Salute 13 settembre 2018

Numero chiuso, irregolarità? Avvocato Saurini (Consulcesi): «Vogliamo realizzare sogno di tanti giovani»

«Violazioni dell’anonimato, utilizzo di telefonini: tutti gli anni purtroppo si ripetono difformità materiali e burocratiche, ecco cosa fare» così Sara Saurini, legale del network di riferimento per la tutela dei medici

Da un po’ di anni a questa parte il test medicina  è sempre più terreno di ricorsi. Colpa delle irregolarità che spesso gli studenti denunciano e che rendono ancora più amara l’eventuale delusione per non aver superato la prova. Utilizzo dei cellulari, domande con risposte sbagliate, scarsi controlli e addirittura in alcuni casi il mancato accertamento dell’identità degli aspiranti medici: sono questi alcuni dei fenomeni più segnalati dagli aspiranti camici bianchi. Ne abbiamo parlato con Sara Saurini, legale di Consulcesi, network di riferimento per la tutela dei medici.

Avvocato, voi siete qui di fronte alla sede del test di Medicina per accogliere eventuali irregolarità che i ragazzi possono aver rilevato. Quali sono quelle a cui i ragazzi dovrebbero stare più attenti?

«Ovviamente ci sono tutta una serie di violazioni che riguardano la parte materiale del test come la violazione dell’anonimato, l’utilizzo di telefonini e quant’altro. Poi valuteremo nell’ambito più generale quelle che potranno essere le problematiche: come sapete lo scorso anno ci sono stati problemi con le domande con domande già conosciute e presenti su diversi test per la preparazione, quindi oggi siamo di presidio perché oramai da anni rappresentiamo la categoria degli studenti per ottenere appunto la possibilità per i ragazzi di realizzare il loro sogno. Ovviamente recepiremo in questa sede, ma anche attraverso i nostri canali social e il nostro sito infonumerochiuso.it, tutte le segnalazioni che arriveranno».

LEGGI ANCHE: LO SPECIALE SUL NUMERO CHIUSO

La vostra è un’esperienza lunga di assistenza legale in questa materia, avete fatto riammettere migliaia di ragazzi perché questo esame, spesso contestato, presenta diverse irregolarità…

«Abbiamo dato la possibilità a migliaia di studenti di tutelarsi e di lottare per il loro sogno anche se sappiamo che questa non può essere la soluzione».

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

 

Articoli correlati
Caos numero chiuso: tra annunci di abolizione e ondate di ricorsi
Governo vara stop ai test medicina, poi la retromarcia. Spiazzati Grillo (Salute) e Bussetti (MIUR): «Aumento accessi e borse di studio». Anelli (FNOMCeO): «Risolvere imbuto formativo». Ma l’esame non piace a nessuno: si muove anche il Parlamento. Irregolarità e ricorsi: migliaia di studenti vanno in tribunale
Formazione MMG, Menga (M5S): «Discussione positiva, ma proposta Fimmg va ripensata». E arriva il piano del Ministro
Dal Ministero viene ribadito che non ci sarà nessuna sanatoria. La deputata Cinque Stelle, studentessa in Medicina generale, commenta la proposta di riforma del sindacato dei medici di famiglia: «Così si rischia di allontanare nuovamente i medici dall’ingresso nel mondo del lavoro»
Ue: Blockchain è soluzione giusta per sicurezza e trasparenza in sanità e per la filiera del farmaco
Il messaggio degli esponenti del Parlamento Europeo e della Commissione, in occasione della presentazione a Bruxelles del libro “Crypto-Revelation” di Andrea e Massimo Tortorella
Numero chiuso, pubbliche le graduatorie nominative. Ma è già caos irregolarità: «Penne non ritirate, anomalie sui tempi e tanto altro…»
Le voci degli studenti: «È necessario garantire controlli adeguati al contesto in cui ci si trova». Cresce il fronte per l’abolizione del numero chiuso a medicina. Tribunali intasati dai ricorsi
di Serena Santi e Isabella Faggiano
Numero chiuso, Ines Simona Pisano (Tar Lazio): «La normativa viola il diritto allo studio sancito dalla Costituzione italiana»
«Sul numero chiuso occorre un ripensamento da parte del Legislatore: tra dieci anni rischiamo di trovarci senza né medici né assistenza e la nostra sanità andrà a rotoli». Così la dottoressa Pisano a margine del convegno sulla Formazione Specialistica medica promosso da Sanità Informazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila