Salute 12 Dicembre 2019

Manovra, mille borse di specializzazione in più. Novità per precari della sanità e fondo apparecchiature

La Commissione Bilancio ha approvato l’estensione del termine (dal 30 giugno 2019 al 31 dicembre 2019) in cui maturare i requisiti per la stabilizzazione. I fondi per le apparecchiature saranno estesi anche ai pediatri di liberi di scelta oltre agli MMG. Due milioni per il registro tumori

Immagine articolo

Novità in sanità dall’approvazione degli ultimi emendamenti alla manovra 2020 in Commissione Bilancio a Palazzo Madama. Tra i temi trattati il registro tumori, le norme per la stabilizzazione dei precari in sanità e l’ampliamento dei beneficiari per il fondo per le apparecchiature sanitarie.

BORSE DI SPECIALIZZAZIONE

Saranno mille le borse di specializzazione in più per il prossimo anno. Nonostante l’impegno del Vice Ministro Pierpaolo Sileri e di numerosi parlamentari della maggioranza, almeno in questo primo passaggio al Senato non si è riusciti a raggiungere la cifra di duemila borse di specializzazione in più richiesta dalle associazioni di categoria.

REGISTRO TUMORI

Due milioni di euro sono destinati per la rete nazionale dei registri dei tumori: nel dettaglio di tratta di 1 mln nel 2020 e 500mila per il 2021 e il 2022. La Legge 29 del 2019 ha creato lo strumento per creare una rete per correlare i dati di incidenza tumorale ai territori e avere così una vera e propria mappa della correlazione tra chi si ammala e dove.

STABILIZZAZIONE PRECARI DELLA SANITA’

Un’altra proposta di modifica che ha avuto luce verde amplia la platea dei precari della sanità da stabilizzare: il requisito consiste in tre anni di servizio da maturare fino a tutto l’anno in corso. L’emendamento estende i requisiti previsti dai commi 1 e 2 dell’articolo 20 della Legge Madia sul superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni a chi lavora nel Servizio sanitario nazionale. Nello specifico, l’emendamento proponeva di estendere quanto previsto dalla Legge Madia, dunque la possibilità per le amministrazioni di assumere a tempo indeterminato fino al 31 dicembre 2022, ma limitando al 30 giugno 2019 la possibilità per i precari di aver ottenuto quanto serve per essere stabilizzati è limitante.

«Approvati gli emendamenti con cui diventano concreti gli impegni per rafforzare il Servizio Sanitario Nazionale. Apriamo la possibilità ad una platea molto rilevante di precari della sanità, a medici, infermieri, personale sanitario e amministrativo, di essere stabilizzati allargando al 31 dicembre 2019 i termini per maturare i requisiti necessari. È approvato anche lo scorrimento delle graduatorie a favore degli idonei. Finalmente ci sono più risorse, tetti meno rigidi e regole nuove per assumere personale in Sanità» sottolinea su Facebook il Ministro della Salute Roberto Speranza.

«Quello che abbiamo ottenuto noi è di posticipare il termine entro cui questi lavoratori devono aver maturato almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, a fine dicembre 2019» spiega Maria Domenica Castellone, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione Igiene e Sanità del Senato.

LEGGI ANCHE: DL FISCALE, EMENDAMENTO ALZA TETTO DI SPESA PER IL PERSONALE FINO AL 15%. SPERANZA: «ORA PIÙ FACILE ASSUMERE IN SSN»

FONDO APPARECCHIATURE SANITARIE

Il fondo stanziato in legge di bilancio per le apparecchiature sanitarie dedicate ai medici di medicina generale sarà indirizzato anche ai pediatri di libera scelta, privilegiando gli ambiti relativi a fragilità e cronicità. «Prevediamo inoltre – sottolinea ancora Maria Domenica Castellone – il potenziamento degli strumenti di telemedicina e dotiamo i medici di un software gestionale clinico unico per conferire i dati nei flussi informativi sanitari. È un passo avanti importantissimo per potenziare la medicina territoriale e l’assistenza sanitaria a tutti i cittadini».

Articoli correlati
Nella bozza del decreto “Rilancio” 3,250 miliardi alla Sanità, 3.800 nuovi contratti di specializzazione e un premio di 1000 euro
Nella versione non ancora definitiva del nuovo decreto, stato di emergenza prorogato fino a gennaio 2021 e abolizione dell'Iva su tutti i prodotti necessari alla lotta al virus, dalle mascherine ai camici, fino a dicembre 2020
di Gloria Frezza
La protesta dei giovani medici: «Cancellato aumento borse specialità. Così si azzoppa il futuro della sanità»
Il Segretariato italiano giovani medici: «Le 5mila borse di specializzazione in più previste nelle bozze del decreto sono sparite dal testo definitivo. Vogliamo spiegazioni». E scrivono a Conte
«Specializzandi al terzo anno in corsia? Servono tutele». Manai e Romualdi lanciano il laboratorio Pd sulla formazione
L’evento l’11 gennaio a Firenze. Tra gli ospiti Ascani, Gaudio, Zampa, Carnevali, Gnecchi. Sul test di Medicina aprono a una revisione in senso meritocratico ma salvaguardando il numero programmato. E sulle borse di specializzazione: «L'obiettivo è arrivare a 11500»
Fragilità, Durigon (Lega): «Più welfare aziendale per aiutare SSN a essere più efficiente»
L’ex Sottosegretario al Lavoro contesta la manovra finanziaria: «Su sanità e sociale poco o niente e sul Terzo settore sono da valutare gli effetti dell’aumento dell’Ires»
Manovra 2020, Lorenzin (PD): «Grande soddisfazione. Lavorare per incremento borse e sblocco turnover»
«Con il Patto per la salute si avrà una nuova stagione di programmazione sanitaria. I due miliardi di quest’anno e quelli del prossimo anno segnano un aumento e un rifinanziamento del fondo. A questo si aggiungono le 1200 borse di specializzazione in più e l’aumento del contratto». Così la deputata PD a margine di un evento della Fondazione Italia in Salute al Senato
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 27 maggio, sono 5.594.175 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 350.531 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 26 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

«A Piacenza onda d’urto impressionante, per questo abbiamo il più alto numero di morti». Parla il pioniere della lotta al virus Luigi Cavanna

L’oncologo noto per i suoi interventi ‘casa per casa’ per sconfiggere l’epidemia: «Azione precoce arma vincente, nessun paziente curato a domicilio è morto». E ricorda i primi giorni dell'e...