Salute 18 Aprile 2017

Report, sotto i riflettori il vaccino anti HPV. I medici replicano: «Diffondere paura fa scendere coperture vaccinali»

In corso il dibattito sulla validità del vaccino contro il Papilloma Virus. La trasmissione di Rai3: «Effetti collaterali pericolosi», la risposta del mondo sanitario: «Conclusioni smentite da ricerche, al bando la disinformazione»

Immagine articolo

Nonostante il vaccino HPV sia stato inserito nei LEA «la risposta è stata scarsa, solo il 50-60% delle ragazze ha usufruito della copertura» è questo il vero allarme secondo Giuseppe Mele, Presidente di SIMPe (Società italiana medici pediatri), riguardo il vaccino contro il Papilloma Virus oggetto di polemiche in seguito alla messa in onda della trasmissione ‘Report’ che ha contestato la validità della copertura.

Gli effetti collaterali del vaccino, secondo il servizio televisivo di Rai3, attribuibili all’adiuvante chimico e ad altri potenziali contaminanti metallici, superano gli effetti benefici. Questa l’ipotesi, oggetto del dibattito, immediatamente smentita da vari enti e associazioni medico-scientifiche, tra cui la Società Italiana di Virologia che, per bocca del Presidente Giorgio Palù, smentisce: «Grave atto di disinformazione, gli effetti collaterali sono screditati da ricerche approfondite e da studi effettuati su centinaia di migliaia di pazienti».

A fare eco alla SIV, il virologo Roberto Burioni che sulla sua pagina Facebook dichiara: «Diffondere la paura raccontando bugie è un atto grave e intollerabile. È abusare in maniera perversa della libertà di opinione. È come gridare ‘c’è una bomba’ in uno stadio affollato per vedere la gente che fuggendo calpesta i bambini».

Il Papilloma virus è un’infezione che si trasmette per via sessuale e può creare lesioni, più o meno gravi, al collo dell’utero. I vaccini contro l’HPV sono stati introdotti in Italia circa 10 anni fa e mentre inizialmente erano, di massima, consigliati alle donne, da qualche anno sono raccomandati anche agli uomini.

«Le Regioni che hanno introdotto la vaccinazione contro l’HPV anche per il maschio sono state lungimiranti – commenta il Presidente Giuseppe Mele -. Da parte del mondo medico ci deve essere una corretta informazione e la spinta perché appunto ci sia una vaccinazione completa».

Sul tema è intervenuto anche il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin: «Diffondere paura propugnando tesi prive di fondamento e anti scientifiche è un atto di grave disinformazione ed è quanto ha fatto ieri sera la trasmissione di Rai3 Report, dedicata al vaccino contro il Papilloma virus, il primo vaccino contro il cancro che l’uomo è riuscito a produrre. Un vaccino sicuro e di grande efficacia, a differenza di quanto è stato fatto affermare sulla tv pubblica, senza alcun contraddittorio. Report ha dato spazio a teorie prive di base scientifica, instillando timore nei confronti di una pratica sicura, efficace e in grado di salvare migliaia di donne da un cancro aggressivo e spesso mortale»

Articoli correlati
Aggressioni al personale sanitario, Yongjie Yon (OMS-ONU): «Aumentare la consapevolezza per prevenire il fenomeno»
«C’è bisogno di un approccio politico di tolleranza zero e di sostenere la causa a livello pubblico. Serve la collaborazione da parte di tutti per prevenire le aggressioni verso gli operatori sanitari: politica, media e forze dell’ordine» il pensiero del Rappresentante OMS-ONU Yongjie Yon a Sanità Informazione
Influenza, Burioni: «Troppo pochi i medici vaccinati. Ministero e farmaceutiche si impegnino a promuovere vaccinazioni»
Il noto virologo contesta l'omeopatia: «Non ha alcuna efficacia e i preparati omeopatici non contengono nulla. Insensato che università propongano corsi su materie che non hanno nulla di scientifico»
Violenza, De Palma (Nursing Up): «Garantiremo copertura assicurativa infermieri contro le aggressioni»
L’80% degli infermieri intervistati ha confessato di aver subìto violenza sul luogo di lavoro. L’11% ha parlato di violenza fisica e il 4% ha riferito di essere stato minacciato con un’arma da fuoco. Il presidente del sindacato: «Lo Stato fa poco e il Ddl antiviolenza non è sufficiente. È necessario istituire osservatori e servizi di protezione del personale in tutte le aziende sanitarie»
Totoministri, «Burioni alla Salute». La provocazione di Renzi che non piacerà al Movimento 5 Stelle (ma forse a Beppe Grillo)
Dalle pagine di Il Messaggero Matteo Renzi riflette sulla nuova squadra di governo. «La proposta di scegliere persone di qualità è sempre vincente» è la provocazione dell’ex premier che torna a strizzare l’occhio al “blastatore” dei no vax
Veneto, scontro Burioni-Zaia su neolaureati in corsia. A settembre “proposta strong” su carenza medici
Il governatore leghista difende il provvedimento: «In questo momento storico sono a repentaglio servizi, reparti e forse anche ospedali: mancano 56mila in Italia e 1300 medici in Veneto, è grave». E annuncia provvedimento insieme a Bonaccini dell'Emilia-Romagna
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 marzo, sono 665.616 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 30.857 i decessi e 141.746 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bollettino...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...
Salute

Visite domiciliari, cure precoci e controllo da remoto: con il ‘modello Piacenza’ il coronavirus si sconfigge casa per casa

L’oncologo Luigi Cavanna, dell’ospedale di Piacenza, racconta: «Se i sintomi sono quelli del Covid, facciamo un’ecografia e diamo gli antivirali e strumenti di controllo. Poi monitoriamo a dist...