Salute 4 Ottobre 2017 13:00

Record per il Careggi di Firenze: 14 nuove sale e 10mila interventi l’anno

Quattromila metri quadri nei quali lavoreranno 189 medici chirurghi e anestesisti, 108 infermieri 49 operatori sanitari e 24 tecnici: l’ospedale di Firenze fa scuola

Sono quattordici le nuove sale operatorie inaugurate all’Ospedale Careggi di Firenze. Finalmente pronto il nuovissimo Trauma Center della struttura assistenziale fra le prime in Italia per qualità di prestazioni. L’ospedale arriverà a circa diecimila interventi l’anno, come preannuncia la Direzione Generale che spiega come questi cambiamenti radicali, permetteranno all’azienda ospedaliera di gestire agevolmente situazioni di massima complessità.

I nuovi spazi si estendono per quattromila metri quadri nei quali lavoreranno 189 medici chirurghi e anestesisti, 108 infermieri 49 operatori sanitari, 24 tecnici, coordinati da un cuore centrale che è la sala di controllo per la gestione delle attività di ciascuna equipe chirurgica.

«L’innovazione porta un valore aggiunto perché va a modificare la qualità del livello assistenziale sia nell’approccio con il paziente acuto sia nell’approccio con il paziente cronico» ha dichiarato di recente in un’intervista esclusiva a Sanità Informazione Monica Calamai, Direttore Generale dell’Ospedale. 

LEGGI ANCHE: ROBOT IN CORSIA: IL CAREGGI GIÀ IN PISTA. LA TECNOLOGIA RUBERÀ LAVORO AI MEDICI? L’INTERVISTA AL DIRETTORE DELL’AOU DI FIRENZE

«A Careggi stiamo riorganizzando tutto il sistema secondo una rete capillare che riesca a coprire a tutto tondo le necessità del paziente: queste soluzioni generano meno frammentazione e allo stesso tempo meno visite e minori tempi d’attesa, questo il nostro obiettivo» ha concluso la Direttrice.

 

Articoli correlati
Calamai (Donne Protagoniste): «Ecco il decalogo del Ssn del futuro»
Un Sistema sanitario nazionale che non può prescindere dal digitale, dall'attenzione al green e da standard comuni. L'idea di "Donne protagoniste in Sanità", connessa con l'importanza di un costante ascolto personalizzato del paziente
Nasce “Donne Protagoniste”, la community che riunisce le leader di oggi e domani. Intervista alla coordinatrice Calamai
"Donne Protagoniste" è la community di donne leader in sanità (e non solo) che vuole rifondare la professione. A coordinarla Monica Calamai (dir. Azienda USL Ferrara) che vede nelle sfide del futuro il momento per brillare, facendo rete
Covid-19, al San Salvi di Firenze attivata centrale operativa per gestione integrata delle attività con tutte le professioni sanitarie
A capo il Dipartimento delle Professioni Tecnico Sanitarie dell’Ausl Toscana Centro, ogni giorno in prima linea a sostegno di medici e infermieri
Nella basilica di Santa Croce un monumento dedicato agli operatori sanitari vittime del Covid-19
Anche medici, infermieri e operatori sanitari tra i grandi del nostro Paese ricordati a Santa Croce. Mangiacavalli (FNOPI): «Il Covid c'è ancora, non abbassare la guardia»
Grande successo per la virtual run “Corri il Solstizio per AISLA Firenze”
Circa 200 persone hanno partecipato da tutta Italia e non solo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale