Salute 11 settembre 2017

Obbligo vaccini: iniziano le scuole e partono le verifiche. Ecco tutte le novità per rimanere sempre aggiornati

Sono otto milioni gli studenti che tornano tra i banchi: all’avvio dell’anno scolastico scattano anche i controlli vaccini. Ecco il vademecum per genitori e figli per non incorrere in sanzioni

Tra il 10 ed il 15 settembre la campanella dell’anno scolastico 2017-2018 suonerà per 8 milioni e mezzo di studenti e le famiglie dovranno fare i conti con le nuove disposizioni previste dalla legge sui vaccini. Le novità sono tante, così come gli obblighi per non incorrere in sanzioni e compromettere l’ingresso dei bambini agli istituti scolastici.

Dieci le vaccinazioni necessarie per l’ingresso a nido, scuola materna, elementari, medie e biennio del liceo (0-16 anni) sia per le scuole pubbliche che private non paritarie. Due le scadenze: 11 settembre per nidi e materne, 31 ottobre per tutti gli altri gradi di istruzione. Solo per quest’anno, si potrà autocertificare di aver richiesto alla ASL di effettuare le vaccinazioni richieste e non ancora effettuate. In questo caso, il termine ultimo per produrre i documenti è fissato al 10 marzo 2018.

Nell’intervista concessa a Sky, infatti, la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli ribadisce: «Escludo proroghe dopo il 10 marzo; diritto alla scuola e diritto alla salute vanno garantiti entrambi. Abbiamo bisogno di avere bambini che possono stare in classe sicuri anche dal punto di vista sanitario». E ancora: «Abbiamo lavorato ad una circolare congiunta con la Ministra Lorenzin per facilitare il carico a genitori e scuole. L’autocertificazione è prevista ma i dirigenti scolastici sanno che gli atti di una legge vanno rispettati e non si può non ottemperare».

Ecco la guida per i genitori con tutte le indicazioni da seguire:

Quali sono i vaccini obbligatori  

Si tratta di due uniche punture gratuite: esavalente (antipolio, tetano, difterite, epatite B, pertosse, Emofilo) e tetravalente (parotite, rosolia, morbillo, varicella). Obbligatori anche i richiami, sempre gratuiti.

La documentazione necessaria da presentare per l’iscrizione a scuola

La certificazione dei vaccini sostenuti, rilasciato dalla Asl o la copia del libretto vidimato dalla Asl. Si potrà anche autocertificare di aver richiesto alla ASL di effettuare le vaccinazioni mancanti.

In caso di esonero dalla vaccinazione per motivi di salute?

Ѐ il pediatra o il medico generico che ha il compito di accertare le condizioni che impediscono le vaccinazioni o dichiarare che l’immunizzazione è avvenuta naturalmente perché il bambino ha già avuto una di quelle malattie per le quali adesso si richiede la vaccinazione. È valida anche la copia rilasciata dalla Asl. Le prestazioni sono tutte gratuite, sono a pagamento le eventuali analisi per dimostrare l’immunizzazione naturale.

 Cosa succede se la documentazione è incompleta dopo il 10 marzo?

Entro dieci giorni le scuole inviano alle Asl le liste contenenti i bambini non in regola che saranno esclusi da nidi e materne.  In generale, i genitori saranno invitati dalla Asl a regolarizzare la posizione del proprio figlio.

L’obbligo è esteso anche agli insegnanti?

La legge non prevede nessun dovere per docenti e personale scolastico, ma dovranno presentare agli istituti dove lavorano un’autocertificazione delle vaccinazioni eseguite.

In caso di esplicita inadempienza? Cosa rischiano i genitori?

Sono previste sanzioni da 100 a 500 euro. Su questo, la ministra Fedeli conclude: «Se ci sono genitori informati e consapevoli che scelgono di non far vaccinare né ora né mai i loro bambini – spiega – devono sapere che la legge dice che i loro figli non possono frequentare la scuola dell’infanzia da 0 a 6 anni».

 

Articoli correlati
Morbillo, OMS: «Nel 2018 record di casi in Europa. Oltre 82mila contagi e 72 morti»
Nei 53 Paesi della regione aumentano anche le coperture vaccinali, ma i gap esistenti a livello locale lasciano le porte aperte al virus. I dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità
UniVax Day, i più giovani non cascano nelle fake news sui vaccini. Duse (Siica): «Messaggi di speranza per il futuro»
Migliaia di studenti delle scuole superiori si sono riuniti in 21 università italiane per la giornata di formazione e sensibilizzazione sui vaccini. La presidente della Società italiana di immunologia clinica e allergologia: «Gli operatori sanitari devono vaccinarsi e dare il buon esempio»
Ue e sanità, Castaldo (M5S): «Al lavoro per ottenere la certificazione europea dei chirurghi. Per ogni medico che va all’estero perdiamo fino a 500mila euro»
Il vicepresidente del Parlamento europeo sottolinea: «Occorre investire nelle scuole di specializzazione. Professione medica sempre meno attrattiva nel nostro paese per la responsabilità e per l’offerta economica». Sui vaccini: «Polemica surreale, abbiamo sempre sostenuto la volontà di passare dall’obbligatorietà alla raccomandazione proprio per evitare quella contrapposizione tra medico e paziente»
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Meningite, Regione Lazio: «Al via vaccinazioni per studenti Istituto Alberghiero Vespucci»
«A partire da domani mattina e fino alla prossima settimana presso il centro vaccinale della Asl Roma 2 (via Bardanzellu, n°8) i docenti e gli studenti dell’Istituto alberghiero A. Vespucci potranno vaccinarsi contro la meningite. I ragazzi dell’istituto romano hanno ricevuto una lettera della Asl per la prenotazione al servizio e potranno vaccinarsi con il […]
Vaccini, I Rapporto OSV. Il coordinatore: «Ogni Regione con sua strategia. Anagrafe vaccinale lontana da aspettative»
Presentato il report dell’Osservatorio Strategie Vaccinali che fa il punto sulla situazione della profilassi in Italia. «Il Piano nazionale vaccini ha appianato le disparità in termini di offerta sul territorio, ma a livello operativo le Regioni camminano su propri binari», così Michele Conversano, coordinatore dell’Osservatorio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...