Salute 5 Giugno 2018 13:05

Nuovo governo, Parente (Cattolica-Sigm): «Le sfide più importanti? Lotta alle diseguaglianze e copertura universale garantita per tutti»

«Nessun cittadino deve restare risposte alla necessità di assistenza, in questo pubblico e privato devono stringere alleanza» così Paolo Parente, medico di Sanità pubblica dell’Università Cattolica di Roma

La sanità del futuro dovrà partire da una solida base, la priorità in questo scenario è un’alleanza forte tra i due protagonisti del sistema: pubblico e privato. Il nuovo Governo? Che pensi a combattere le diseguaglianze assistenziali. Sintetizza così, Paolo Parente, medico di Sanità pubblica dell’Università Cattolica di Roma e consulente per l’OMS, la sua visione di prospettiva assistenziale a lungo termine. Sanità Informazione l’ha intervistato.

Pubblico e privato che ruoli giocheranno nella sanità del futuro italiana?

«Si tratta di due player fondamentali che mettono a disposizione i loro mezzi per offrire ai cittadini la risposta ai bisogni di salute. Si tratta di interlocutori assolutamente naturali che giocano un ruolo vitale all’interno del sistema e il loro ruolo dovrà essere rafforzato laddove tutti coloro che fanno parte del settore sapranno capire, analizzare e prendere in considerazione le sfide che la sanità stessa presenterà e riusciranno a dare risposte adeguate alla complessità di queste».

In questo senso il nuovo Governo – soprattutto il Ministero della Salute – che sfide dovrà affrontare?

«Le sfide sono tante, sicuramente c’è la sfida della riduzione della diseguaglianza, sia tra le Regioni che nella popolazione, quindi fare in modo che tutti abbiano risposte ad un bisogno di salute (nord, centro e sud), tutti devono ricevere delle cure secondo i principi fondamentali del nostro Servizio Sanitario Nazionale. Fondamentale che i cittadini ricevano cure che siano eque, che siano giuste in tutte le Regioni con lo stesso livello di qualità e soprattutto che possano dare gli stessi esiti e risultati di salute».

LEGGI ANCHE: AIOP LAZIO, FARONI CONFERMATA ALLA PRESIDENZA FINO AL 2021: «SANITÀ PRIVATA SIA INTERLOCUTORE IMPORTANTE DELLO STATO»

L’Organizzazione Mondiale della Sanità gioca un ruolo preponderante in ottica futura, principalmente quali saranno gli impegni prioritari che l’Organizzazione dovrà affrontare?

«L’OMS come agenzia delle Nazioni Unite che si occupa pienamente di salute ha dal 1948 un mandato chiaro: proteggere la salute di tutte le popolazioni del mondo. Le sfide sono molteplici, vanno dal fronteggiare malattie comunicabili, infettive che sono di nuovo – soprattutto in alcuni Paesi – uno degli aspetti più critici da affrontare fino a quelle che sono invece patologie epidemiche che riguardano i Paesi con uno sviluppo socio-economico maggiore. Inoltre uno degli obiettivi principali dell’OMS e di tutti noi che lavoriamo nell’ambito della salute, è garantire una universal coverage per tutti, dunque fare in modo che nessuna persona resti al di fuori della possibilità di ottenere risposte al proprio bisogno di salute. Perseguendo questo obiettivo si possono affrontare, con una visione più chiara e con una fiducia maggiore nei propri mezzi, tutte le sfide che questo momento storico ci presenta».

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Covid-19, Cittadini (Aiop): «Sì alla somministrazione obbligatoria di vaccini per il personale sanitario»
«La condotta di chi opera nelle strutture sanitarie e rifiuta di vaccinarsi può acuire il rischio della diffusione del virus sul luogo di lavoro, mettendo a serio repentaglio la salute degli altri lavoratori, dei malati e dei loro parenti». È quanto dichiara in una nota Barbara Cittadini, Presidente di Aiop (Associazione italiana ospedalità privata). «Quello relativo […]
«Il Covid-19 diventerà endemico, ma intanto servono più vaccini, più tamponi e obbligo di mascherine FFP2»
Le richieste della rete Italian Renaissance Team che riunisce oltre mille rappresentanti del mondo medico-scientifico, istituzionale, dell’imprenditoria e della finanza nell’intervista al fondatore e farmacologo Carlo Centemeri
Piano vaccinale Covid, Cittadini (AIOP): «Bene Draghi, nostra rete di strutture a disposizione»
«Ci sentiamo già coinvolti, in qualità di componente di diritto privato del SSN dal punto di vista professionale e deontologico e riteniamo che un nostro maggiore coinvolgimento possa servire per aiutare attivamente l'immediata ripartenza del Paese», spiega la Presidente di AIOP Barbara Cittadini
Vaccini, Cittadini (Aiop): «Siamo a disposizione del Governo per la campagna vaccinale»
«L'Ospedalità privata è pronta a dare il proprio contributo per facilitare la somministrazione del vaccino sui territori, operando nel pieno rispetto di quanto previsto dal Piano nazionale vaccini anti Covid-19» spiega la Presidente Aiop Barbara Cittadini
Sanità privata, Cimop e Fp Cgil Medici scioperano per il mancato rinnovo del contratto con Aiop
In sciopero in piazza Montecitorio i sindacati della Sanità privata contro Aiop e il mancato rinnovo del contratto. Cimop e Fp Cgil Medici si scagliano contro la disuguaglianza economica e lavorativa creata dal sì di Aris e dal no di Aiop. Presente anche Fnomceo: «9mila medici a basso tasso di diritti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 2 marzo, sono 114.461.199 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.539.235 i decessi. Ad oggi, oltre 244,27 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Diritto

Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto

La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’avvocato Andrea Marzia...