Salute 16 febbraio 2016

Sanità informazione su Twitter corre veloce: «Ecco un canale diretto tra i medici e le istituzioni»

In due mesi superati i mille follower: «Alto il livello di interazione tra camici bianchi e referenti politici sindacali e istituzionali»

Da 0 a 1000 in poco più di due mesi. Una crescita notevole per il profilo Twitter di Sanità informazione. Sbarcato sul social il 24 novembre scorso, in poche settimane si è imposto come un importante punto di riferimento a disposizione della classe medica per restare sempre informati sulle principali questioni relative al mondo medico e sanitario. Non solo. Grazie a Twitter, Sanità informazione può dare ai propri lettori un nuovo spazio in cui essere protagonisti nel dialogo con referenti politici, sindacali e istituzionali.

Perché se da un lato il format del periodico rappresenta, per i lettori, un appuntamento fisso ormai irrinunciabile con l’approfondimento medico, dall’altro la rapidità, nei tempi del giornalismo online, resta fondamentale. Ed è per questo che Sanità informazione è sbarcata su Twitter: per tenere i lettori sempre al corrente, in tempo reale anche grazie alle dirette (con foto e video in esclusiva), di tutto quel che c’è di importante da sapere in tema di iniziative politiche, diritti violati, responsabilità professionale, sentenze, assicurazioni, proteste e molto altro ancora. Ma anche per dare ai lettori un punto di contatto più veloce e pratico di una semplice casella di posta.

Perchè il profilo Twitter di Sanità informazione è uno strumento diverso dal giornale vero e proprio, che con esso si integra alla perfezione per dare al lettore un quadro sempre più completo del mondo in cui vive e lavora. Da un lato, dunque, l’approfondimento proprio della testata periodica; dall’altro, la rapidità dei social. Il tutto al servizio del lettore.

Articoli correlati
Diritti dei medici e novità legislative: istituzioni a confronto in Senato
Il 18 settembre Sanità Informazione organizza un confronto con i principali esponenti del mondo politico e sanitario sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore. Coinvolti giuristi, membri del Governo ed esponenti di tutti gli schieramenti parlamentari
Ex specializzandi, a Roma il primo convegno nazionale dedicato al diritto al risarcimento e alla prescrizione
Il 18 settembre alle ore 9.30, presso il Senato della Repubblica – Sala Capitolare del Chiostro di Santa Maria sopra Minerva a Roma – si terrà il primo convegno nazionale dedicato alla formazione medica specialistica organizzato da Sanità Informazione.  La conferenza stampa di presentazione all’evento verterà sul “Diritto al risarcimento e prescrizione: limiti ed opportunità nel diritto comunitario […]
Vamping, Nobili (neuropsichiatra): «Attenti alle luci del pc, alterano melatonina»
«In aumento gli adolescenti deprivati di sonno, incapaci di affrontare gli impegni quotidiani». Così Lino Nobili, responsabile del centro di Medicina del Sonno dell’ospedale Niguarda di Milano
di Isabella Faggiano
#SpecializzazioneMG: Protesta a colpi di tweet dei futuri medici di famiglia
Il percorso accademico proposto delle Regioni bloccato da Ministero e Intersindacale. Il SIGM: «Così ancora meno qualità, meno tutele e diritti oltre a borse sempre più leggere».
Grafica rivoluzionata e nuovi contenuti, ecco come cambia Sanità Informazione
Più spazio alla sanità territoriale, maggiore interazione con i lettori e dialogo con gli Ordini sempre più diretto. Così Sanità Informazione si rifà il look…
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...