizzative, poche proposte in grado di dare risposte reali sugli esiti e sui processi che migliorano la salute dei cittadini soprattutto sul tema della presa in carico dei soggetti cronici», sottolinea Scotti a Sanità Informazione.

LEGGI ANCHE: CORRUZIONE IN SANITÀ, SILERI (M5S): «TOGLIE RISORSE A PAZIENTI, COMBATTERLA SARÀ PRIORITÀ DEL GOVERNO CONTE»

Segretario, partiamo dalla cronicità. In molti, a partire da Cittadinanzattiva, dicono: molti atti pochi fatti. È d’accordo?

«La cronicità è un problema territoriale più che ospedaliero. Come ho avuto modo di sostenere, la riforma del territorio è ancora all’anno zero. Abbiamo tutte proposte organizzative, poche proposte in grado di dare risposte reali sugli esiti e sui processi che migliorano la salute dei cittadini soprattutto sul tema della presa in carico dei soggetti cronici. Abbiamo bisogno di un cambio di passo in questo senso, ci abbiamo provato nell’Accordo Collettivo Nazionale proprio inserendo su temi riferiti alla cronicità la possibilità che il medico abbia una redditività connessa alle performance di salute che garantisce al cittadino. Noi ci abbiamo provato, aspettiamo le risposte delle istituzioni. Siamo pronti a questo cambiamento, siamo pronti a questa sfida. Ci sono anche delle dinamiche che vanno affrontate nelle normative che derivano per esempio dal Dm 70 sull’integrazione ospedale-territorio dove c’è la necessità anche a quel livello di non far uscire solo indicatori del territorio che siano riferiti ai modelli organizzativi e nulla che sia riferito agli esiti di salute sui cittadini».

LEGGI ANCHE: MALATTIE CRONICHE, ACETI (CITTADINANZATTIVA): «TANTO FUMO E NIENTE ARROSTO. PAZIENTI SENZA RISPOSTE»

Ora oltre alla cronicità, quali sono le altre priorità per la sanità italiana?

«Un vero investimento per il territorio partendo dai singoli medici. Io continuo a ripetere che c’è la necessità di dare risposte anche occupazionali in questo Paese. La medicina generale si può candidare sia per collaboratori di studio che per infermieri a dare una risposta in questo senso. Dall’altro lato bisogna puntare anche sull’innovazione tecnologica: abbiamo bisogno di un medico più vicino al paziente, disponibile per domiciliarità e residenzialità ad avere strumenti tecnologici che permettono in quelle sedi vicino al paziente di aumentare l’intensità di cura».

Articoli correlati
Come deve essere effettuata dal Provider la verifica dell’apprendimento?
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc. Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta […]
Liste d’attesa, Bologna (M5S): «Ora Dg saranno valutati anche per questo. Sanità più trasparente e funzionale ci aiuterà a prevenire anche le aggressioni»
In legge di Bilancio previsti 350 milioni di euro per contrastare le lunghe attese. La neurologa Cinque Stelle annuncia: «Con Dl Fiscale altri fondi per la digitalizzazione»
Il futuro della sanità è il 5G, Pillon (Min. Salute): «Grande opportunità per telemedicina e cronicità»
Delle applicazioni della nuova tecnologia anche alla sfera della salute dei cittadini se ne è parlato di recente al 5GItaly Global Meeting a Roma. Il Coordinatore della Commissione di sviluppo della Telemedicina del Ministero della Salute ai nostri microfoni: “Rischi da valutare ma benefici enormi: il campo di applicazione di queste tecnologie è estesissimo»
Liste d’attesa, Piano del Governo trasmesso alle Regioni. Grillo: «Fondi triplicati in manovra. Mai stanziate in passato risorse su questo»
Il provvedimento prevede la digitalizzazione delle agende di prenotazione e l’uso delle classi di priorità per visite e ricoveri. «È un primo passo concreto verso un cambiamento reale. La sanità del Paese deve ritornare in cima alle priorità dell’agenda politica», sottolinea la titolare della Salute
Crollo Ponte Morandi, Viale (Ass. Sanità Liguria): «Mettiamo a disposizione del Sistema Paese la nostra risposta ad una emergenza unica nel suo genere»
Intervenuta al Forum Risk Management di Firenze, la titolare della sanità ligure sottolinea: «Siamo stati in mezzo alle persone e tutto il sistema ha funzionato: è stato un gioco di squadra importante». Poi aggiunge: «Genova non è in ginocchio, ora fare giustizia su quello che è accaduto»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...