Salute 11 Settembre 2017 16:06

Obbligo vaccini: iniziano le scuole e partono le verifiche. Ecco tutte le novità per rimanere sempre aggiornati

Sono otto milioni gli studenti che tornano tra i banchi: all’avvio dell’anno scolastico scattano anche i controlli vaccini. Ecco il vademecum per genitori e figli per non incorrere in sanzioni

Tra il 10 ed il 15 settembre la campanella dell’anno scolastico 2017-2018 suonerà per 8 milioni e mezzo di studenti e le famiglie dovranno fare i conti con le nuove disposizioni previste dalla legge sui vaccini. Le novità sono tante, così come gli obblighi per non incorrere in sanzioni e compromettere l’ingresso dei bambini agli istituti scolastici.

Dieci le vaccinazioni necessarie per l’ingresso a nido, scuola materna, elementari, medie e biennio del liceo (0-16 anni) sia per le scuole pubbliche che private non paritarie. Due le scadenze: 11 settembre per nidi e materne, 31 ottobre per tutti gli altri gradi di istruzione. Solo per quest’anno, si potrà autocertificare di aver richiesto alla ASL di effettuare le vaccinazioni richieste e non ancora effettuate. In questo caso, il termine ultimo per produrre i documenti è fissato al 10 marzo 2018.

Nell’intervista concessa a Sky, infatti, la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli ribadisce: «Escludo proroghe dopo il 10 marzo; diritto alla scuola e diritto alla salute vanno garantiti entrambi. Abbiamo bisogno di avere bambini che possono stare in classe sicuri anche dal punto di vista sanitario». E ancora: «Abbiamo lavorato ad una circolare congiunta con la Ministra Lorenzin per facilitare il carico a genitori e scuole. L’autocertificazione è prevista ma i dirigenti scolastici sanno che gli atti di una legge vanno rispettati e non si può non ottemperare».

Ecco la guida per i genitori con tutte le indicazioni da seguire:

Quali sono i vaccini obbligatori  

Si tratta di due uniche punture gratuite: esavalente (antipolio, tetano, difterite, epatite B, pertosse, Emofilo) e tetravalente (parotite, rosolia, morbillo, varicella). Obbligatori anche i richiami, sempre gratuiti.

La documentazione necessaria da presentare per l’iscrizione a scuola

La certificazione dei vaccini sostenuti, rilasciato dalla Asl o la copia del libretto vidimato dalla Asl. Si potrà anche autocertificare di aver richiesto alla ASL di effettuare le vaccinazioni mancanti.

In caso di esonero dalla vaccinazione per motivi di salute?

Ѐ il pediatra o il medico generico che ha il compito di accertare le condizioni che impediscono le vaccinazioni o dichiarare che l’immunizzazione è avvenuta naturalmente perché il bambino ha già avuto una di quelle malattie per le quali adesso si richiede la vaccinazione. È valida anche la copia rilasciata dalla Asl. Le prestazioni sono tutte gratuite, sono a pagamento le eventuali analisi per dimostrare l’immunizzazione naturale.

 Cosa succede se la documentazione è incompleta dopo il 10 marzo?

Entro dieci giorni le scuole inviano alle Asl le liste contenenti i bambini non in regola che saranno esclusi da nidi e materne.  In generale, i genitori saranno invitati dalla Asl a regolarizzare la posizione del proprio figlio.

L’obbligo è esteso anche agli insegnanti?

La legge non prevede nessun dovere per docenti e personale scolastico, ma dovranno presentare agli istituti dove lavorano un’autocertificazione delle vaccinazioni eseguite.

In caso di esplicita inadempienza? Cosa rischiano i genitori?

Sono previste sanzioni da 100 a 500 euro. Su questo, la ministra Fedeli conclude: «Se ci sono genitori informati e consapevoli che scelgono di non far vaccinare né ora né mai i loro bambini – spiega – devono sapere che la legge dice che i loro figli non possono frequentare la scuola dell’infanzia da 0 a 6 anni».

 

Articoli correlati
A che punto siamo con i vaccini anti-Covid aggiornati?
I vaccini anti-Covid aggiornati sono attesi per il prossimo autunno. Ma ancora nessuno è stato autorizzato e il «più aggiornato» deve ancora essere sottoposto ai test clinici
Vaiolo delle scimmie: contagiata bambina di 4 anni. Primo caso pediatrico in Germania
La piccola, totalmente asintomatica, vive nel sud-ovest del Paese con due adulti già precedentemente contagiati dal virus. In Italia stimati 599 casi e un’età media di 37 anni. Dopo Roma, da oggi al via le vaccinazioni anche in Emilia-Romagna
Vaccini adattati alle varianti per l’autunno-inverno: accordo tra Ue e Moderna
Moderna sposta dall'estate in corso al prossimo inverno i calendari di consegna dei vaccini agli Stati membri, quando ce ne sarà più bisogno. La commissaria Ue alla Salute Kyriakides: «In autunno ci saranno vaccini adattati alle varianti Covid»
Sono 4.000 i medici non vaccinati contro il Covid. Anelli (FNOMCeO): «Esigua minoranza»
Circa 4.000 medici hanno detto no al vaccino e non possono esercitare la professione. Si tratta di un'esigua minoranza su 468mila professionisti vaccinati
Vaccini Covid «aggiornati» pronti a ottobre, scetticismo su tempistiche
La BioNTech ha annunciato che le consegne dei due vaccini anti-Covid 19 adattati a Omicron sono previste già in ottobre «Sono scettico», ammette Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
Covid-19, che fare se...?

Per quanto tempo si rimane contagiosi?

È la domanda da un milione di dollari, la cui risposta può determinare le scelte sulla futura gestione della pandemia. Tuttavia, non c'è una riposta univoca...