Salute 9 Aprile 2021 17:39

Nuovo report Cabina di Regia: «Scende incidenza ma terapie intensive ancora sopra soglia critica»

Brusaferro: «Rt in decrescita. L’occupazione delle terapie intensive è ancora sopra il 41% e quella delle aree mediche è superiore al 44%». Rezza: «Variante inglese non può essere più definita variante: è il nuovo ceppo»

Nuovo report Cabina di Regia: «Scende incidenza ma terapie intensive ancora sopra soglia critica»

Scende l’incidenza, per la terza settimana consecutiva, anche se con molta lentezza. Da 232,74 contagiati per 100mila abitanti si arriva a 210,8, anche se ancora molto lontani dai 50 casi necessari per ripristinare il corretto contact tracing. Lo evidenzia il report ISS-Ministero della Salute con il monitoraggio settimanale.

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà nuove ordinanze che andranno in vigore a partire dal 12 Aprile. Passano in arancione le Regioni Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana. Passa in zona rossa la Regione Sardegna.

Quattro le Regioni che restano con un livello di rischio alto: Liguria, Puglia, Toscana e Valle d’Aosta. Otto tra Regioni e province autonome hanno un Rt maggiore di uno: Basilicata, Campania, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Valle d’Aosta. Tra queste, due Regioni (Sardegna e Valle d’Aosta) hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 3.

«Il Veneto e la provincia autonoma di Bolzano hanno una classificazione di rischio basso». Rimane alto il numero di Regioni e province autonome che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e in aree mediche sopra la soglia critica, 15 Regioni contro le 14 della settimana precedente.

Brusaferro: «Rt in decrescita ma tasso di occupazione terapie intensive e aree mediche ancora sopra soglia critica»

«Alcuni Paesi dell’Unione europea cominciano ad avere aree con rosso più scuro. Ciò vuol dire che in quelle zone l’incidenza sta crescendo. L’Italia, al contrario, rispetto alle scorse settimane si sta lentamente schiarendo». Così il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, durante la conferenza stampa settimanale di presentazione dei dati della Cabina di Regia. «La curva italiana ha raggiunto un plateau mentre in altri Paesi europei si può vedere una tendenza alla ricrescita».

I dati confermano una «lenta decrescita dell’incidenza nella maggioranza delle Regioni. In alcune, però, il dato sale». L’età mediata dei contagiati è «di poco sotto i 50 anni» e la «decrescita sta coinvolgendo tutte le fasce d’età». L’occupazione delle terapie intensive è ancora «sopra il 41%» e quella delle aree mediche è superiore al 44%». In entrambi i casi viene superata la soglia critica.

Per quanto riguarda invece l’impatto delle vaccinazioni, Brusaferro spiega che «i casi di contagio tra gli operatori sanitari sono molto pochi rispetto al resto della popolazione», ma comincia ad intravedersi anche «una decrescita dei casi nella popolazione». Si può inoltre vedere un «lieve decremento dell’età mediana dei decessi. Indicatore, anche se da confermare, dell’impatto delle vaccinazioni già effettuate agli ultraottantenni».

Rezza: «Variante inglese non può essere più definita variante: è il nuovo ceppo»

«I dati di oggi testimoniano una fase di maturazione di questa ondata epidemica. Sapevamo sarebbe stata dura a causa delle varianti. Ma quella inglese non la chiamerei più variante perché è diventata il nuovo ceppo». Così il Direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, nel corso della conferenza stampa della Cabina di Regia.

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, Rezza ricorda che «i Paesi che hanno abbattuto sia l’incidenza di nuovi positivi che la mortalità sono tutti extra-Ue, ovvero Israele, Regno Unito e Stati Uniti. Ciò significa che se si vaccina tanto e in fretta, avendo tante dosi di vaccino a disposizione, si riesce a contrastare l’epidemia. L’Italia si trova invece nelle stesse condizioni degli altri Paesi dell’Unione europea».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
Dagli igienisti della SItI una Guida alle buone pratiche vaccinali
La Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) ha presentato il documento "Guida alle buone pratiche vaccinali", con l'obiettivo di promuovere e garantire servizi vaccinali di eccellenza in tutto il territorio nazionale
di V.A.
Il Nobel per la Medicina ai «genitori» dei vaccini a mRNA contro il Covid e non solo
Drew Weissman, 64 anni, e Katalin Karikò, 68 anni, sono i due nuovi vincitori del Nobel per la Medicina 2023. I due scienziati hanno sviluppato la tecnologia che ha permesso, nel giro di pochissimi mesi, di sviluppare i vaccini anti-Covid a mRNA, che hanno salvato milioni di vite umane nel mondo
Covid: alta adesione degli over 60 ai vaccini ridurrebbe fino al 32% i ricoveri, le raccomandazioni nel Calendario per la Vita
Il board del Calendario per la Vita, costituito da diverse società scientifiche, ha redatto delle raccomandazioni per la campagna di vaccinazione anti-Covid per l’autunno-inverno 2023
di V.A.
Covid: pericolo scampato? Non per i pazienti fragili: l’appello di AIP OdV
Le infezioni da Sars-CoV-2, così come le altre malattie virali, rimangono un elemento di allerta. In Italia, infatti, si contano ancora circa 30 morti al giorno per infezioni Sars-CoV-2, molti dei quali fanno parte dei cosiddetti «pazienti fragili» (sono 1 su 5 in Italia)
Covid: Iss, via a indagine nazionale sull’impatto della pandemia nelle case di riposo
Il Reparto di Promozione e Valutazione di Prevenzione delle Malattie Croniche del CNaPPS, dell’Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con il Garante Nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, si propone di condurre un’indagine nazionale sull’impatto della pandemia da Covid-19 nelle case di riposo
di Redazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

World Obesity Day: oltre un miliardo di obesi nel mondo, quadruplicati in 30 anni i bimbi oversize

L'analisi pubblicata su ‘Lancet’: la quota di 'oversize' fra gli adulti è più che raddoppiata nelle donne e quasi triplicata negli uomini dal 1990 al 2022, nell'arco di una t...
di I.F.
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.