Salute 9 Agosto 2022 10:56

Covid-19, test salivare 2 in 1: in due ore individua il virus e conta gli anticorpi

I suoi ideatori lo hanno definito «economico, accurato, preciso e ultra sensibile». Il prototipo potrebbe migliorare notevolmente la risposta globale alle future pandemie e fornire indicazioni sul tipo di trattamento che il paziente dovrebbe ricevere

Covid-19, test salivare 2 in 1: in due ore individua il virus e conta gli anticorpi

Diagnosticare il Covid-19 e, contemporaneamente, individuare e misurare gli anticorpi attivi contro l’infezione da Sars-CoV-2 in un unico test. È così che, in un futuro non troppo lontano grazie ai progressi della scienza, anche i test rapidi di ultima generazione potrebbero lasciare spazio a questo innovativo test 2 in 1.

Come funziona il test salivare 2 in 1

Il test salivare 2 in 1 potrà essere eseguito prelevando un semplice campione di saliva e i risultati saranno disponibili entro un paio di ore. Il dispositivo da utilizzare, che non supera le dimensioni di una cartolina, è portatile ed i suoi ideatori lo hanno definito «economico, accurato, preciso e ultra sensibile».

Il prototipo, le cui caratteristiche sono state descritte sul Nature Biomedical Engineering, si basa su una piattaforma multiplex che combina due tecnologie del Wyss Institute for Biologically Inspired Engineering dell’Università di Harvard negli Usa, ovvero il rilevamento elettrochimico e-Rapid e il sistema Sherlock che sfrutta Crispr, uno dei componenti della forbice molecolare Crispr/Cas9 usata per l’editing genetico.

Dalla malattia di Lyme al Covid

La sperimentazione è stata avviata con l’intento di raggiungere uno scopo ben preciso: creare uno strumento diagnostico accurato come quelli di laboratorio, ma utilizzabile ovunque. L’idea di unire in un unico test la ricerca di un virus attivo e il rilevamento degli anticorpi sviluppati in sua difesa è precedente alla pandemia da Covid-19. Questo dispositivo ibrido era stato già sperimentato per la malattia di Lyme. «All’inizio, tutti stavano lavorando allo sviluppo di una diagnostica in grado di rilevare il virus Sars-CoV-2 o gli anticorpi contro di esso, ma non entrambi. Sapevamo di poter rilevare con successo la presenza di molecole di Dna e Rna elettrochimicamente, grazie al nostro lavoro sulla malattia di Lyme», spiega de Puig, primo autore dell’articolo.

Attendibile al 100%

«Questa diagnostica può consentire un monitoraggio multiplo e più economico dell’infezione e dell’immunità nelle popolazioni nel tempo, con livelli di accuratezza paragonabili a quelli di costosi test di laboratorio», spiega Devora Najjar, co-prima autrice del lavoro. Sulla precisione dell’esame i ricercatori non hanno dubbi: è attendibile al 100% sia nell’identificare correttamente campioni positivi o negativi all’Rna del coronavirus, che gli anticorpi mirati al patogeno. Il test 2 in 1 è dotato di una “super sensibilità” che gli consente di percepire fino a 0,8 copie di Rna virale per microlitro. «Un tale approccio, adattabile anche a microrganismi diversi da Sars-Cov-2, potrebbe migliorare notevolmente la risposta globale alle future pandemie – conclude Najjar – nonché dare indicazioni sul tipo di trattamento che il paziente dovrebbe ricevere».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid: in Cina ondata variante XBB, attesi 65 milioni di casi a settimana a fine giugno
Anche se l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha dichiarato la fine della pandemia, non sono escluse ondate di contagi anche molto forti. Sarà così molto presto in Cina, dove si prevede che la nuova ondata di Covid-19 in corso raggiunga un picco da circa 65 milioni di casi a settimana a fine giugno. L'allarmante scenario è stato paventato da Zhong Nanshan, il principale esperto di malattie respiratorie del gigante asiatico
Usa: caccia al paziente Covid più “lungo” di sempre. Si temono mutazioni pericolose
Negli Stati Uniti è caccia aperta al paziente Covid più longevo di sempre. Più precisamente al paziente che si pensa sia positivo da più tempo. Quello che i ricercatori oggi sanno è che il paziente potrebbe vivere nell'area di Columbus, la più grande città dello stato di quasi 1 milione di abitanti,  e che è portatore di una versione altamente mutata del virus Sars-CoV-2 che «è diversa da qualsiasi cosa» che gli esperti abbiano visto
Aviaria si sta diffondendo tra animali «in modo efficiente». Allarme degli esperti: «Può essere peggio del Covid»
A lanciare l'allarme è uno studio condotto da una collaborazione di ricercatori in Canada, che ha definito la scoperta «molto preoccupante». Il virus degli uccelli si diffonde «in modo efficiente» nei furetti e questo suggerirebbe una possibile diffusione negli esseri umani
I vaccini anti-Covid hanno salvato oltre 1 milione di vite in Europa
I vaccini contro Covid-19 hanno salvato almeno 1.004.927 vite in Europa, tra dicembre 2020 e marzo 2023. Lo ha stimato una nuova ricerca presentata al Congresso europeo di microbiologia clinica e malattie infettive (ECCMID) in corso a Copenaghen, in Danimarca. La stragrande maggioranza delle vite salvate, il 96%, erano individui di 60 anni d'età o più
Covid: il vaccino spray funziona meglio degli altri. Presto inizieranno i test sull’uomo
Il vaccino anti-Covid spray nasale non solo è efficace, ma sembra funzionare meglio di quelli attualmente disponibili. Sono promettenti i risultati preliminari della sperimentazione sugli animali. Lo studio pubblicato sulla rivista Nature Microbiology avvicina il nuovo vaccino ai primi test sull'uomo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ferie non godute: c’è chi ha “regalato” all’Azienda sanitaria 450 giorni (e potrebbe ricevere 117mila euro di indennizzo)

A causa della carenza di personale sono tantissimi i medici che non riescono ad andare in ferie anche se ne fanno esplicita richiesta. Ma cosa dice la giurisprudenza e cosa può fare un professi...
Salute

Dichiarazione dei redditi: tutte le novità per detrarre le spese sanitarie nel 730

A Sanità Informazione Marco Petrillo (Presidente commissione fiscale UNEBA) spiega le regole del modello precompilato. Tra le novità meno documenti da conservare
Salute

Covid: in Cina ondata variante XBB, attesi 65 milioni di casi a settimana a fine giugno

Anche se l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha dichiarato la fine della pandemia, non sono escluse ondate di contagi anche molto forti. Sarà così molto presto in Cina, d...