Salute 20 Maggio 2020 09:00

Coronavirus, continuano le occasioni di vacanze gratuite per medici, infermieri e sanitari

Solidarietà, riconoscenza ma anche voglia di ripartire per le strutture turistiche: possibilità dalla Puglia alla Riviera

di Tommaso Caldarelli
Coronavirus, continuano le occasioni di vacanze gratuite per medici, infermieri e sanitari

Riconoscenza, gratitudine, tributo: dopo le prime voci dei tantissimi operatori turistici che stanno proponendo vacanze gratuite e pacchetti scontati a medici e personale sanitario, protagonisti dei giorni dell’epidemia da coronavirus, la solidarietà sembra propagarsi. Altre realtà dell’accoglienza e del turismo contattano Sanità Informazione per raccontare le loro iniziative a beneficio di chi, negli ospedali, «ha dato il proprio tempo e in alcuni casi la propria vita»; così Giulia Apicella, titolare dell’Hotel Miramare a Rodi Garganico che, raggiunta al telefono, spiega: «Abbiamo attraversato un periodo molto difficile, alcuni – molti direi – medici hanno perso la vita e cercavamo un modo per dire grazie. Non sapevamo in che modo offrire il nostro aiuto in maniera materiale e quanto fatto da alcune strutture ricettive nostre amiche ci sembrava un ottimo strumento». La struttura sul promontorio foggiano mette a disposizione «soggiorni a mezza pensione gratuiti per eventuali medici, infermieri, personale sanitario, più formule di scontistica per accompagnatori». La titolare racconta di star sensibilizzando sull’iniziativa anche «bar, ristoranti e altri esercizi commerciali» che si sono detti interessati a partecipare «dando disponibilità di vario genere, dagli sconti, agli aperitivi la sera, alle colazioni». «Devo ancora capire bene quando sarò nelle condizioni di aprire – aggiunge – e in base a questo modulerò le offerte».

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, DA NORD A SUD ITALIA VACANZE GRATIS PER MEDICI E PROFESSIONISTI SANITARI

Rimaniamo a Rodi Garganico con lo staff del Villaggio Albergo Due Pini: «Vorrei evitare che ci si trovi in una situazione, come dicono da noi, di ‘passata la festa, gabbato lo santo’. Tanta solidarietà, ringraziamenti ai medici e poi nessuno li ricorda più. I medici hanno lottato, quando c’è stato da ballare hanno ballato ed è giusto riconoscere a queste persone nei limiti del possibile un riscatto per l’impegno. Per loro è stato un periodo critico e difficile e lo so perché molti dei nostri clienti storici sono medici e sanitari», spiega al telefono la titolare: «Sono rimasta sconcertata dal sapere che i nostri amici facevano ore e ore di servizio continuativo molto spesso senza dispositivi di protezione individuale». La struttura, spiega, è intenzionata a offrire a medici e sanitari «soggiorni di 5 giorni gratuiti in un alloggio con angolo cottura e servizi inclusi. Abbiamo intenzione di aprire il 28 giugno e avremo disponibilità fino al 12 luglio. Alcuni mi stanno chiedendo per la settimana di Ferragosto ma sfortunatamente non siamo nelle condizioni di offrire gratuità in quel periodo. Dico però comunque a tutti di scriverci e di chiederci, proveremo in ogni caso ad avere un occhio di riguardo e a praticare tutte le scontistiche possibili», aggiunge.

Saliamo sull’Adriatico e andiamo a Ravenna, in piena Riviera dove il Consorzio Camping e Natura che raccoglie circa 60mila posti fra campeggi, villaggi vacanze, bungalow e case d’alloggio in varia formula «ha lanciato l’iniziativa di 150 soggiorni gratuiti per personale medico in strutture camping», ci spiega Carlo Ravaioli, responsabile del consorzio, «con varie possibilità per piazzole, camper, case mobili, bungalow, tende». L’iniziativa è ancora in fase di definizione a livello di «criteri di allocazione e di precedenza», confessando che magari sarà tenuto «un occhio di riguardo per i sanitari provenienti dalla provincia di Piacenza», come tributo territoriale, insomma. Le motivazioni, ancora una volta, sono assolutamente incardinate nelle tristi immagini viste alla tv in queste settimane; ma non solo: «Quando abbiamo predisposto l’iniziativa, ci siamo mossi sulla base di un pensiero di riconoscenza, perché le immagini che vedevamo tutte le sere in tv… confesso che a un certo punto ho smesso di guardarle, perché temevo di finire in depressione. Una vicenda davvero triste che ci ha toccato nel profondo. In seconda battuta – spiega Ravaioli – questa può essere un’occasione anche per noi. Se questo dono viene recepito e fiorisce vuol dire che anche noi del settore turismo possiamo ripartire, possiamo ricominciare a lavorare, che la stagione riparte. Insomma, che possiamo crederci. Ed ecco che questa iniziativa – conclude il responsabile del consorzio – può unire solidarietà e speranza».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Nel 2022 il caldo ha ucciso oltre 70mila persone in Europa, più di quanto stimato prima
Durante l'estate del 2022 la mortalità per caldo in Europa è stata piuttosto elevata, più di quanto precedentemente stimato. Uno studio condotto dall’Istituto di Barcellona per la salute globale, pubblicato su The Lancet Regional Health – Europe, ha concluso che, a causa delle temperature elevate, si sarebbero verificati oltre 70.000 decessi nel Vecchio Continente lo scorso anno
Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo
Ad oggi, 28 febbraio 2023, sono 675.188.796 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.870.894 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino disponibile (23 febbraio 2023): Oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 25.576.852 (4.720 in più rispetto a ieri). Il […]
In estate più malati che in inverno. Colpa del Covid o del caldo?
Questa estate sembra essersi verificato un aumento delle infezioni. Nel Regno Unito ipotizzano un legame con le restrizioni anti-Covid. Per Cricelli (Simg) ad essere determinante è il troppo caldo
Perché d’estate la coppia scoppia. Tutta “colpa” del sole
Recine (psicoterapeuta): «Durante la stagione estiva il nostro corpo, complice la luce del sole presente in modo più intenso e per molte più ore, produce più serotonina, l’ormone della felicità. Al contrario, d’inverno, in presenza di meno luce naturale, il nostro corpo è portato a generare più melatonina, associata a tranquillità, stabilità e serenità»
L’estate italiana 2022 è la più calda di sempre. Bollino rosso in 16 città
L’ondata di calore sarà molto intensa, ma di durata inferiore rispetto alle precedenti. Coldiretti: «La tendenza al surriscaldamento in Italia è evidente e la classifica degli anni più caldi negli ultimi due secoli si concentra nell’ultimo decennio»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Cirrosi epatica, i pazienti chiedono meno burocrazia e maggior accesso al teleconsulto

Nella nuova puntata di The Patient Voice, Ivan Gardini (EpaC Ets), Ilenia Malavasi (Affari Sociali) e Francesca Ponziani (Pol. Gemelli)
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...