Salute 25 Novembre 2019

Santobono-Pausillipon, Zampa (Sottosegretario Salute): «Eccellenza del Sistema sanitario da aiutare e sostenere»

Il sottosegretario, nel visitare la struttura napoletana, ha voluto anche portare la propria solidarietà all’infermiere oggetto di aggressione fisica lo scorso settembre

«L’Azienda Ospedaliera Santobono Pausillipon rappresenta un’eccellenza del Sistema Sanitario pubblico di assistenza pediatrica che deve essere aiutata e sostenuta, anche attraverso il riconoscimento di IRCCS. Sono rimasta davvero colpita dalla capacità di affrontare contemporaneamente la sfida dell’alta specializzazione e quella dell’emergenza quotidiana. Una sfida che ogni giorno si consuma con numeri di accesso molto alti e grazie a professionalità straordinarie».

Lo ha dichiarato la Sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, in visita questa mattina al Santobono-Pausillipon di Napoli per approfondire temi e problemi della medicina pediatrica.

«100mila ricoveri l’anno, 400 posti letto, 1.100 dipendenti, 2 presidi ospedalieri e 6 dipartimenti. Numeri che certificano l’unicità di questa struttura dedicata interamente ai bambini e alle loro famiglie, un punto di riferimento nell’assistenza pediatrica sia nel settore dell’emergenza-urgenza che dell’alta complessità, delle cronicità e della riabilitazione intensiva», ha aggiunto Zampa.

LEGGI ANCHE: RETE 5G E SALUTE, IL SOTTOSEGRETARIO ZAMPA: «FIDUCIA IN SCIENZA, NON TRASFORMIAMOLO IN UN NUOVO CASO VACCINI»

«Il colloquio e il confronto di oggi al Santobono, e per i quali ringrazio il Direttore Generale Dottoressa Anna Maria Minicucci e tutti i clinici che hanno partecipato con entusiasmo all’incontro che mi hanno permesso di conoscere meglio il tema, rappresentano l’avvio di un’attività di ascolto che proseguirà nei prossimi mesi, volta a comprendere come meglio sostenere e promuovere l’impegno di quanti sono a contatto con la salute dei bambini».

«Ringrazio in particolare Paolo Siani che ha messo a mia disposizione la propria competenza oltre all’amicizia. Oggi ho voluto anche esprimere la mia solidarietà all’infermiere oggetto di aggressione fisica lo scorso settembre. Occorre fare in modo che la legge che tutela quanti lavorano nel mondo della sanità venga al più presto calendarizzata per una rapida approvazione alla Camera. Chi lavora deve poterlo fare in sicurezza e nell’assoluto rispetto della propria integrità fisica e psicologica», ha concluso la Sottosegretaria Zampa.

Articoli correlati
Sanità, Zampa: «L’intelligenza artificiale può aiutare il decisore politico a rendere la sanità più efficiente»
«Ho incontrato al Cineca, insieme al Professor Armando Cirillo, Consulente del Ministro della Salute, un team di alta competenza tecnologica: il Dottor David Vannozzi, Direttore Generale, la Dottoressa Daniela Galetti, responsabile sistemi di supercalcolo, la Dottoressa Serena Borelli, direttore organizzazione e sistemi ed il Dott. Mauro Moruzzi, Health Advisory Board di Cineca, promotore dell’incontro. In […]
Aggressioni in sanità, donna il 60% delle vittime. Zocchi (OMCeO Milano): «Necessario cambiamento culturale per aumentare denunce»
Vademecum dell’Ordine dei Medici di Milano: conoscere le situazioni a rischio, rivolgersi al numero verde dedicato e massima collaborazione con le forze dell’Ordine
di Federica Bosco
La guerra a senso unico contro medici e infermieri
Gentile Direttore, auguri al nuovo prefetto di Napoli, dr. Marco Valentini che incontrando i giornalisti durante la conferenza stampa di insediamento ha dichiarato che è al vaglio l’implementazione delle misure di sicurezza sul fenomeno delle aggressioni ai medici e agli altri operatori della sanità. L’indimenticabile Renato Carosone cantava “Vuó’ ‘o cuppetto o vuó’ ‘o spumone? Chello ca costa ‘e cchiù“. […]
di Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio
Napoli, al Policlinico Vanvitelli nuova sala d’attesa per il Centro regionale di diabetologia pediatrica
Venerdì 24 gennaio 2020, alle ore 15.00, avrà luogo l’inaugurazione della nuova sala d’attesa del Reparto di Diabetologia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Luigi Vanvitelli” di Napoli. Le pareti bianche hanno fatto posto al mare popolato da pesci sorridenti e alghe amiche che tentano di rendere meno difficile la permanenza del bambino in ospedale. Ma non […]
Operatori sanitari ancora vittime di aggressioni. Violenze negli ospedali di Roma, Siracusa e Napoli
Le vittime sono due infermieri, una guardia medica e un chirurgo in servizio al Pronto Soccorso. «C'è rabbia e timore per non poter svolgere il lavoro in tranquillità. Non abbiamo nessuna tutela sotto il profilo della sicurezza» ha dichiarato la dottoressa aggredita a Siracusa
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano