Salute 11 Giugno 2019

Blockchain, Liberatore (IQVIA): «Ogni campo della sanità può essere ingegnerizzato»

All’evento “Futuro. Direzione Nord” il colosso mondiale IQVIA ha presentato la sua collaborazione con Consulcesi Tech su survey, ricerca e formazione dei medici. Liberatore: «Ora è possibile verificare se il medico ha svolto il suo aggiornamento»

Immagine articolo

La tecnologia blockchain può rivoluzionare il settore dell’aggiornamento professionale continuo in medicina. Attraverso la trasparenza, l’inviolabilità e la certificazione del dato, la blockchain sarà al servizio sia dei medici sia dei loro pazienti. Ne è convinto Sergio Liberatore, General Manager IQVIA che hai nostri microfoni ha spiegato come «ogni singolo campo della sanità può essere veramente ingegnerizzato in maniera efficiente».

«La tecnologia blockchain è di estremo interesse in ogni aspetto del mondo della salute, – continua Liberatore ai microfoni di Sanità Informazione – dalla ricerca clinica alla gestione dei record dei pazienti, alla logistica, alla distribuzione. Ogni singolo campo della sanità può essere veramente ingegnerizzato in maniera efficiente con la tecnologia blockchain che permette la segregazione dei dati e allo stesso tempo la completa trasparenza e la completa inviolabilità del dato. Questo è molto importante, pensate soltanto ad un progetto di reputation delle strutture sanitarie, il fatto di poter essere sicuro di quello che si trova nella struttura sanitaria dove si va ad interagire. Abbiamo lanciato questo progetto pilota con Consulcesi Tech presso l’Ordine dei medici di Milano. L’idea è di raccogliere attraverso la tecnologia blockchain la soddisfazione dei pazienti presso i medici e presso le strutture sanitarie. Questo è di estremo interesse perché permette di migliorare l’efficienza, di fare dei risparmi anche per il Servizio sanitario nazionale e sicuramente permettere a chi fa bene il proprio mestiere di poter eccellere, essere messo in evidenza».

La blockchain consente di salvaguardare anche la privacy, in linea con la nuova stringente normativa dell’Unione europea. «Permette, nella maggior parte dei casi, – spiega ancora Liberatore – di dividere quelli che sono dei dati oggetto ad esempio di una survey o di un’indagine dai dati cosiddetti sensibili del paziente, quindi permette assolutamente di dissociarli e quindi di poter fare tutte le analisi possibili in perfetto accordo con le regole europee che oggi sono molto stringenti sulla riservatezza e sulla privacy dei pazienti».

Dal palco dell’evento “Futuro. Direzione Nord” svoltosi a Milano, il General Manager di IQVIA ha raccontato della collaborazione con Consulcesi Tech, che di recente ha lanciato un’innovativa piattaforma per la formazione dei camici bianchi in Albania. «Tutta la formazione dei circa 40mila medici albanesi è oggi passata in una tecnologia blockchain. Hanno fatto vedere dal vivo, dalla pagina del portale, la possibilità di verificare se quel determinato medico abbia svolto il suo aggiornamento. La formazione degli operatori sanitari, non soltanto del medico, in Italia è obbligatoria. Non sono ancora chiarite le sanzioni in cui uno incorre, però la sanzione peggiore in questo caso è la mancanza di fiducia del paziente. Se io ad esempio vado da un medico che mi deve operare alla mano e ho visto che non ha mai fatto un corso di aggiornamento da quando si è laureato, magari mi porrei qualche dubbio, cercherei di andare da qualcun altro».

Articoli correlati
Farmaceutica, come l’innovazione può cambiarne il passo. Liberatore (IQVIA): «Processo da velocizzare»
«In Italia l'accesso all'innovazione non è rapidissimo. Il Sistema Paese deve aiutare le aziende a renderla disponibile ai pazienti nel più breve tempo possibile e ai costi più ragionevoli». Così il general manager di IQVIA
di Federica Bosco
Big Data e ambiente, Desideri (ISS): «Il 30% delle cause di mortalità per tumore sono da ricondurre agli stili di vita»
«L’ambiente di vita e di lavoro deve essere al centro delle politiche del sistema sanitario pubblico» ha evidenziato Enrico Desideri, Presidente Fondazione ISS, a margine del congresso Big Data in Health di cui Sanità Informazione è stata media partner. E sul diritto dei cittadini ad intraprendere azioni legali per la mancata tutela della salute: «I cittadini devono alzare la voce e farsi sentire»
Congresso Aimo e simposio Goal, Tortorella: «La blockchain cambia la sanità, anche per gli oculisti »
Tra i temi affrontati, anche l’innovazione rappresentata dalla Blockchain. Tortorella (Consulcesi Tech): «È una tecnologia che verifica e congela l’accaduto. Fondamentale per certificare la formazione ECM»
di Giulia Cavalcanti e Cesare Buquicchio
Privacy, no del Garante all’uso illecito dei dati riguardanti accertamenti medici
Lo stop è arrivato a conclusione di un'istruttoria nell'ambito della quale sono emersi illeciti trattamenti di dati effettuati da un'azienda sanitaria e dalla società alla quale lo stesso ente aveva messo a disposizione copie di immagini della Tac, contenenti informazioni sulla salute di alcuni pazienti
Governo, Magi (Omceo Roma): «Bene l’attenzione di Conte sulla sanità, ma serve lo sblocco del turnover»
Intervistato in occasione della fiducia in Senato, il presidente Omceo Roma, Antonio Magi commenta positivamente i programmi per la sanità esposti dal premier Conte e dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Critico sull'utilizzo nei non specializzati in corsia, l'appello: «Non abbassare mai la qualità della professione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Salute

Super batterio New Delhi, nuova vittima in Toscana. Rezza (ISS): «Colonizza l’intestino, fondamentale rispettare prassi igienico-ospedaliere»

L’epidemia si sta allargando nella Regione. «Tra novembre 2018 e agosto 2019 è stato isolato nel sangue di 75 pazienti. Letale nel 40% dei pazienti con sepsi» specifica l’Ars Toscana. Rezza (Is...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...