Salute 24 Luglio 2020

Casi in aumento in Italia, Spada (Humanitas): «Salgono anche i tamponi, non c’è motivo di agitarsi»

Secondo il chirurgo di Humanitas, in collegamento su “Pillole di ottimismo” è opportuno mantenere la calma. Gli asintomatici sono il 60% del totale dei nuovi tamponi, meno di 10% i casi severi

Casi in aumento in Italia, Spada (Humanitas): «Salgono anche i tamponi, non c’è motivo di agitarsi»

I casi di Covid-19 in Italia sembrano aumentare, ma allo stesso modo è risalito il numero di tamponi effettuati. «Manteniamo la calma, è presto per definire un trend» è l’invito di Paolo Spada, chirurgo vascolare all’Humanitas Research Hospital, sulla pagina Facebook “Pillole di ottimismo”. Se ieri ci sono stati 306 nuovi positivi su 60.311 tamponi e 33.018 persone testate «125 nuovi casi identificati in corso di tracciamento e 181 da screening», così «negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 94 casi da tracciamento e 135 da screening, su 229 nuovi positivi al giorno».

«Nei sette giorni precedenti – ha spiegato – erano rispettivamente 78, 118 e 196. Quindi negli ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti la variazione è stata di +33 casi totali al giorno, di cui +16 casi da tracciamento e +17 da screening». «Osservando un periodo ancora più lungo – prosegue – la media giornaliera dei casi da tracciamento nelle ultime quattro settimane ha avuto questo andamento: 71, 73, 78, 94, quella degli screening 108, 127, 118, 135, e quella dei nuovi positivi totali 179, 200, 196, 229. Ci pare un po’ presto per definire un trend a salire, ma certo qualche segnale c’è. L’agitazione pare comunque largamente sovradimensionata rispetto ai numeri», ha osservato Spada.

Anche riguardo le differenze regionali, negli ultimi sette giorni quelle «con il maggior numero di casi da tracciamento sono state Emilia Romagna (15 casi al giorno; +2 rispetto ai sette giorni precedenti), Campania (12 casi al giorno, +7), Liguria (10 casi, +9), Lazio (7 casi, 0), e Veneto (6 casi, +3)».

AUMENTO DEI TAMPONI NELLE REGIONI

«Considerati tutti i nuovi casi positivi, inclusi quindi gli screening – ha continuato Spada – le Regioni con il maggior numero negli ultimi sette giorni sono state: Emilia Romagna (45 casi al giorno; +7 rispetto ai sette giorni precedenti), Veneto (37 casi al giorno, +21), Lazio (16 casi, -3), Liguria (13 casi, +7), e Campania (12 casi, +7). I decessi registrati ieri sono stati 10, di cui 3 in Lombardia». «In media abbiamo avuto in Italia 11 decessi al giorno – ha spiegato Spada – negli ultimi sette giorni, e 13 nei sette giorni precedenti (in Lombardia 4 e 6, rispettivamente). Va considerato sempre che molta parte dei decessi riguarda pazienti la cui infezione risale a vecchia data. Restringendo il conto ai casi di infezione riscontrati negli ultimi 30 giorni, si registrano mediamente 1,6 decessi al giorno (48 morti su 5.505 casi in 30 giorni, letalità 0,87% al 16 luglio)».

«L’età mediana dei nuovi positivi dai tamponi registrati negli ultimi 30 giorni è 43 anni (in riduzione), rispetto a 61 anni se considerati tutti i casi da inizio epidemia. I casi asintomatici sono complessivamente il 60% del totale, mentre i casi severi rappresentano mediamente meno del 10%, salvo per le fasce d’età più avanzate. I casi critici appaiono percentualmente ridottissimi e quasi esclusivamente limitati alle ultime decadi», ha concluso.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Una giornata in un Covid hotel di Milano, dove i posti stanno per terminare
All'hotel Baviera del gruppo Mokinba forze dell’ordine, operatori sanitari e senza tetto aspettano in isolamento la negatività al virus
di Federica Bosco
Tecnici di Laboratorio, Casalino (CdA Roma): «Noi al lavoro su turni h24 e con grandi difficoltà. Ma la Legge di Bilancio non ci valorizza»
«Un considerevole numero Tecnici di laboratorio hanno contratto il COVID 19 e alcuni sono deceduti» ricorda il Presidente della Commissione d'Albo dei TSLB di Roma Paolo Casalino che aggiunge: «Esistono anche altri attori del SSN, che sicuramente non sono meno importanti, ma meritano riconoscimento e valorizzazione»
Tamponi rapidi in farmacia con supporto biologi, D’Anna (OnB): «Intesa con Federfarma»
Intesa tra Federfarma e ordine dei Biologi sui tamponi in farmacia. D'Anna (presidente OnB): « Entrambi i "fronti" dello screening Covid vedranno l’ingresso in campo dei biologi»
MMG e tamponi, Regimenti (Lega): «Accordo non doveva essere obbligatorio. Ora medici rischiano salute e ricorsi»
L’europarlamentare del Carroccio è critica verso l’ACN che ha imposto ai medici di famiglia l’esecuzione dei tamponi rapidi. «Andava data loro la possibilità di effettuarli in tutta sicurezza, in locali idonei messi a disposizione in modo capillare sul territorio»
Medici di base sotto accusa, Caudo (Fimmg): «Attacchi strumentali e facilmente contestabili. Siamo il primo riferimento dei cittadini»
Giacomo Caudo, presidente nazionale della Fimmg, pone l’accento sui mancati investimenti per la medicina di famiglia e ricorda: «Mezzo milione di positivi chiamano i medici di base per motivi di salute, psicologici, sociali e anche burocratico-amministrativi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 27 novembre, sono 60.997.052 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.432.299 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 27 novembre...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli