Salute 23 Gennaio 2018

Lombardia, Federfarma incontra Gori: «Potenziare ruolo sanitario e sociale farmacie»

In vista delle regionali, il candidato del centrosinistra si rivolge ai farmacisti lombardi: «Siete soggetto idoneo a erogare anche nuovi servizi di valenza sociale che devono rientrare a pieno titolo nella rete del sistema sanitario». La presidente Racca: «Momento di confronto importante»

Le farmacie al centro della campagna elettorale per le regionali. Ieri il candidato del centrosinistra Giorgio Gori ha incontrato i delegati delle farmacie lombarde, un incontro che è stato definito da Federfarma «un riconoscimento delle farmacie quale presidio indispensabile del territorio». Le farmacie, da sempre il presidio più immediato alla domanda di salute dei cittadini, sono per Gori una priorità. «Ritengo – ha affermato il sindaco di Bergamo – che la naturale capacità professionale di essere vicino ai bisogni della popolazione, soprattutto la più fragile, rendano le farmacie un soggetto idoneo a erogare anche nuovi servizi di valenza sociale che devono rientrare a pieno titolo nella rete del sistema sanitario».

L’incontro è stato valutato positivamente anche da Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia, che ha parlato di «un momento di confronto importante, per parlare di programmi specifici nel nostro settore. Le farmacie si aspettano che sempre più in futuro si tenga conto del nostro ruolo di primo presidio sul territorio del Servizio sanitario regionale». Federfarma ha auspicato un potenziamento del ruolo sanitario e sociale della farmacia del territorio sia nelle zone urbane che nelle zone rurali della Lombardia, e che vi siano maggiori investimenti per incrementare una ‘farmacia dei servizi’ più vicina ai bisogni dei cittadini.

Ieri intanto Gori ha inaugurato il suo comitato elettorale a Milano e ha confermato che proseguirà il suo tour elettorale nella Regione, che dal giorno del lancio della candidatura, il 18 novembre, ha toccato 53 tappe. Sono 400 i comitati già attivi a sostegno della sua candidatura e 4mila i volontari impegnati sul territorio.

Articoli correlati
Intesa Stato-Regioni: nelle farmacie sarà disponibile quota minima di vaccino anti-influenza
L'annuncio del presidente della Conferenza Stato-Regioni Bonaccini. Nelle farmacie arriverà il vaccino anti-influenza contro il sovraccarico delle strutture e la cocircolazione con Covid-19. Fofi, Federfarma e Assofarm: «Insufficiente»
Teleconsulto in farmacia. Parte il nuovo servizio Connessa di DottorFARMA
Chiedere un consiglio alla propria farmacia di fiducia restando comodamente a casa
Vaccini antinfluenzali in farmacia. FNOMCeO dice no
La proposta di Federfarma, Fofi e Assofarm non piace alla Federazione degli Ordini dei Medici: « Un’idea che, a legislazione vigente, non può essere messa in pratica»
Boom di vendite di farmaci on line, ma Federfarma avverte: «Attenzione ai siti non autorizzati»
Racca (presidente Federfarma Lombardia): «In crescita e-commerce per integratori e farmaci da banco tra i giovani, ma il ruolo della farmacia dei servizi resta fondamentale. Per il futuro, screening di prevenzione»
di Federica Bosco
Influenza stagionale, Federfarma: «Mancano i vaccini in farmacia»
Il presidente Cossolo: «Federfarma chiede l’adozione di un provvedimento legislativo che abiliti espressamente il farmacista a inoculare i vaccini»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto