Salute 9 Luglio 2018 12:08

Batterio Listeria, Giulia Grillo: «ll ministero della Salute ha subito attivato tutti i controlli»

Il ministero della Salute ha subito attivato tutti i controlli del caso sulla vicenda del batterio Listeria che ha provocato il ritiro di alcuni prodotti surgelati in via precauzionale. Al momento, nessun focolaio di infezione in Italia

Batterio Listeria, Giulia Grillo: «ll ministero della Salute ha subito attivato tutti i controlli»

«Sto seguendo con la massima attenzione la vicenda del batterio Listeria. I miei uffici hanno subito predisposto tutti i controlli e le misure necessarie». Con queste parole, il ministro della Salute Giulia Grillo, rassicura sul pronto intervento attuato dal ministero nella vicenda che ha visto coinvolta la Findus. La società di prodotti surgelati, infatti, nei giorni scorsi ha effettuato un richiamo “precauzionale e su base volontaria” di alcuni suoi prodotti, che potrebbero essere stati contaminati dal batterio Listeria.

Il ministero ci tiene a precisare che: «I ritiri fanno seguito a una segnalazione di allerta europea proveniente dall’Ungheria, relativa alla presenza di Listeria  monocytogenes in vegetali surgelati. La Listeria é resistente alle basse temperature e provoca tossinfezioni alimentari. Comunque viene inattivato con la cottura. Al momento non risultano focolai  di  infezione in Italia ed il ritiro dei prodotti sono effettuati in via precauzionale».

Ma di cosa parliamo nello specifico? La Listeria è una famiglia di batteri composta da dieci specie che ora preoccupa l’Europa per un’epidemia nata in Ungheria da mais e probabilmente altri ortaggi surgelati. Dal 2015 ad oggi, ha provocato 47 casi: 9 morti in 5 paesi europei, ovvero Austria, Danimarca, Finlandia, Svezia e Regno Unito.

Una di queste specie, Listeria monocytogenes, causa la listeriosi, una malattia che colpisce sia l’uomo che gli animali. La Listeria si ritrova nel terreno, nelle piante e nelle acque: seppur rara, è spesso grave. Anche gli animali, tra cui bovini, ovini e caprini, possono essere portatori del batterio. La principale via di trasmissione per l’uomo e gli animali è rappresentata dal consumo di cibo o mangime contaminato: è bene sapere che la cottura a temperature superiori a 65 gradi uccide i batteri.

La Listeria monocytogenes può essere presente in molti alimenti: pesce affumicato, carne, formaggi e ortaggi crudi. Per questo, si consiglia di tenere bassa la temperatura del frigorifero per evitare la crescita dei batteri nei cibi pronti. I sintomi dell’intossicazione da Listeria sono: nausea, vomito e diarrea ed infezioni più gravi, quali meningite e altre complicanze potenzialmente letali. Le persone più sensibili sono le cosiddette categorie a rischio: anziani, donne in gravidanza, neonati e le persone con deficit del sistema immunitario.

Nonostante le rassicurazioni del Ministero della Salute che ha ribadito come, ad oggi, non ci sia nessun pericolo in Italia e nessuna ragione per allarmarsi – sono state predisposte verifiche in queste ore e nei prossimi giorni.

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Chemioterapia ‘ad alta temperatura’ in sala operatoria e radioterapia in sole tre sedute. Le nuove sperimentazioni dell’oncologia
Al Gemelli è stato eseguito con successo, su un uomo di 63 anni affetto da mesotelioma pleurico, un intervento di resezione chirurgica della pleura con successiva infusione locale di chemioterapico a 41°C. All’Istituto Tumori Regina Elena, oltre 140 pazienti con neoplasia della prostata sono stati trattati in sole 3 sedute di radioterapia
di Isabella Faggiano
Costa: «Recovery opportunità per garantire concretamente diritto alla salute»
«Solo quest'anno 400mila persone non hanno potuto accedere alle cure farmacologiche – ha precisato il sottosegretario alla Salute -. Garantire il diritto alla salute significa renderla accessibile a tutti»
Reti oncologiche, la pandemia non frena cure e ricerca. In Campania, Puglia e Basilicata tipizzazioni per cure di qualità
La Rete AMORe (Alleanza Mediterranea Oncologia in Rete) torna a riunirsi per tracciare un bilancio delle attività a un anno dall'emergenza Covid. A confronto le competenze scientifiche, cliniche e di ricerca dei rispettivi poli oncologici delle tre regioni
Defibrillatori, il caso della legge ‘salvavita’ bloccata da MEF e Ministero della Salute. Le associazioni: «Fate presto»
Un Ddl approvato alla Camera all’unanimità giace da un anno e mezzo al Senato ostaggio di pareri che non arrivano. Ogni anno 60mila vittime per arresto cardiaco: con un intervento tempestivo si potrebbero ridurre del 40%. Gli esempi virtuosi del Progetto Vita a Piacenza e dell’associazione “Lorenzo Greco onlus” di Torino
I tocchi virtuali suscitano reazioni reali. Dalla realtà virtuale immersiva nuove possibilità di trattamento del dolore cronico
La ricercatrice: «Persone con disturbo dello spettro autistico, donne e uomini vittime di violenza sessuale e fisica, che rifiutano il contatto fisico, potrebbero trarre giovamento dall’utilizzo della realtà virtuale: sperimenterebbero solo le sensazioni piacevoli, senza il fastidio del tocco reale»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 aprile, sono 142.964.759 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.044.492 i decessi. Ad oggi, oltre 919,60 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...
Politica

Cosa prevede il nuovo decreto legge, tra scudo penale e obbligo vaccinale per i sanitari

Licenziato il nuovo decreto legge a firma del Consiglio dei Ministri. Tutta Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, ma scuole aperte fino al primo anno di secondaria. Arrivano obbligo vaccini per ...