Salute 16 Luglio 2018

Blockchain nel Terzo settore, Vella (AIFA): «Trasparenza e fiducia per le donazioni, utile anche per i bilanci delle multinazionali»

La nuova tecnologia ‘a blocchi’ protetta da sistemi crittografati garantisce una sicurezza persuasiva per i donatori. Stefano Vella, Presidente dell’Agenzia del Farmaco: «La rivoluzione è monitorare i fondi dalle mani dei benefattori a quelle dei beneficiari»

Immagine articolo

Trasparenza e fiducia. Questi gli assi portanti imprescindibili quando si parla di charity. I donatori che devolvono fondi per ONG e Onlus diventano sempre più esigenti e il controllo del percorso che le donazioni fanno dalle mani del benefattore a quelle del beneficiario, è fondamentale per la credibilità delle associazioni stesse. «Proprio per monitorare queste azioni la Blockchain può rappresentare un validissimo aiuto», dichiara Stefano Vella, Presidente AIFA e Direttore del Centro Nazionale per la Salute Globale dell’Istituto Superiore di Sanità.

LEGGI ANCHE: ASSISTENZA MIGRANTI, MINORI E SOGGETTI VULNERABILI: CRESCE LA RETE DI OIS ONLUS E SANITÀ DI FRONTIERA

«L’impiego della Blockchain in sanità è oramai cosa nota – prosegue Vella intervistato in occasione del Direttivo dell’Osservatorio Internazionale per la Salute Onlus di cui è membro del comitato scientifico -, controllo e condivisione delle cartelle sanitarie, dati dei pazienti al sicuro da furti o alterazioni, insomma questa tecnologia è in crescita e ora sarebbe il caso di applicarla anche nel fundraising per il settore no profit».

«La criptovaluta rivoluzionerà il Terzo settore», spiega Vella che sottolinea quante siano le realtà no profit, anche in Italia, che già hanno cominciato ad utilizzare la moneta virtuale supportata dalla tecnologia Blockchain per le raccolte solidali. Infatti a differenza di altre modalità di donazione, come gli sms per esempio, la ‘catena a blocchi’ protetta da algoritmi crittografici, permette di monitorare e quantificare ogni cifra erogata tenendo sempre traccia esatta e immodificabile dei movimenti che questa subisce.

LEGGI ANCHE: «MAGGIORE EFFICIENZA E SICUREZZA DEL DATO», COSÌ LA BLOCKCHAIN STA GIÀ CAMBIANDO IL MONDO

«Questa rivoluzione tecnologica è stata inizialmente applicata ai bitcoin proprio per garantire il fatto che nessuno potesse toccare nulla senza che l’altro lo sapesse – conclude -. Prestissimo, sono convinto, questa tecnologia verrà utilizzata anche per il controllo dei bilanci nelle grandi aziende multinazionali».

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Formazione continua, David Sassoli (Pd): «Europa in campo per incentivare e premiare medici in regola con obbligo Ecm»
Il Vice Presidente del Parlamento Ue, in visita alla sede romana del gruppo Consulcesi, si è schierato al fianco dei medici ex specializzandi che ancora aspettano giustizia dallo Stato italiano: «È un diritto che dev’essere riconosciuto, il tema della mediazione giuridica credo che sia l’unico che possa consentire giustizia». Poi sottolinea l’esigenza di avere «un’Europa più forte» ma che sia arricchita dalle «buone pratiche italiane»
Farmaci sfusi, via libera alla sperimentazione in Italia. Li Bassi (Aifa): «Ridurrà l’inquinamento ambientale»
L'obiettivo è soddisfare i bisogni sanitari e migliorare l'efficientamento delle risorse a disposizione. Il ministro della Salute Grillo: «Potrebbe rivoluzionare la vendita dei farmaci al dettaglio»
Maratona di Roma 2019. Consulcesi Onlus: gara di solidarietà per sostenere l’Unità Mobile “Salute e Inclusione”
Gara di solidarietà anche tra i dipendenti e i manager di Consulcesi, che hanno partecipato alla Maratona di Roma per vincere la sfida contro l’indifferenza di chi vive ai margini
Blockchain, la sanità è uno dei settori in cui avrà più impatto. A Dubai presentati i risultati del “Survey chain” condotto da Consulcesi Tech
L’hi-tech company specializzata in Blockchain e cybersecurity ha presentato a Dubai “Survey Chain”. Il primo sondaggio basato sulla Blockchain dimostra che questa tecnologia avrà un impatto non soltanto in campo finanziario ma anche in quello sanitario
Leucemia mieloide e mieloma multiplo, il sì di AIFA a Molmed per la sperimentazione clinica del CAR-T CD44v6
MolMed, azienda biotecnologica focalizzata su ricerca, sviluppo, produzione e validazione clinica di terapie geniche e cellulari per la cura del cancro e malattie rare, comunica di aver ottenuto da AIFA l’autorizzazione ad avviare in Italia la sperimentazione clinica con il proprio CAR-T CD44v6 per il trattamento di pazienti con leucemia mieloide acuta e mieloma multiplo. […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Equivalenza titoli, TAR Lazio accoglie ricorso ANEP. L’avvocato Croce (Consulcesi & Partners): «Risultato apre strada anche alle altre figure»

Questo provvedimento impone l’avvio di iniziative dirette a far sì che si proceda all’individuazione dei criteri e delle modalità per il riconoscimento dell’equivalenza dei titoli conseguiti c...
Lavoro

Massofisioterapisti e fisioterapisti: uguali o diversi? La posizione di Beux (TSRM e PSTRP)

Alessandro Beux (TSRM e PSTRP): «Iscrizione solo per quelli che hanno conseguito titolo prima 1999»
Salute

Ecco la verità sugli integratori: business o vera salute? Facciamo chiarezza con Alessandro Mugelli (Presidente Società Italiana Farmacologia)

Cosa c’è dietro al boom inarrestabile e miliardario degli integratori alimentari? «Con uno stile di vita corretto ed un’alimentazione varia e completa non c’è nessun motivo di usare integrato...