Salute 13 Marzo 2018 14:42

Professioni sanitarie, Anelli (FNOMCeO): «Stop ai tempari, i medici hanno bisogno di tempo per costruire dialogo con paziente»

«Migliorare rapporto medico-paziente e garantire unità d’intenti tra le professioni sanitarie: ecco le priorità che dovrà avere la politica» afferma il presidente della Federazione degli Ordini Medici

«Il futuro della sanità risiede nella collaborazione tra le professioni sanitarie», dichiara il neopresidente della FNOMCeO Filippo Anelli a margine del primo Congresso della Federazione Nazionale delle Professioni Infermieristiche (FNOPI).

«La nuova squadra politica deve avere un programma ben definito – prosegue il Presidente -. Tra le priorità di questo programma ci deve essere il miglioramento dell’assistenza sanitaria destinata ai cittadini per la quale auspico ci sia sempre una progressiva ottimizzazione».

«Nel Sistema Sanitario un ruolo chiave è quello delle professioni sanitarie ed è bene siano unite fra loro – sottolinea Anelli che dall’inizio del suo mandato ha insistito sull’importanza della coesione e dell’unità d’intenti fra tutte le parti -. Io spero che il nuovo corso politico riesca a disegnare una sanità compatta in cui il rapporto che lega il medico ai cittadini sia la solida colonna portante».

LEGGI | RILANCIARE TEMI ETICI, NUOVO RUOLO PER GLI ORDINI: IL PROGRAMMA DI ANELLI 

«Per stabilire un rapporto più proficuo tra professionista sanitario e paziente, occorre del ‘tempo’», sottolinea il Presidente che tiene a specificare che «il termine ‘tempo’ non l’ho scelto casualmente, ritengo che i famosi ‘tempari’ siano dannosi per la costruzione di un rapporto produttivo. Serve costruire un feeling basato sulla comprensione reciproca, questo è fondamentale».

«Per questo – prosegue – c’è bisogno di un professionista che ha tempo, c’è necessità di strumenti per realizzare questo obiettivo, ma soprattutto c’è bisogno di una grande collaborazione tra professionisti».

 

Articoli correlati
Medici contro l’ipotesi di usare gli infermieri come «supplenti» degli mmg
La Fnomceo e la Cimo-Fesmed rispondono all'assessore della Lombardia Letizia Moratti, secondo la quale gli infermieri potrebbe sostituire e contribuire alla carenza di medici di famiglia
di Redazione
Quarta dose al palo, Anelli (Fnomceo): «Medico torni a essere punto di riferimento»
La quarta dose stenta a decollare. Per il presidente della Fnomceo, Filippo Anelli, solo restituendo al medico le sue competenze è possibile rilanciare il secondo richiamo
di Valentina Arcovio
«Il decreto specializzandi è una soluzione tampone. No al task shifting». Intervista a Filippo Anelli
Il presidente della FNOMCeO: «Chiediamo una ristrutturazione della formazione specialistica: va esercitata all’interno degli ospedali. Il task shifting può essere adottato solo nei Paesi del terzo mondo o nei teatri di guerra. Il tempo della comunicazione fra il medico e paziente, così come per legge, è tempo di cura»
Nasce tavolo permanente FNO TSRM e PSTRP-FNOMCeO, Anelli: «Confronto progettuale tra Federazioni»
Un luogo di confronto, un percorso condiviso per garantire e tutelare la salute pubblica, gli assistiti e i professionisti sanitari
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 1° luglio, sono 547.500.575 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.335.874 i decessi. Ad oggi, oltre 11,74 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...