Salute 10 Marzo 2021 12:00

Caregiver, operativo Fondo da 70 milioni di euro. Ora tocca alle Regioni inviare i progetti

Le regioni devono ora adottare specifici indirizzi integrati di programmazione e hanno 60 giorni di tempo dalla pubblicazione del decreto per inviare il piano di massima delle attività da finanziare. La senatrice Guidolin (M5S): «È un segnale, sono fondi che arrivano direttamente nei territori e che ora devono essere spesi bene»

Caregiver, operativo Fondo da 70 milioni di euro. Ora tocca alle Regioni inviare i progetti

Non sarà la svolta attesa dal mondo delle famiglie e dei caregiver delle persone con gravi disabilità, ma in questi difficili tempi di pandemia, con i servizi territoriali spesso a singhiozzo, si tratta di fondi che possono segnare un’inversione di tendenza.

In attesa del Disegno di legge sul caregiver familiare all’attenzione della Commissione Lavoro del Senato, è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto del 27 ottobre 2020 firmato dai Ministri per le Pari opportunità e la famiglia e del Lavoro e delle politiche sociali, contenente i “Criteri e modalità di utilizzo delle risorse del Fondo per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare per gli anni 2018-2019-2020”.

Quasi 70 milioni di euro per i caregiver

Si tratta di oltre 44 milioni di euro per il 2018-2019 e quasi 24 milioni per l’anno 2020 che dovranno essere spesi dalle regioni in interventi di sostegno e sollievo destinati ai caregiver di persone in condizione di disabilità gravissima così come definito dall’articolo 3 del decreto 26 settembre 2016 del Ministero del Lavoro. «Ora le Regioni hanno 60 giorni di tempo per fare richiesta e poi 45 giorni di tempo per l’erogazione – commenta a Sanità Informazione la senatrice M5S Barbara Guidolin, da sempre in prima linea sulle misure a sostegno dei caregiver -. Penso che sia un segnale in questo periodo turbolento, fondi che arrivano direttamente nei territori e che ora devono essere spesi bene».

Nella ripartizione Lombardia, Lazio e Campania fanno la parte del leone essendo le regioni più popolose. Le regioni devono ora adottare specifici indirizzi integrati di programmazione per gli interventi: hanno 60 giorni di tempo dalla pubblicazione del decreto (avvenuta il 22 gennaio, quindi non c’è troppo tempo) per inviare il piano di massima delle attività da finanziare con cronoprogramma di attuazione e relativi costi. Il Dipartimento delle Politiche per la Famiglia della Presidenza del Consiglio provvede entro 45 giorni ad erogare i fondi a ciascuna regione e a monitorare la realizzazione degli interventi finanziati.

I progetti da finanziare

Ma quali progetti saranno finanziati? «Bisogna puntare all’adeguamento dei livelli essenziali delle prestazioni (LEP) e dei livelli essenziali di assistenza (LEA) – spiega la senatrice Guidolin -. E poi credo che bisogna guardare alle necessità della vita di tutti i giorni: penso ad interventi di sostegno che possano permettere a un caregiver di prendersi due o tre ore magari semplicemente per andare a fare la spesa. Ma penso anche al supporto psicologico».

La vera svolta però sarebbe l’approvazione del Disegno di legge che l’emergenza pandemica ha bloccato nei meandri del Senato e che, tra le altre cose, prevede il riconoscimento del valore sociale ed economico dell’attività di cura e di assistenza svolta dal caregiver familiare «quale risorsa volontaria dei servizi socio-sanitari e sanitari locali di assistenza alla persona e di valorizzazione dell’assistenza domiciliare della persona».

«Ora che i lavori parlamentari stanno in qualche modo ripartendo il Ddl è la priorità da parte di tutte le forze politiche, confido che l’esame riprenda quanto prima», conclude la senatrice Guidolin.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Ictus, da Iss e Alice un manuale di comunicazione con i pazienti e i familiari
La comunicazione verso la persona colpita da ictus e la sua famiglia deve essere corretta e adeguata in tutte le fasi. Per questo A.L.I.Ce. Italia Odv (Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale) ha partecipato al progetto dell'Istituto superiore di sanità (Iss), insieme ad altre associazioni, esperti e figure professionali, alla messa punto di un Manuale di valutazione della comunicazione del percorso assistenziale della persona con ictus
Terapie avanzate, necessario un nuovo sistema di finanziamento pubblico
A livello globale entro il 2030 saranno trattati oltre 500.000 pazienti terapie innovative (genica, cellulare e dei tessuti) con costi che si aggirano tra 1 e 3 milioni di euro a dose. Presentata una nuova proposta di finanziamento per i farmaci di domani, in anteprima europea dal gruppo di lavoro dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari (ALTEMS) - Facoltà di Economia dell’Università Cattolica, campus di Roma, insieme a LS CUBE Studio Legale
di V.A.
A Roma la premiazione della sesta edizione di #afiancodelcoraggio che dà voce agli uomini caregiver
“Il premio #alfiancodelcoraggio è un’iniziativa di grande valore sociale che tiene alta l’attenzione su un tema molto importante che tocca la vita di tante famiglie – spiega il Ministro per le Disabilità Alessandra Locatelli
di Redazione
Tumori: in Italia 1740 associazioni di pazienti e caregiver, numero 1 in Europa
Oltre 1.740 associazioni oncologiche di pazienti e caregiver censite in Italia solo nel 2023. Il nostro paese detiene dunque il record europeo in proporzione al numero di abitanti. Sono i dati «di capillarità» del primo Libro Bianco sul mondo del volontariato oncologico, promosso e redatto da ROPI
Geriatri SIGG: «Un anziano su 3 è vittima di abusi, più frequenti in estate»
Per gli anziani l'estate è la stagione «nera». E' infatti nel periodo delle vacanze che aumentano le situazioni di abuso. Ma se c'è una cosa di cui gli anziani hanno più bisogno è la gentilezza. Questo è il messaggio lanciato dalla Società italiana di gerontologia e geriatria, in occasione della Giornata mondiale contro gli abusi sugli anziani che si celebra oggi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

World Obesity Day: oltre un miliardo di obesi nel mondo, quadruplicati in 30 anni i bimbi oversize

L'analisi pubblicata su ‘Lancet’: la quota di 'oversize' fra gli adulti è più che raddoppiata nelle donne e quasi triplicata negli uomini dal 1990 al 2022, nell'arco di una t...
di I.F.
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.