Salute 11 Marzo 2021 14:45

La Danimarca sospende un lotto di vaccini AstraZeneca per trombosi sospette. In Italia lo stop a un altro

La Danimarca ha sospeso un lotto di vaccini AstraZeneca per reazioni avverse come trombosi. Il lotto non è arrivato in Italia. Nel nostro Paese tuttavia, Aifa ha disposto la sospensione per un altro lotto con reazioni sospette, le analisi sono in corso

La Danimarca sospende un lotto di vaccini AstraZeneca per trombosi sospette. In Italia lo stop a un altro

Due stop per due diversi lotti del vaccino AstraZeneca, legati a possibili reazioni gravi. Il primo lotto Abv5300, mai arrivato in Italia, è stato bloccato in Danimarca, dopo alcuni casi di coaguli di sangue e problemi di circolazione in persone che avevano ricevuto il vaccino. Il secondo Abv2856 è stato invece sospeso in Italia, per decisione dell’Aifa a seguito di alcune segnalazioni sospetti di eventi gravi. I Nas e l’Istituto superiore di Sanità sono già a lavoro per indagare sulla possibilità di un collegamento diretto con il vaccino.

La sospensione in Danimarca, in lotto non è arrivato in Italia

La decisione della Danimarca è stata comunicata dal ministro della Salute Magnus Heunicke, che ha però ribadito su Twitter che «non è ancora chiaro se le reazioni avverse siano legate al vaccino». L’Italia non sarebbe fra i Paesi che, stando alle informazioni diffuse dall’Agenzia europea del farmaco Ema, hanno ricevuto il lotto Abv5300 di vaccino anti-Covid di AstraZeneca, finito sotto esame per un decesso registrato in Austria, un caso di embolia polmonare e due segnalazioni di eventi tromboembolitici.

Il Comitato Prac dell’Ema, che si occupa di farmacovigilanza, ha spiegato che il lotto in questione da 1 milione di dosi ha raggiunto 17 Paesi: Austria, Bulgaria, Cipro, Danimarca (che oggi ha sospeso la vaccinazione con AstraZeneca), Estonia, Francia, Grecia, Islanda, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Spagna, Svezia. Non l’Italia.

L’Ema ha spiegato che dopo l’Austria altri quattro Paesi – Estonia, Lituania, Lettonia, Lussemburgo – avevano sospeso questo singolo lotto come misura precauzionale, in questa fase in cui è in corso un’indagine completa. Il Prac continuerà la sua valutazione «di qualsiasi potenziale problema con il lotto, nonché la revisione degli eventi tromboembolici e delle condizioni correlate», ha assicurato l’Ema.

In Italia sospeso il lotto Abv2856 in via precauzionale

In Italia invece, l’Agenzia italiana del farmaco ha sospeso la distribuzione di un altro lotto, l’Abv2856 di vaccino AstraZeneca, su tutto il territorio nazionale. Dopo alcuni eventi avversi gravi, che non si è certi siano collegati al vaccino, Aifa ha disposto il provvedimento in via precauzionale e solo per questo specifico lotto. Si riserva inoltre di prendere ulteriori provvedimento se necessario e in coordinamento con Ema. «Aifa comunicherà tempestivamente qualunque nuova informazione dovesse rendersi disponibile» è la conclusione del comunicato dell’ente.

«La sicurezza del paziente è la più alta priorità di AstraZeneca – hanno dichiarato i portavoce AstraZeneca -. I regolatori hanno standard chiari e stringenti sull’efficacia e la sicurezza per l’approvazione di qualsiasi nuovo farmaco e questo comprende il vaccino Covid-19 di AstraZeneca». «La sicurezza del vaccino è stata studiata in maniera estensiva nella Fase III det test clinici e i dati confermano che il vaccino è generalmente ben tollerato», hanno aggiunto.

Draghi sente Von der Leyen: «No evidenze su nesso casi trombosi-vaccino»

Il premier Mario Draghi ha avuto un colloquio telefonico con la Presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen. Dalla conversazione, riferiscono fonti di Palazzo Chigi, è emerso che «non c’è alcuna evidenza di un nesso tra i casi di trombosi registrati in Europa e la somministrazione del vaccino AstraZeneca». Von der Leyen ha comunicato che l’Ema ha avviato un’ulteriore review accelerata.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
Medici e infermieri senza vaccino: il punto sui sospesi. Alcuni lavorano ancora per carenze in organico
3.800 infermieri e 1.656 medici sospesi, 522 invece sono tornati indietro e si sono vaccinati contro Covid. A che punto siamo con i lavoratori della sanità che non hanno adempiuto all'obbligo vaccinale
Cosa rischia il medico no vax?
Sono 644 i medici che sono stati sospesi perché non vaccinati. Ma cosa prevede la procedura? E cosa succede alla polizza RC professionale?
di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
Sanitari non vaccinati, scattano sospensioni in tutta Italia. E qualcuno torna sui suoi passi
A Milano 10mila segnalati, a Palermo più di 800 e in Veneto 5mila: sono medici, professionisti sanitari e oss che hanno scelto di non vaccinarsi e che riceveranno gli avvisi per le sospensioni dal lavoro. C'è chi lascia pazienti senza mmg, chi abbandona un reparto in emergenza e chi cambia idea
Sospensione AstraZeneca, Cisl Medici Lazio: «Doverosa, ma è ora di riflettere sul da farsi»
Con nota protocollo U0517817 del 11.06.2021 la Direzione Regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio ha sospeso la somministrazione del vaccino Vaxevria, comunemente noto come Astra-Zeneca «in attesa degli imminenti pronunciamenti delle istituzioni e degli Enti Regolatori competenti circa possibile limitazioni di uso». «La Cisl Medici Lazio plaude alla iniziativa – si legge nella nota – peraltro […]
Una sola dose di Pfizer o AstraZeneca riduce le infezioni del 65%. Lo studio inglese
Una ricerca che viene dall'Uk porta buone notizie: una sola dose di vaccino Pfizer o AstraZeneca, dopo 21 giorni, riduce le infezioni da Covid di due terzi. Sia tra soggetti anziani o fragili che tra giovani e sani
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 gennaio, sono 328.127.717 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.539.717 i decessi. Ad oggi, oltre 9,62 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre