Salute 30 gennaio 2018

Elezioni, ecco i medici in corsa: Mandelli confermato per Forza Italia. Trizzino e Di Manici per il M5S. Il Pd punta su Siani

Chiuse le liste, è tempo di bilanci. Per i pentastellati in corsa anche il medico collaboratore di Emergency Maurizio Angeloni. Il neurologo Daniele Bosone candidato a Pavia per i Dem. Leu schiera Antonio Nocchetti, presidente dell’Associazione ‘Tutti a scuola’. Tanti i camici bianchi nel centrodestra

Ospedalieri, medici generici, ricercatori, psichiatri, imprenditori del settore. È variegato il quadro dei professionisti della sanità in corsa alle elezioni del 4 marzo. Le liste si sono chiuse con l’inevitabile coda di polemiche e tanti esclusi eccellenti, ma non mancano i volti nuovi, medici che dal Friuli alla Sicilia si mettono in gioco per un posto in Parlamento. Tanti i camici bianchi in corsa per la coalizione di centrodestra, così come consistente è la pattuglia in corsa per i il Movimento Cinque Stelle. Il Partito Democratico e Liberi e Uguali hanno puntato su un mix di novità e conferme.

 

M5S

Il Movimento Cinque Stelle schiera un buon numero di camici bianchi. Su tutti spicca in Sicilia il direttore dell’Ospedale Civico di Palermo Giorgio Trizzino, presidente dell’associazione malati terminali, ieri presentato a Roma in un evento alla Camera di Commercio con il candidato premier Luigi Di Maio. Sarà il direttore sanitario del più grande ospedale del Molise, il Cardarelli di Campobasso, il candidato al Senato maggioritario del Movimento 5 Stelle in Molise: Luigi Di Marzio. In Liguria corre il primario di Gastroenterologia dell’Ospedale di Sanremo Massimo Conio. In Friuli tocca a Vincenzo Zoccano, presidente del Forum italiano Disabilità («dove vive bene una persona con disabilità viviamo meglio tutti», è il suo mantra). Nel collegio di Rieti in corsa Maurizio Angeloni, medico e collaboratore di Emergency. A Roma-Collatina in campo uno dei medici che ha fatto partire l’inchiesta nei confronti del rettore dell’università di Tor Vergata, il chirurgo Pierpaolo SileriGino Di Manici, dello staff del primo trapianto di cuore artificiale in Europa lavora all’Ospedale di Perugia, sarà candidato alla Camera nel collegio di Perugia. Al collegio di Giugliano per il Senato corre la ricercatrice del Cnr presso l’istituto di endocrinologia di Napoli Maria Domenica Castellone, con un passato professionale anche negli Usa. Nicola Provenza, 52 anni, ex medico sociale della Salernitana, è il candidato del Movimento 5 Stelle nell’uninominale alla Camera di Salerno, dove sfiderà Piero De Luca, figlio del governatore dem. Laura Palagini, medico psichiatra con dottorato in neurobiologia è stata ricercatrice associata presso l’University of California e professoressa di terapia occupazione presso l’Università di Pisa, corre nella città della torre alla Camera.

 

PD

Il nome di punta in ambito medico del Partito democratico è Paolo Siani, primario di Pediatria al Santobono e fratello del giornalista Giancarlo, ucciso dalla Camorra. Se la vedrà con la veterinaria attivista della prima ora del M5S Doriana Sarli. Al Senato nel collegio uninominale di Pavia in corsa l’ex presidente della Provincia di Pavia ed ex senatore Daniele Bosone, neurologo, che affronterà il vicesindaco di Pavia, il leghista Gian Marco Centinaio. Ad Acerra contro il leader Cinque Stelle Luigi Di Maio e Vittorio Sgarbi il Pd schiera il cardiologo Antonio Falcone, sindaco di San Vitaliano. In Nord America corre per il Pd il cardiochirurgo Pasquale Nestico. Poche le conferme per deputati e senatori delle Commissioni Sanità di Camera e Senato.  La presidente della Commissione Sanità del Senato Emilia Grazia De Biasi corre alla Camera al Collegio uninominale Milano 5, senza ‘paracadute’. La collega di Commissione Giuseppina Maturani è candidata al Senato al Collegio uninominale Lazio 3. Quanto ai deputati della Commissione Affari Sociali, Daniela Sbrollini è stata candidata al Senato nel plurinominale Veneto 2, Ileana Piazzoni candidata alla Camera, nell’uninominale, al Collegio 13 del Lazio, ed al Collegio 2 nel proporzionale. Paola Boldrini è stata invece candidata al Senato, al Collegio plurinominale dell’Emilia Romagna. Paola Bragantini alla Camera al Collegio uninominale Torino 3. Conferma anche per Elena Carnevali candidata a Bergamo, mentre Ezio Casati è candidato a Cinisello Balsamo. Edoardo Patriarca in Emilia Romagna, Ileana Argentin nell’uninominale Roma 6. Infine, Giuditta Pini nel plurinominale Emilia Romagna 1. Bocciati invece il responsabile sanità del Pd, Federico Gelli e la capogruppo della Commissione Affari Sociali Donata Lenzi, oltre agli ex presidenti degli Ordini dei Medici e degli Infermieri Amedeo Bianco ed Annalisa Silvestro.

CIVICA POPOLARE

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin corre per il centrosinistra nel collegio uninominale della Camera di Modena. In corsa in Basilicata il parlamentare uscente e medico Guido Viceconte, fino al 2013 uomo di punta in regione per il centrodestra.

CENTRODESTRA

Nutrita anche la pattuglia di medici in corsa per il centrodestra. Non correrà il medico personale di Berlusconi Alberto Zangrillo, ma tocca a suo fratello Paolo, capolista in Piemonte. A Monza due medici in corsa: capolista sarà il senatore uscente Andrea Mandelli, presidente della Federazione Ordini Farmacisti Italiani. Gloria Saccani, medico, componente del Cnr, stimata da Fedele Confalonieri, è invece numero due nel collegio di Monza. In Campania per Forza Italia corre Flora Beneduce, specialista in Diabetologia e Direttore dell’Unità Operativa Complessa degli Ospedali Riuniti della Penisola sorrentina, oltre che consigliere regionale azzurro. In Friuli, nell’uninominale di Trieste e Gorizia, scende in campo per Forza Italia il medico dentista Laura Stabile. Laura Giorico, primario ospedale Alghero, sarà numero due di Forza Italia in Sardegna. Alla Camera in Sardegna corre per il partito di Berlusconi il medico Viviana Lantini, dirigente medico del Pronto soccorso all’ospedale Sirai di Carbonia. Antonio Angelucci, proprietario del gruppo San Raffaele, corre nel proporzionale a Roma. Per Fratelli d’Italia in Sardegna corre nel proporzionale del Senato il medico oculista Giovanni Satta. Sempre in Sardegna la Lega, alleata del Partito Sardo d’Azione, schiera il medico Annalisa Mele. Marco Siclari è candidato per Forza Italia a Reggio Calabria. Siclari è membro della Consulta Nazionale della Sanità di Forza Italia e responsabile nazionale medici specializzanti per Forza Italia Giovani. A Fiumicino per la Lega corre Luisa Regimenti, ex presidente del SISMLA, Sindacato Italiano Medici Specialisti in Medicina Legale. Nella Circoscrizione Estero, Europa, Noi con l’Italia – Udc schiera Angelo Vescovi, il medico che ha guidato l’equipe che ha effettuato il primo trapianto di cellule staminali neurali umane su un soggetto affetto da sclerosi laterale amiotrofica ed è membro della Pontifica Accademia della Vita.

LeU

Liberi e Uguali, dopo la rinuncia del responsabile delle prime visite a tutti i migranti che sbarcano a Lampedusa, Pietro Bartolo, schiera Antonio Nocchetti, medico e presidente dell’Associazione ‘Tutti a scuola’, candidato per il Senato a Napoli, dove da anni lavora per la piena inclusione di bambini e ragazzi disabili. A La Spezia, nel collegio uninominale Camera, tocca al medico Luigi Liguori che corre come indipendente. In Abruzzo candidato Paolo De Meis, medico di Avezzano.  Per il Collegio uninominale al Senato di Cremona, candidato Paolo Bodini, medico-chirurgo, già sindaco di Cremona per 10 anni, attualmente presidente dei Friends of Stradivari. Passando alle conferme, Nerina Dirindin, membro della Commissione Sanità del Senato, è stata candidata a palazzo Madama nel Collegio plurinominale Piemonte 2. Altra conoscenza di lunga data è Paolo Fontanelli, membro della Commissione Affari Sociali della Camera, schierato al Senato nel Collegio plurinominale Toscana 2. Confermati nella Affari Sociali anche Beatrice Brignone, candidata sia nel Collegio uninominale Marche – Fano che in quello plurinominale Marche 2, e Filippo Fossati candidato anche lui sia nel Collegio uninominale Toscana – Scandicci, che in quello plurinominale Toscana 3.

Articoli correlati
Fondo sanitario, Regioni approvano riparto 2019. Antonio Saitta: «SSN sottofinanziato, in nuovo Patto della Salute risorse certe»
Alla Conferenza delle Regioni suddiviso il Fondo di 111,2 miliardi. Il Presidente Stefano Bonaccini: «Così diamo un contributo importante alle successive azioni del ministero e consentiamo alle Regioni di avviare una programmazione in tempi certi». Sul tema dell’autonomia differenziata posizioni diverse dei governatori. L’Assessore alla Sanità del Piemonte: Su alcune materie, come la formazione, non possiamo stare con le mani in mano. Servino regole certe»
Libera professione, Cimo: « Un affare per le aziende sanitarie. Medici estranei a liste d’attesa»
Una chiara e pubblica smentita delle demagogiche argomentazioni contro i medici e l’esercizio della libera professione. È quanto emerge, secondo il sindacato dei medici CIMO, dalla relazione al Parlamento sulla libera professione del Ministero della Salute, le cui rilevazioni sulle attività ospedaliere in libera professione evidenziano nonostante la diminuzione di queste ultime, il contestuale aumento […]
Sanità trasparente, parla il relatore Provenza (M5S): «Nessuna incombenza per i medici. Trasparenza affinché il cittadino torni a fidarsi degli operatori sanitari»
Il Provvedimento, approvato in Commissione Affari Sociali, deve ora ricevere il parere delle altre Commissioni competenti. Nel registro pubblico saranno rese note anche le motivazioni delle transazioni tra imprese e operatori del settore. Alzate le soglie minime: 50 euro per ogni singola donazione (500 euro all’anno). «Nessuna idea vessatoria o persecutoria della classe medica. Il nostro è un progetto culturale che mira sostanzialmente a sostenere il diritto alla conoscenza dei rapporti», sottolinea il deputato M5S
La nazionale italiana di medici sciatori è campione d’Europa | GUARDA IL VIDEO
A Moena, le gare di Super-G, Slalom Speciale e Slalom Gigante. Prossima tappa, i mondiali, previsti a Vipiteno per fine marzo. Luigi Bertinato, presidente della Squadra italiana medici sciatori: «Grandi professionisti nell'arte medica ma anche grandi atleti, che oltre a curare gli altri curano anche se stessi»
Intramoenia, medici che la esercitano in calo dal 48% al 43,3%. Record nelle Marche, Bolzano in coda
Secondo la Relazione annuale sull’esercizio dell’attività libero professionale intramuraria tocca i valori minimi in Sardegna, Sicilia, Calabria, Umbria. 17 le Regioni che hanno provveduto ad emanare/aggiornare le linee guida regionali
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...