Salute 4 Maggio 2020

Coronavirus, da nord a sud Italia vacanze gratis per medici e professionisti sanitari

Le interviste al sindaco di Cavallino-Treporti (VE) e ad un albergatore di Rodi Garganico (FG): uniti nelle iniziative solidali per gli operatori in corsia

di Tommaso Caldarelli
Immagine articolo

Settimane di vacanze gratis per medici, infermieri, professionisti e operatori sanitari: sono diversi i centri turistici, i comuni e le amministrazioni che hanno proposto delle soluzioni pacchetto destinate ai soldati di prima linea dell’emergenza Coronavirus con il duplice scopo di ringraziare, celebrare e confortare, da un lato, i professionisti della salute; dall’altro il non secondario obiettivo di tenere in piedi le località del turismo che si preparano a vivere un’estate 2020 dagli indicatori sensibilmente ridotti rispetto al normale. Iniziative del genere sorgono un po’ in tutta la penisola ed è stato il Corriere della Sera, fra gli altri media, a segnalare operatori del turismo pronti a mettersi a disposizione per accogliere i medici e i sanitari.

Cavallino-Treporti è una rinomata località balneare sulla laguna veneta e il territorio comunale corrisponde alla grande isola che chiude a nord lo spazio marittimo della Serenissima; è una delle mete più rinomate in Italia e in Europa per il turismo campeggistico e l’Ente Parco di Cavallino-Treporti sotto la regia dell’amministrazione comunale ha messo a disposizione diverse settimane gratuite per i professionisti della salute. Sanità Informazione ha potuto parlare con l’avvocato Roberta Nesto, sindaco di Cavallino-Treporti:«Molti professionisti della salute in questi lunghi giorni di lavoro sono stati lontani dalle loro famiglie e molto impegnati. Abbiamo pensato allora di offrire a questi cittadini una settimana nelle nostre strutture turistiche, una settimana con le loro famiglie. Credo che abbiamo assistito nelle ultime settimane a prove, a vicende di grande generosità. Penso ai sanitari ma anche alle forze dell’ordine, alla protezione civile e persino ai dipendenti delle amministrazioni. Sono persone che sono andate ben oltre il loro inquadramento contrattuale e anche il loro salario. Si sono spesi al di là del valore che concretamente percepiscono e hanno fatto la differenza», ha detto la prima cittadina.

LEGGI ANCHE: DA EROI A UNTORI, QUANDO MEDICI E INFERMIERI SONO ACCUSATI DI DIFFONDERE IL VIRUS

«Abbiamo ancora posto – conferma l’avvocato Nesto – stiamo ancora raccogliendo le disponibilità e stiamo scoprendo che le nostre strutture stanno aumentando le settimane messe a disposizione. Ad occuparsi di smistare le prenotazioni è l’ente parco turistico che gestisce la lista di attesa con un criterio di estrazione. Mettiamo a disposizione degli utenti tre tipologie di soggiorno, abbiamo hotel, soluzioni extra-alberghiere come case vacanza e abbiamo campeggi, intendendo sia piazzola che bungalow o case mobili. Insomma l’offerta è variegata e questo ci aiuterà a far conoscere un po’ di più Cavallino-Treporti agli italiani visto che di media noi abbiamo ad oggi il 70% di turismo di lingua tedesca con 6,5 milioni di presenze all’anno dalla Germania».

Scendendo sulla costa adriatica incontriamo un’altra struttura che offre vacanze gratuite ai professionisti della sanità, questa volta nella rinomata Rodi Garganico in provincia di Foggia e sul promontorio del Gargano. La famiglia Buo gestisce dal 1985 il ristorante-albergo “Il Giardino” in località Lido del Sole a pochi chilometri dal lago di Varano; qui le settimane gratuite sono andate esaurite dopo pochissimo tempo dall’apertura dell’iniziativa ma, spiega al telefono la famiglia Buo raggiunta da Sanità Informazione, sono previste ora sia delle scontistiche che altre possibilità gratuite offerte da altre strutture della zona che si stanno attivando per partecipare al progetto solidale. «Abbiamo pensato a questa iniziativa intorno al 10 di marzo, quando si è iniziato a parlare del primo lockdown – spiega il titolare -. Abbiamo parenti e amicizie che fanno gli infermieri in prima linea, in alta Italia e sul fronte di guerra, così abbiamo pensato di premiarli in qualche modo. Noi sappiamo che uno dei principali stimoli al lavorare meglio è quello di pensare che poi si potrà avere una vacanza. Il senso del dovere è importante però poi deve essere in qualche modo premiato».

«Così abbiamo messo a disposizione per 13 settimane un alloggio per due persone con angolo cottura, cinque giorni totalmente gratis senza pagare nessuna spesa aggiuntiva. La notizia è girata subito moltissimo e in poco tempo questa promozione è terminata; allora abbiamo raddoppiato, abbiamo messo altre settimane in più e abbiamo deciso che resteremo aperti anche a ottobre offrendo date anche lì. Siamo in contatto con altri colleghi, in questi giorni dovremmo raggiungere un accordo che consentirà di gestire tutte le richieste. Noi del turismo – conclude Buo – ci sentiamo molto vicini a chi lavora in ospedale. Sono persone in lotta con un grande senso di responsabilità e come noi fanno un lavoro che puoi fare solo se ti piace, non si può fare il turismo controvoglia, non puoi avere un ristorante o un albergo se non ti piace questo lavoro perché sennò il secondo giorno chiudi e te ne vai: così i medici. Molti si sono privati dei loro affetti e qualcuno, anche per colpa di strutture e protocolli non adeguati, ci ha rimesso anche la vita».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

 

Articoli correlati
La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia
Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 294.932 (1.907 in più rispetto a ieri). 99.839 i […]
Coronavirus, nell’ultima settimana +26% di ricoveri e +41% di terapie intensive
Nella settimana 9-15 settembre si stabilizza l’incremento dei nuovi casi, ma cala di oltre 58mila il numero dei tamponi. Il report di Gimbe
Recovery Fund, Senatrice Binetti: «Ministero dimentica di destinare quota alle malattie rare»
Presentata relazione programmatica dell’intergruppo parlamentare per le malattie rare sottoscritta dalle Associazioni di pazienti: «Dimenticati durante la pandemia, da quattro anni aspettiamo un nuovo Piano Nazionale finanziato»
Coronavirus e cariche virali: a dieci anni resta positivo (e in isolamento) per tre mesi con pochissimi sintomi
Due studi dell’Istituto Villa Santa Maria di Como, pubblicati sul Journal of Infection, approfondiscono casi asintomatici fra bambini e adolescenti dimostrando che possono risultare positivi al tampone per lunghi periodi a causa della cariche virali alte
Coronavirus, Sipps: «Rafforzare medicina territoriale, 30mln di tamponi in autunno»
I pediatri chiedono il potenziamento della medicina territoriale e suggeriscono tre azioni strategiche contro nuovi contagi e morti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

«La prima ondata? Non è mai finita. Ora però risparmiamoci un altro lockdown»

Intervista all'infettivologo Stefano Vella: «Doveva finire la fase del terrore, non della paura. La paura in questi casi ci salva la vita»