Salute 13 ottobre 2015

e-bola e i medici eroi alla Festa del Cinema di Roma

Il primo film formazione per cittadini e operatori sanitari ospite della rassegna internazionaleIl direttore artistico Antonio Monda: «Film nobile per le finalità e per la tematica trattata»

Immagine articolo

Ebola torna a Roma. Ancora una volta. Ma non allo Spallanzani, come già accaduto con i due casi di contagio. Questa volta il virus che ha falcidiato l’Africa Occidentale è protagonista nella Festa del Cinema di Roma, in scena nella Capitale a partire dal prossimo 16 ottobre.


“e-bola”, il primo film formativo ed informativo al mondo per la classe medica, è stato infatti scelto per far parte della sezione “Risonanze”, dopo il grande successo riscontrato dalla critica mondiale e consacrato con la Tavola rotonda “The e-bola lesson”, promossa da Falcon Production e patrocinata dai Ministeri della Salute e degli Affari Esteri.

La formazione medica sbarca dunque nel cinema con una pellicola, quella che porta la firma di Massimo Tortorella e Christian Marazziti (rispettivamente produttore e sceneggiatore/regista), che ha attirato l’attenzione del Direttore Artistico della Manifestazione, Antonio Monda, che ha voluto inserirlo nella rassegna della festa: «Quella di Ebola – ha spiegato infatti ai microfoni di Sanità informazione – è stata e continua ad essere una delle piaghe peggiori che il mondo si è trovato ad affrontare negli ultimi anni. “e-bola”, in quest’ottica, è un film nobile, sia per la tematica trattata che per il modo in cui è stato girato e realizzato. Insomma, siamo molto felici di ospitarlo nella nostra Festa».

La storia di “e-bola” è quella di un team di ricercatori internazionali che tenta di trovare un vaccino ad un virus che esiste ormai da mezzo secolo. Ma “e-bola” non è soltanto un film tout court. È anche un valido mezzo a disposizione della classe medica italiana ed internazionale per formarsi ed informarsi circa tutto quel che c’è da sapere sulla malattia (come i sintomi, le terapie, le precauzioni da adottare, ecc.) per essere pronti ad affrontarla nel migliore dei modi, per la sicurezza propria e dei pazienti. Il film è infatti affiancato anche da una serie di pillole formative che valgono 16 crediti ECM, elaborate grazie alla consulenza scientifica dell’Istituto per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” e dell’Università “Sapienza” di Roma.

“e-bola” rappresenterà dunque l’Italia in una selezione ricca di titoli di alto livello provenienti da tutto il mondo: «Le parole chiave di quest’anno sono “qualità”, “varietà” e “discontinuità” – spiega ancora il Direttore Artistico Monda –. Le 37 pellicole scelte provengono da ben 24 Paesi. C’è di tutto: commedie, documentari, film d’animazione di registi brasiliani, cinesi, giapponesi, egiziani, e così via».

Fonte: e-bola, film formativo, formazione medica,
Articoli correlati
Come sarà l’ospedale del futuro? Andrea Silenzi (SIMM): «Medici e intelligenza artificiale lavoreranno insieme»
«Servono nuove competenze per gestire il progresso». L’intervista al Presidente della Società Giovani Medici
Qual è il trattamento economico e contrattuale attualmente riservato ai medici che svolgono i corsi di specializzazione?
Ai sensi dell’art. 40 del d.gls. 368/99 e successive modifiche ai medici specializzandi è richiesto un impegno per la formazione pari a quello previsto per il personale medico del SSN a tempo pieno, assicurando la facoltà dell’esercizio della libera professione intramuraria, dunque circa 38 ore settimanali. I medici stipulano un contratto di formazione e il […]
Fabrizio Frizzi: «Sulla salute non si scherza, ecco perché voglio medici aggiornati e voglio sapere tutto…»
Il popolare conduttore ai microfoni di Sanità Informazione parla del suo rapporto con la salute ed i camici bianchi: «Non sono ipocondriaco, ma sto attento ai segnali». Il racconto di quando donò il midollo osseo e la sua opinione sulla corretta informazione: «Tutti cerchiamo sul web, ma poi ci affidiamo ad un bravo medico»
Formazione ECM, Chiriatti (FIMMG Roma): «Scadenza si avvicina, FAD soluzione utile e semplice per ottemperare obbligo»
Il Vicesegretario Provinciale Vicario della Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale parla ai nostri microfoni dell’imminente fine della proroga: «Abbiamo visto tutti cosa è successo ai medici competenti. Spero non si ripeta un caso simile»
Corsi di formazione specifica in Medicina Generale: riaperti i termini del concorso
Il Ministero della Salute con atto pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.57 del 28-7-2017 comunica che le Regioni, a seguito dell’emanazione del DM 7 giugno 2017 (Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 135 del 13 giugno 2017), hanno pubblicato i bandi di riapertura dei termini relativi al concorso per l’ammissione ai corsi di […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...