Politica 24 Settembre 2018

Sanità, D’Amato (Ass. Lazio): «Programmate 5mila assunzioni. Più investimenti su risorse umane e tecnologia per snellire le liste di attesa» 

«Raddoppiate le borse di studio per i medici di medicina generale. Pianificate 5 mila assunzioni tra tutte le professioni sanitarie. Lanciata la nuova piattaforma informatica del sistema ReCup». L’assessore alla Sanità e l’Integrazione Socio-sanitaria del Lazio racconta gli ultimi provvedimenti del governo regionale

di Isabella Faggiano
Immagine articolo

Dalla formazione ai concorsi, dalla digitalizzazione all’abolizione del certificato medico per il rientro a scuola dopo 5 giorni di assenza. L’assessore alla Sanità e l’Integrazione Socio-sanitaria, Alessio D’Amato, ai microfoni di Sanità Informazione, descrive i traguardi e i progetti in cantiere per migliorare i servizi territoriali a disposizione di cittadini e professionisti della salute.

Assessore, partiamo dalle esigenze di coloro che si occupano quotidianamente della salute della gente. Dal Forum Mediterraneo in Sanità è emersa, a livello territoriale, una carenza di offerta formativa per i medici. Qual è la situazione del Lazio?

«La formazione è uno dei temi fondamentali della sanità. Di recente abbiamo promosso un grande investimento per le borse di studio dei medici di medicina generale: in questa regione sono state raddoppiate. Siamo consapevoli che non basta, dobbiamo fare di più».

E sui concorsi ci sono novità?

«Nel Lazio partirà una stagione concorsuale importante. Per i prossimi anni abbiamo pianificato 5 mila assunzioni tra medici infermieri ed altre professioni sanitarie. Rappresenteranno una linfa vitale per il nostro Sistema sanitario regionale».

LEGGI ANCHE: REGIONE LAZIO, ISTITUITO OSSERVATORIO SULLE AGGRESSIONI AL PERSONALE MEDICO

Parliamo di vaccini: i presìdi a disposizione dei cittadini, sia per adulti che bambini, sono sufficienti a soddisfare le richieste?

«Tutti i nostri centri vaccinali sono impegnati innanzitutto per la fascia di età 0-16, sia per i vaccini obbligatori che per i raccomandati. In particolare, sulle vaccinazioni obbligatorie abbiamo fatto grandi passi in avanti: oggi il Lazio è tra le prime regioni italiane per copertura vaccinale, a partire dal morbillo. Inoltre, abbiamo una campagna in corso per le vaccinazioni del personale sanitario e medico, soprattutto per coloro che lavorano in settori particolarmente delicati e necessitano di una copertura vaccinale, per evitare la trasmissione di virus a pazienti a volte immunodepressi o debilitati. Infine, per le vaccinazioni del viaggiatore esistono dei centri importanti, a partire dalla Asl Roma 1, che offrono dei servizi di vaccinazione internazionale in grado di garantire le massime coperture vaccinali».

Un altro recente impegno è quello di abolire il certificato medico per il rientro a scuola dopo 5 giorni di assenza. Qual è lo scopo di questa proposta?

«Sburocratizzare, così come hanno già fatto in molte altre Regioni, soprattutto al nord».

E per incentivare questa sburocratizzazione a 360 gradi non sarebbe opportuno aumentare gli investimenti nel digitale?

«La sanità digitale e il fascicolo sanitario elettronico sono gli strumenti del futuro che, come tali, vanno migliorati. Nel Lazio, su questo tema, è in corso un grande progetto di investimento. Abbiamo appena lanciato la nuova piattaforma informatica del sistema ReCup, stiamo testando la nuova piattaforma del sistema dell’emergenza e già da tempo è attiva la trasmissione dell’elettrocardiogramma dai nostri mezzi di soccorso, in tempo reale, direttamente all’ospedale. L’informatica non appesantisce il sistema ma velocizza i tempi e fa lavorare meglio i nostri professionisti».

In sanità si parla troppo spesso di liste di attesa “infinite”. Quali sono le sue proposte per snellirle?

«Maggiore investimento sulle risorse umane e sulla tecnologia, più appropriatezza delle prescrizioni. Gli esami diagnostici vanno prescritti rispettando le classi di priorità: chi è più urgente deve accedere prima di tutti gli altri alle prestazioni».

Articoli correlati
Simulatori e medicina pratica, la rivoluzione del SIMG Lab al 36esimo Congresso SIMG
A Firenze si è parlato di cronicità, influenza e formazione. Il presidente Claudio Cricelli approva con riserva lo stanziamento di 200 milioni di euro previsto in legge di Bilancio per le tecnologie dei medici di famiglia: «Bene ma solo grazie alla scuola pratica gli MMG riusciranno a usare queste apparecchiature»
di Giovanni Cedrone e Arnaldo Iodice
Vaccino influenza, possibili tracce di lattice nei confezionamenti. L’Aifa avverte i soggetti allergici
Il farmaco non è contaminato, ma la possibile traccia di lattice riguarda le componenti delle siringhe pre-riempite o degli applicatori nasali o un eventuale contatto durante il processo produttivo
«Visite nel weekend ma con investimento su tecnologie» a Cittadinanzattiva piace l’idea di Salvini
Secondo il segretario generale, Antonio Gaudioso si tratta di una delle soluzioni possibili per abbattere le lunghe liste d'attesa: «Non c’è nessun tipo di problema per i cittadini ad andare anche nel corso del weekend, anche di sera»
Sud Italia, ci si prepara alla stagione influenzale. Le raccomandazioni di FIMMG e FIMP
Non sarà una pandemia ma massima allerta sulle complicanze per categorie a rischio. Fiducia nel vaccino da parte della popolazione.
Vaccini, OMCeO Palermo lancia campagna. Il presidente Toti Amato: «Sicilia ancora sotto la soglia indicata dall’OMS»
Medici e professionisti della sanità si sono vaccinati, accogliendo l'appello del presidente Toti Amato. «Un terzo degli adulti e metà dei bambini con determinate patologie solo così possono evitare complicazioni»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Salute

Burnout in sanità, i più colpiti? Giovani, donne e ospedalieri. I risultati della survey AME

Simonetta Marucci, coordinatrice del sondaggio dell’Associazione Medici Endocrinologi: «Continueremo ad analizzare il fenomeno per poi proporre risposte adeguate per migliorare la nostra attività ...
Diritto

Responsabilità professionale, Federico Gelli: «Sulla gestione del rischio tre regioni in ritardo. Polizza primo rischio, ecco quando farla…»

Il “padre” della Legge 24 del 2017, oggi presidente della Fondazione Italia in Salute, ha fatto il punto nel corso di un convegno all’Ospedale San Giovanni Battista di Roma: «Legge va applicata...