Mondo 9 Aprile 2020 14:00

Coronavirus, cosa succederà nei prossimi 150 giorni? Le proiezioni di IQVIA

Secondo la società leader nel campo dell’analisi dei dati in ambito medico, in Italia nei prossimi cinque mesi ci saranno tra i 184mila ed i 246mila casi di Covid-19

Secondo gli studi condotti da IQVIA, leader globale nel campo dell’analisi dei dati in ambito medico, l’Italia dovrebbe aver raggiunto il picco dell’epidemia. E se non lo ha fatto, lo raggiungerà il 16 aprile. La società, infatti, ha esaminato i numeri relativi all’epidemia dei principali Paesi colpiti (Stati Uniti, Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Spagna, Giappone e Canada) e fatto delle proiezioni su cosa accadrà nei prossimi 150 giorni secondo tre scenari: ottimista, normale e pessimista.

LEGGI IL RAPPORTO COMPLETO

Ebbene, secondo gli analisti, in Italia potremmo avere tra i 184mila ed i 246mila casi di Covid-19 nei prossimi 5 mesi. Ad ogni modo, la curva è destinata a scendere in modo verticale fino ad annullarsi presumibilmente nel mese di settembre. Dovrebbe essere ancora la Lombardia ad avere i numeri più alti, con una forbice di casi che oscilla tra i 60mila e gli 86mila.

Più alti i numeri della Spagna, dove la forbice tra “scenario ottimista” e “scenario pessimista” è più ampia: nei prossimi 150 giorni infatti potrebbero esserci tra i 168mila e i 345mila casi.

Ben diversa la proiezione fatta per gli Stati Uniti, dove il picco dovrebbe arrivare nella seconda metà di aprile. Negli States sono attesi nei prossimi 150 giorni tra i due e i tre milioni di casi, molti dei quali (tra i 670mila e il milione) concentrati nello stato di New York.

Anche la Germania dovrebbe raggiungere il picco nel mese di aprile e dovrà aspettarsi, nei prossimi 5 mesi, tra i 147mila ed i 200mila casi di Covid-19. Ancora in crescita per qualche giorno la curva dei casi in Francia, dove, infine, secondo le proiezioni potrebbero verificarsi tra i 117mila ed i 200mila casi.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Vaccini, Regimenti (Lega): «Diversificare acquisto e non limitarsi a quelli a mRNA, serve migliore offerta per cittadini»
L'eurodeputata della Lega chiede chiarimenti alla Commissaria alla Salute Kyriakides «sul contratto stipulato recentemente con Pfizer solleverebbe l’azienda da qualsiasi responsabilità una volta consegnate le dosi»
Covid-19, gli effetti sulla salute mentale (uno studio italiano)
di Francesco Minelli, Psicologo/Psicoterapeuta
di Francesco Minelli, Psicologo/Psicoterapeuta
Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo
Al 22 aprile, sono 143.863.870 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.058.640 i decessi. Ad oggi, oltre 928,68 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 22 aprile: Ad oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto […]
Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»
«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Erich Grimaldi, Presidente del Comitato Cure Domiciliari Covid-19
Vaccini, Regimenti (Lega): «Velocizzare campagna e puntare su produzione in Ue»
«L'Italia e l'Europa hanno tutto il potenziale per produrre i vaccini sul proprio territorio» sottolinea l'eurodeputata della Lega Luisa Regimenti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 22 aprile, sono 143.863.870 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.058.640 i decessi. Ad oggi, oltre 928,68 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...