Salute 27 novembre 2018

Influenza, Calabrese (FIMMG): «Vaccino unico strumento di prevenzione valido. Picco previsto per fine dicembre»

«Tra i soggetti più deboli le complicanze sono maggiormente frequenti», sottolinea il vicesegretario nazionale della Federazione dei Medici di Medicina Generale che consiglia: «Non frequentare luoghi affollati e lavarsi accuratamente le mani in qualsiasi situazione, soprattutto – ha concluso Calabrese – ogni qual volta si entra in contatto con altre persone»

di Isabella Faggiano
Immagine articolo

«Il vaccino antinfluenzale è l’unico strumento valido ai fini preventivi. Una carenza nella copertura vaccinale rappresenta un rischio per tutta la popolazione, soprattutto per le fasce più deboli». È questo il commento del vicesegretario nazionale FIMMG, Nicola Calabrese, alle notizie circolate negli ultimi giorni sull’insufficienza di dosi di vaccino antinfluenzale, in alcune zone d’Italia.

Il vicesegretario nazionale FIMMG non entra nel merito delle motivazioni di questa carenza: «Credo – ha sottolineato – che siano da verificare con gli organi competenti che si occupano della distribuzione e della fornitura». Ma le conseguenze sulla popolazione sono chiare. «Proprio perché il vaccino rappresenta l’unico strumento valido ai fini preventivi – ha ribadito Calabrese – non vaccinare le categorie a rischio, definite tali anche dalle linee guida e dalle direttive ministeriali, le espone ad una maggiore probabilità di contrarre il virus. Inoltre, tra i soggetti più deboli le complicanze sono maggiormente frequenti».

Minore sarà il numero di vaccinati, maggiore sarà la circolazione del virus tra la popolazione «anche nella fascia cosiddetta produttiva – ha spiegato il vicesegretario nazionale FIMMG – con conseguenze non solo sanitarie e cliniche, ma anche lavorative. Il mondo del lavoro dovrà fare i conti con molte assenze, anche in contemporanea, dovute a malattia».

LEGGI ANCHE: INFLUENZA, OMCEO ROMA IN CAMPO PER SENSIBILIZZARE PROFILASSI. MAGI: «OPERATORI SANITARI DEVONO VACCINARSI PER COSCIENZA PERSONALE E CIVICA»

Per mettersi al riparo c’è ancora tempo: il picco influenzale è previsto per la fine del prossimo mese, con alcune differenze temporali tra il nord e il sud del Paese. «Nelle Regioni settentrionali – ha spiegato Calabrese – compare in anticipo, rispetto alle altre zone d’Italia. Di solito, poco prima delle vacanze natalizie, per poi svilupparsi e raggiungere il massimo della diffusione durante le festività e subito dopo. Al sud, di norma, il picco di contagi avviene successivamente».

Pur ribadendo che il vaccino resta lo strumento di prevenzione più importante, il vicesegretario nazionale FIMMG offre alcuni consigli validi per la popolazione: «Si tratta essenzialmente di due norme igienico-sanitarie che tutti dovrebbero seguire: non frequentare luoghi affollati e lavarsi accuratamente le mani in qualsiasi situazione, soprattutto – ha concluso Calabrese – ogni qual volta si entra in contatto con altre persone».

Articoli correlati
Aids, vaccino italiano abbatte il 90% del virus
Lo studio è condotto in otto centri clinici in Italia e presenta i dati del monitoraggio clinico a lungo termine di 92 volontari vaccinati del precedente studio clinico condotto dall'Iss.
Medici di famiglia, è ancora polemica su norme per precari. Noemi Lopes (Fimmg): «Vigileremo, basta svilire formazione MMG»
La maggioranza ha ritirato l’emendamento Patuanelli che estendeva l'assegnazione degli incarichi convenzionali non solo ai medici di Medicina generale ma anche a quelli di emergenza-urgenza. Per il segretario della sezione formazione della Fimmg una soluzione per uscire dall’impasse potrebbe essere quella di separare il settore dell'emergenza dalla Medicina generale stabilizzando i precari del 118 direttamente nel loro settore
Aggressioni, l’87% medici continuità assistenziale si sente in pericolo. Maio (FIMMG): «Necessaria procedibilità d’ufficio»
Il segretario nazionale per la continuità assistenziale della FIMMG: «Molto spesso i medici vengono minacciati rispetto ad un’eventuale denuncia dell’aggressione subita. Così il fenomeno rimane sommerso»
di Serena Santi e Giulia Cavalcanti
Giovane dottoressa aggredita a Bagheria si sfoga su Facebook: «Siamo soli, quel posto è un ring». Maio (FIMMG CA): «Subito legge per procedibilità d’ufficio»
L'episodio avvenuto nella guardia medica della località vicino Palermo: 15 giorni di prognosi. Sui social tutta la sua amarezza. «Nelle sue parole ci riconosciamo tutti, fino a quando potremo andare avanti così?», sottolinea Tommasa Maio, responsabile FIMMG Continuità assistenziale
Studio rivela: visite dal medico di famiglia allungano la vita. Fiorenzo Corti (FIMMG): «Camici bianchi devono poter compilare un piano assistenziale individuale»
Il vicesegretario nazionale della Federazione dei medici di medicina generale commenta la ricerca pubblicata su BMC Medicine secondo cui i pazienti con malattie a lungo termine che hanno saltato due o più appuntamenti l'anno vedevano aumentare di tre volte il rischio di morte (per qualsiasi tipo di malattia) nei mesi successivi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...