Salute 1 Ottobre 2019 12:10

Professioni sanitarie, Lorenzin (Pd): «Donne si impegnino nelle Commissioni d’Albo, troppi uomini nei posti decisionali»

L’ex titolare della Salute porterà al nuovo ministro le esigenze delle 19 professioni confluite nell’Ordine TSRM e PSTRP, a partire dall’emanazione degli ultimi decreti attuativi della legge 3 del 2018. E a Speranza consiglia: «Ascoltare tutti, studiare e poi farsi una sua opinione personale»

Le donne siano protagoniste delle Commissioni d’Albo delle professioni sanitarie che si andranno ad eleggere nelle prossime settimane. È l’auspicio dell’ex ministro della Salute Beatrice Lorenzin, colei che con la legge 3 del 2018 ha dato una ‘casa’, cioè un Ordine professionale, a 19 professioni sanitarie che vanno dai logopedisti ai fisioterapisti. Al Congresso dell’ANTEL, l’Associazione italiana dei tecnici di laboratorio biomedico, ha chiesto con forza che le donne si impegnino nella vita ordinistica anche perché «è un mondo molto femminile ma che vede nei luoghi decisionali troppo spesso gli uomini». Per le Commissioni d’Albo provinciali, la legge Lorenzin prevede che il 40% dei posti sia riservata proprio alle componenti del gentil sesso. L’ex ministro della Salute, oggi deputato del Pd, porterà al ministro Speranza le istanze delle professioni sanitarie, a partire dal completamento dei decreti attuativi della legge 3 del 2018 ancora vacanti.

Nelle prossime Commissioni d’Albo del maxi Ordine il 40% dei posti sarà riservato alle donne…

«Mi rivolgo alle donne: candidatevi, aderite, fate sentire la vostra voce. Noi abbiamo un mondo della sanità, e mi rivolgo anche i medici, che è un mondo molto femminile. Tra gli operatori, tra chi è sul campo e anche all’università. Poi però nei luoghi decisionali sono quasi sempre tutti uomini e questo non va bene perché non rappresenta effettivamente la composizione di questo mondo sanitario ma fa mancare anche voce, sensibilità e competenze più prettamente femminili nell’elaborazione di un processo decisionale. Spero che questa cosa che ho voluto, cioè la presenza più forte del mondo femminile all’interno dei luoghi decisionali, le donne la sappiano raccogliere. Hanno tutte le competenze, le capacità e la grinta per poter prendere determinati ruoli e spero che lo facciano con passione e determinazione».

LEGGI ANCHE: FORMAZIONE, INNOVAZIONE E COMMISSIONI D’ALBO: IL FUTURO DEI TECNICI DI LABORATORIO AL CENTRO DEL CONGRESSO ANTEL

Con la legge Lorenzin lei ha dato il via a un grande processo democratico, addirittura si parla di 19 urne per le 19 Commissioni d’Albo da eleggere. Questo processo, però, necessità ancora di decreti attuativi…

«Spero che il Ministro che è appena subentrato prenda in mano immediatamente questa pratica, ha sensibilità sulla materia. Lo incontrerò presto, gli racconterò quello che è accaduto e quanta attesa c’è nel mondo delle professioni e sono sicura che a breve anche questo decreto verrà portato a termine».

Lei ha lasciato il ministero poco più di un anno fa, nel frattempo si sono succeduti due ministri. Che consiglio si sente di dare al ministro Speranza?

«Di ascoltare tutti, studiare e poi farsi una sua opinione personale».

Articoli correlati
Dietista di comunità, Tonelli (CAND): «Accanto a medici e pediatri di famiglia per prevenire e riabilitare»
Assistenza territoriale, il presidente della Commissione d’albo nazionale dei Dietisti: «Puntare sulla telenutrizione per assistere i pazienti che vivono in aree geograficamente più svantaggiate e inserire le prestazioni nutrizionali nei Livelli essenziali di assistenza (Lea)»
di Isabella Faggiano
Covid-19, emesso francobollo dedicato alle professioni sanitarie
Il Ministro dello Sviluppo economico Giorgetti: «Riconoscimento a impegno e dedizione nella lotta al virus»
Patologie croniche respiratorie, MMG e istituzioni concordi: «Serve assistenza più vicina alle persone»
Se ne parlerà all’evento “La gestione delle cronicità respiratorie: la lezione di Covid-19” organizzato da Fortune Italia con il contributo non condizionante di Chiesi Italia
Professioni sanitarie, FNO TSRM PSTRP rinnova i vertici. Il presidente Beux: «Progetto ciclopico, ma ce l’abbiamo fatta»
Il Presidente della Federazione che riunisce 19 professioni sanitarie traccia un bilancio dei tre anni al vertice e rilancia il tema della prevenzione. Poi sottolinea: «Fondamentale superare gli individualismi, anche professionali, a favore della collettività, anche inter-professionale». A giugno sarà approvata la Costituzione Etica delle professioni
Ostetriche, oltre 20mila professioniste pronte a sostenere la campagna vaccini anti-Covid
La presidente Vicario: «Già nel Regio Decreto, nei primi decenni del ‘900, promuovevamo la diffusione delle vaccinazioni disponibili in qualità di ostetriche condotte. Oggi, sosteniamo la prevenzione di malattie come l’Hpv o le patologie che si possono contrarre in gravidanza»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 7 maggio, sono 156.080.676 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.256.425 i decessi. Ad oggi, oltre 1,22 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco