Salute 11 Giugno 2019

Blockchain, Liberatore (IQVIA): «Ogni campo della sanità può essere ingegnerizzato»

All’evento “Futuro. Direzione Nord” il colosso mondiale IQVIA ha presentato la sua collaborazione con Consulcesi Tech su survey, ricerca e formazione dei medici. Liberatore: «Ora è possibile verificare se il medico ha svolto il suo aggiornamento»

Immagine articolo

La tecnologia blockchain può rivoluzionare il settore dell’aggiornamento professionale continuo in medicina. Attraverso la trasparenza, l’inviolabilità e la certificazione del dato, la blockchain sarà al servizio sia dei medici sia dei loro pazienti. Ne è convinto Sergio Liberatore, General Manager IQVIA che hai nostri microfoni ha spiegato come «ogni singolo campo della sanità può essere veramente ingegnerizzato in maniera efficiente».

«La tecnologia blockchain è di estremo interesse in ogni aspetto del mondo della salute, – continua Liberatore ai microfoni di Sanità Informazione – dalla ricerca clinica alla gestione dei record dei pazienti, alla logistica, alla distribuzione. Ogni singolo campo della sanità può essere veramente ingegnerizzato in maniera efficiente con la tecnologia blockchain che permette la segregazione dei dati e allo stesso tempo la completa trasparenza e la completa inviolabilità del dato. Questo è molto importante, pensate soltanto ad un progetto di reputation delle strutture sanitarie, il fatto di poter essere sicuro di quello che si trova nella struttura sanitaria dove si va ad interagire. Abbiamo lanciato questo progetto pilota con Consulcesi Tech presso l’Ordine dei medici di Milano. L’idea è di raccogliere attraverso la tecnologia blockchain la soddisfazione dei pazienti presso i medici e presso le strutture sanitarie. Questo è di estremo interesse perché permette di migliorare l’efficienza, di fare dei risparmi anche per il Servizio sanitario nazionale e sicuramente permettere a chi fa bene il proprio mestiere di poter eccellere, essere messo in evidenza».

La blockchain consente di salvaguardare anche la privacy, in linea con la nuova stringente normativa dell’Unione europea. «Permette, nella maggior parte dei casi, – spiega ancora Liberatore – di dividere quelli che sono dei dati oggetto ad esempio di una survey o di un’indagine dai dati cosiddetti sensibili del paziente, quindi permette assolutamente di dissociarli e quindi di poter fare tutte le analisi possibili in perfetto accordo con le regole europee che oggi sono molto stringenti sulla riservatezza e sulla privacy dei pazienti».

Dal palco dell’evento “Futuro. Direzione Nord” svoltosi a Milano, il General Manager di IQVIA ha raccontato della collaborazione con Consulcesi Tech, che di recente ha lanciato un’innovativa piattaforma per la formazione dei camici bianchi in Albania. «Tutta la formazione dei circa 40mila medici albanesi è oggi passata in una tecnologia blockchain. Hanno fatto vedere dal vivo, dalla pagina del portale, la possibilità di verificare se quel determinato medico abbia svolto il suo aggiornamento. La formazione degli operatori sanitari, non soltanto del medico, in Italia è obbligatoria. Non sono ancora chiarite le sanzioni in cui uno incorre, però la sanzione peggiore in questo caso è la mancanza di fiducia del paziente. Se io ad esempio vado da un medico che mi deve operare alla mano e ho visto che non ha mai fatto un corso di aggiornamento da quando si è laureato, magari mi porrei qualche dubbio, cercherei di andare da qualcun altro».

Articoli correlati
Marco Camisani Calzolari spiega la blockchain in Sanità: «Renderà tutto molto più trasparente»
A Milano il convegno “Responsabilità professionale e arbitrato della salute” è stata l'occasione per presentare tutte le potenzialità in campo sanitario della nuova tecnologia
Contenzioso medico-paziente, Rossi (OMCeO Milano): «Patient satisfaction? Se c’è certificazione allora può aiutare»
«Nessuno deve poter pensare che i dati possono essere in qualche modo drogati», spiega il presidente dell’Ordine dei Medici di Milano, Roberto Carlo Rossi. La soluzione è stata proposta da Consulcesi durante l'evento milanese “Responsabilità professionale e arbitrato della salute”
Blockchain e diritti, a Milano la nuova tecnologia che misura la “patient satisfaction” per ridurre i contenziosi
Permette di raccogliere in tempo reale le opinioni di pazienti sulle cure ricevute nelle strutture sanitarie e negli studi medici. Massimo Tortorella, presidente Consulcesi: «Cambierà completamente il paradigma nel mondo sanitario»
Filiera del farmaco, Mandelli (FOFI): «Vigilanza e collaborazione con i Nas per la lotta ai farmaci contraffatti. Ma ben venga la blockchain»
Il Presidente della Federazione Ordini farmacisti Italiani sottolinea: «La nostra filiera è sicura ma tenere alta la guardia è la maniera migliore per evitare problemi»
La blockchain a Striscia La Notizia, Marco Camisani Calzolari spiega agli italiani la tecnologia del futuro (anche per la salute…)
VIDEO | Dalla formazione medica alla patient satisfaction, l’esperto digitale di Canale 5 illustra i nuovi campi di applicazione della ormai celebre tecnologia della “catena a blocchi”. A Tirana l'evento Consulcesi con Marco Camisani Calzolari proprio su blockchain e formazione medica. E il 5 giugno a Milano appuntamento su blockchain e sanità all’Ordine dei Medici
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...
Politica

Elezioni europee, ecco gli impegni dei candidati per i medici

Dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ai suoi vice David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, fino al nuovo volto della Lega, l’economista Antonio Maria Rinaldi: le ricette in campo sui ...
Politica

Europee, ecco i risultati. Vanno bene i camici bianchi

Entra nel Parlamento europeo Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa candidato con il Partito Democratico che conquista nella circoscrizione insulare oltre 135 mila voti, secondo nelle preferenze solo ...