Salute 12 Novembre 2021 15:18

In arrivo nuova terapia contro l’obesità, da AME appello a non trascurare stili di vita

Durante il Congresso dell’Associazione Medici Endocrinologi si è parlato dell’approvazione del farmaco semaglutide per la gestione del peso e di tutte le altre strategie per contrastare l’obesità

È un farmaco già utilizzato con successo contro il diabete, ma a dosaggi superiori è risultato molto efficace anche contro l’obesità. Si tratta del semaglutide, già in uso negli Stati Uniti per la gestione del peso. «Questo farmaco è ora in attesa di approvazione da parte dell’EMA, l’Agenzia europea che regolamenta i farmaci, tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022», riferisce Olga Disoteo, Diabetologa Ospedale Niguarda di Milano e responsabile della commissione Diabete dell’Associazione Medici Endocrinologi (AME), in occasione del Congresso Nazionale dell’Associazione a Trieste. Diventa quindi ancora più chiaro che l’obesità, così come il diabete, va considerata e trattata come una vera e propria patologia. «È una malattia recidivante cronica – spiega Disoteo –. Ci sono tutte le ragioni per considerarla tale, dal momento che evidenze scientifiche dimostrano che l’appetito, la sazietà e fino al 70% del proprio peso sono geneticamente determinati».

Da qui la necessità di mettere a punto nuovi e più efficaci trattamenti. «Le nuove terapie per l’obesità – spiega Marco Chianelli, dirigente medico all’Ospedale Regina Apostolorum di Albano (Roma), coordinatore della commissione Obesità e Metabolismo dell’AME – si basano su composti simili ad ormoni naturalmente presenti nel nostro organismo, detti glucagon like peptide 1 (GLP1). Questi farmaci non solo regolarizzano il metabolismo ma intervengono sulle principali cause dell’obesità: riducono la pulsione verso il cibo e aumentano il senso di sazietà determinando riduzione dell’introito calorico».

Il farmaco di questa classe, semaglutide, autorizzato in commercio negli Usa per la cura della obesità, promuove una perdita di peso media di circa il 15 per cento del peso corporeo. La nuova terapia è indicata per i pazienti dai 18 anni di età in su con BMI maggiore o uguale a 30 o BMI da 27 in su con almeno una comorbidità/complicanza associata. Ma attenzione a fare una distinzione tra l’utilizzo del farmaco per il diabete e per l’obesità. «L’azione dei GLP-1RA sul peso corporeo – precisa Disoteo – è dose dipendente, tanto che ci sono studi specifici nell’obesità senza diabete».

Inoltre, AME fa un’ulteriore precisazione: l’arrivo di nuovi farmaci più efficaci non deve però essere il pretesto per fare poca attenzione agli stili di vita. «È fondamentale un cambio di stile di vita, come si fa con i soggetti affetti da altre patologie croniche», dice Disoteo. Buona norma, quest’ultima, che con la pandemia è passata in secondo piano. Ci sono evidenze scientifiche che, da quando l’emergenza Covid è scoppiata, l’incidenza dell’obesità è cresciuta. «Con l’emergenza Covid è aumentata la sedentarietà e l’approccio al cibo con stimoli continui da parte dei media, così come si sono accumulati ritardi degli interventi di chirurgia bariatrica e si sono allungate le liste di attesa per visite endocrinologiche», aggiunge. Conclude Chianelli: «La ricerca, la politica e la sanità hanno un compito importante nel promuovere cura e prevenzione di malattie così diffuse nella società con un costo personale e sociale elevatissimo».

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
L’Intelligenza artificiale conquista l’Healthcare: cresce l’impiego in ricerca, diagnosi e cura
In occasione della Milano digital Week confronto tra protagonisti di design, Ai e digitale sull’impiego in sanità. Dalle app che dialogano con i pazienti, ai software che fanno interagire le strutture sanitarie, ma resta aperto il quesito sul consenso dei dati
Diabete: influenza triplica il rischio di ricoveri. L’appello degli esperti AME: «Il vaccino salva la vita»
In occasione della Giornata Mondiale del Diabete, che si celebra lunedì 14 novembre 2022 gli specialisti dell'Associazione Medici Endocrinologi (AME-ETS) invitano le persone con diabete a sottoporsi tempestivamente alla vaccinazione antinfluenzale
Scandalo ginnastica ritmica. L’esperto: «La dieta degli atleti sia elaborata insieme al nutrizionista»
A parlare è il dott. Emilio Buono, nutrizionista sportivo di campioni d’élite e formatore professionale. Dal 1° novembre online il nuovo corso Consulcesi sul tema della nutrizione nello sport
Scandalo ginnastica ritmica, il monito dei medici: «Non sottovalutare i rischi della triade dell’atleta»
Gli specialisti di Medicina dello sport dell'Auxologico Irccs invitano genitori e tecnici a non sottovalutare magrezza, amenorrea e osteoporosi che possono creare danni immediati e a lungo termine oltre ai traumi psicologici che possono provocare anoressia e bulimia
Malaria in Africa: perché la maggior parte dei paesi non l’ha ancora sconfitta?
La malaria rimane una delle malattie parassitarie più devastanti che colpiscono gli esseri umani. Nel 2020 si sono registrati circa 241 milioni di casi e 672.000 decessi
di Stefano Piazza
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni