Salute 4 Ottobre 2019 14:37

Professioni sanitarie, Lena (Pd): «Nel Lazio le valorizziamo anche con bandi per dirigenti»

Il Presidente della prima Commissione Affari Costituzionali della Regione Lazio è intervenuto al Congresso ANTEL: «Sono un pezzo importante, fondamentale per garantire il sistema sanitario ai nostri pazienti, quindi è chiaro che dobbiamo cercare di migliorare quello che è il rapporto tra medici, professionisti sanitari, infermieri»

La Regione Lazio sta valorizzando le professioni sanitarie anche con i bandi per dirigenti. Rodolfo Lena, Presidente della prima Commissione Affari Costituzionali della Pisana, e per cinque anni nella scorsa legislatura Presidente della Commissione Politiche sociali e salute, intervenuto dal palco del Congresso ANTEL, l’associazione nazionale dei tecnici di laboratorio biomedico, ha rivendicato il buon lavoro della Giunta Zingaretti nel Lazio e ha poi sottolineato il ruolo sempre più centrale delle professioni sanitarie nel servizio sanitario nazionale, un ruolo che la Regione guidata dal segretario del Partito democratico sta cercando di valorizzare ulteriormente anche con i primi concorsi per dirigenti, come è stato proprio per i tecnici di laboratorio. Un passaggio per questi professionisti, confluiti insieme ad altre 18 professioni sanitarie nel maxi Ordine TSRM e PSTRP guidato da Alessandro Beux e che si avvia, come le altre professioni, ad eleggere le Commissioni d’Albo provinciali entro la fine del 2019.

LEGGI ANCHE: FORMAZIONE, INNOVAZIONE E COMMISSIONI D’ALBO: IL FUTURO DEI TECNICI DI LABORATORIO AL CENTRO DEL CONGRESSO ANTEL

Presidente, che ruolo giocheranno le professioni sanitarie nella sanità e come la regione può supportare questa realtà?

«Un ruolo assolutamente importante e decisivo rispetto a quella che è l’erogazione dei servizi sanitari nella nostra regione e in tutta Italia. Ormai si parla di multidisciplinarietà, si parla di lavorare insieme: le professioni sanitarie sono un pezzo importante, fondamentale per garantire quel sistema sanitario ai nostri pazienti, quindi è chiaro che dobbiamo cercare di migliorare quello che è il rapporto tra medici, professionisti sanitari, infermieri, tra coloro i quali garantiscono questo tipo di servizi. La Regione Lazio è partita già l’anno scorso sul bando dei dirigenti delle professioni sanitarie e infermieristiche, c’è stato in questi giorni il bando per i dirigenti di laboratorio, vuol dire valorizzare queste professioni, crescere tutti quanti per poter garantire un livello di qualità importante sui nostri pazienti».

Il Lazio riuscirà ad uscire a breve dal Commissariamento della sanità?

«L’uscita è assolutamente dietro l’angolo, i risultati sono importanti. Noi siamo arrivati nel 2013, ad oggi sono stati fatti passi da giganti, se solo lei immagina che nel 2013 noi abbiamo potuto assumere il 10% delle persone che uscivano dal sistema sanitario: ne uscivano 660, ne potevano entrare 60. Nel 2018 abbiamo assunto più di 1800 persone, sono state fatte le stabilizzazioni, c’è un nuovo movimento all’interno del sistema sanitario regionale grazie a un impegno del presidente Zingaretti, si è cercato di riorganizzare il sistema dando dignità ai lavoratori che per tanti anni hanno garantito, nonostante il commissariamento, un’ottima qualità delle cure ai nostri cittadini».

Articoli correlati
Regione Lazio, Terrinoni (Cisl Fnp): «Investire tassa di scopo in salute»
Intervista al Segretario generale di Cisl Fnp Lazio Paolo Terrinoni su vaccini sulle proposte da presentare alla Regione
di Vanessa Seffer, Uff. stampa Cisl Medici Lazio
Professioni sanitarie, FNO TSRM PSTRP rinnova i vertici. Il presidente Beux: «Progetto ciclopico, ma ce l’abbiamo fatta»
Il Presidente della Federazione che riunisce 19 professioni sanitarie traccia un bilancio dei tre anni al vertice e rilancia il tema della prevenzione. Poi sottolinea: «Fondamentale superare gli individualismi, anche professionali, a favore della collettività, anche inter-professionale». A giugno sarà approvata la Costituzione Etica delle professioni
Ostetriche, oltre 20mila professioniste pronte a sostenere la campagna vaccini anti-Covid
La presidente Vicario: «Già nel Regio Decreto, nei primi decenni del ‘900, promuovevamo la diffusione delle vaccinazioni disponibili in qualità di ostetriche condotte. Oggi, sosteniamo la prevenzione di malattie come l’Hpv o le patologie che si possono contrarre in gravidanza»
di Isabella Faggiano
Vaccini Covid, a Roma il caso dei TNPEE: «Noi a rischio contagio perché a stretto contatto con gli utenti. Ma centinaia ancora non vaccinati»
Appello della Presidente della Commissione d’Albo dei Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva di Roma Pamela Bellanca: «Noi dimenticati, molti si stanno contagiando»
Chiropratici, in Italia nasce il comitato scientifico per la ricerca in campo sanitario
Wiliams (AIC): «Lotta all’abusivismo e istituzione di una laurea magistrale, come previsto dagli standards internazionali e dalla legge nazionale mai attuata, tra le priorità della nostra Associazione»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 20 aprile, sono 142.112.632 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.030.299 i decessi. Ad oggi, oltre 904,92 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...
Politica

Cosa prevede il nuovo decreto legge, tra scudo penale e obbligo vaccinale per i sanitari

Licenziato il nuovo decreto legge a firma del Consiglio dei Ministri. Tutta Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, ma scuole aperte fino al primo anno di secondaria. Arrivano obbligo vaccini per ...