Salute 22 Aprile 2014 14:44

Gli endocrinologi puntano su una FAD di qualità partendo dal provider 

Castello, presidente AME: “Importante per l’accreditamento ministeriale e per una grafica accattivante”

Gli endocrinologi puntano su una FAD di qualità partendo dal provider 

Nuove tecnologie e formazione a distanza in primo piano nell’azione dell’Associazione Medici Endocrinologi guidata dal presidente Roberto Castello. Proprio quest’ultimo sottolinea come “in tempi di spending review sia più difficile organizzare convegni e coinvolgere soci anche in funzione dei loro impegni lavorativi.

Dare continuità da un punto di vista di tipo assistenziale, pratico, clinico, attraverso una serie di immagini come può essere una FAD costruita ad esempio con un PowerPoint o attraverso una serie di dati bibliografici, può allora essere di particolare utilità. Su questo l’Ame ha investito, creando una FAD ad hoc per i propri soci”.

L’Age.na.s  di recente oltre a rifare il trucco al proprio sito, ha annunciato e ha applicato dei controlli sui provider che offrono servizi di formazione a distanza. Controlli utili affinché ci sia un riferimento preciso ad una FAD di qualità. “Su questo l’Ame da subito si è posta il problema di selezionare un provider. Si tratta di un cuneo indispensabile per poter avviare una FAD, sia in termini di accreditamento ministeriale sia da un punto di vista di presentazione grafica;  perché oltre ai contenuti scientifici – sottolinea ancora Castello – deve contenere una formattazione adeguata. La scelta del provider diventa dunque un elemento indispensabile”.

Un altro problema è rappresentato della responsabilità professionale con l’obbligo del 14 agosto sempre più vicino. “Dobbiamo assolutamente confrontarci – commenta la massima carica dell’Ame –  tutti devono dotarsi di un’assicurazione di responsabilità civile, anche chi opera in un’azienda. Stiamo lavorando su una convenzione per assicurare una polizza che offra le migliori garanzie ai nostri soci. Penso sia, però,  anche compito delle associazioni scientifiche dover affrontare questo tema e offrire valutazioni sulle varie offerte sul mercato”.

Altro tema caldo è quello dei rimborsi agli ex specializzandi. È notizia di pochi giorni fa la presentazione di un nuovo Ddl per un accordo transattivo che eviti allo Stato di pagare oltre cinque miliardi di euro. “Adesso, progressivamente, attraverso una serie di sentenze e azioni portate avanti, il problema sta diventando sempre più sentito. La nostra associazione – anticipa Castello –  proprio per cercare di sollecitare l’attenzione dei soci e migliorare la loro conoscenza sulla questione, ha stipulato una convenzione con Consulcesi,  attraverso la quale gli iscritti dell’Ame potranno accedere alle azioni collettive a costi ridotti”. In conclusione Castello sottolinea l’importanza proprio di ricorrere per far valere il loro diritto. “Un diritto – afferma –  sancito dalla corte europea e che deve essere rispettato”.

Articoli correlati
Alzheimer, Gori (Consulcesi): «Aggiornamento è chiave per diagnosi precoce»
In occasione della Giornata Mondiale, Consulcesi lancia un nuovo corso ECM per sensibilizzare e aggiornare i camici bianchi sulle ultime novità
Covid, AME: «Migliaia di visite saltate, recuperare i controlli dei pazienti con ipotiroidismo»
Gli specialisti lanciano un appello ai pazienti: «Non trascurate la patologia, riprendere presto visite ed esami di routine»
Cresce la Fad, Liberatore (Iqvia): «Il 60% dei sanitari continuerà ad aggiornarsi online anche dopo la pandemia»
Il Direttore Generale Iqvia: «I vaccini sono la pietra miliare della scienza. La ricerca va avanti e il medico deve essere informato ed educato a gestire un armamentario terapeutico incredibile»
Quali sono le professioni destinatarie degli eventi inerenti le Pratiche e Medicine non convenzionali?
La Commissione nazionale per la formazione continua, nel corso della riunione del 26 ottobre u.s., ha approvato una delibera inerente le “Pratiche e Medicine non convenzionali”. Gli eventi formativi che riguardano pratiche e medicine non convenzionali, di cui alla vigente normativa, possono essere accreditati solo se prevedono nel programma contenuti tecnico-scientifici basati su prove di […]
Vaccini e Covid, AME rassicura: «Astrazeneca efficace per Tiroidite di Hashimoto»
«A seguito delle recenti disposizioni ministeriali sulla campagna vaccinale anti Covid-19, l’Associazione Medici Endocrinologi (AME) ritiene importante fare alcune precisazioni relative alle endocrinopatie, in particolare sulla Tiroidite di Hashimoto e sul conseguente allarme generatosi tra gli operatori sanitari e tra le persone affette sul vaccino Astrazeneca». Così l’Associazione in una nota. La campagna vaccinale del […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...