Salute 9 Luglio 2018 12:08

Batterio Listeria, Giulia Grillo: «ll ministero della Salute ha subito attivato tutti i controlli»

Il ministero della Salute ha subito attivato tutti i controlli del caso sulla vicenda del batterio Listeria che ha provocato il ritiro di alcuni prodotti surgelati in via precauzionale. Al momento, nessun focolaio di infezione in Italia

Batterio Listeria, Giulia Grillo: «ll ministero della Salute ha subito attivato tutti i controlli»

«Sto seguendo con la massima attenzione la vicenda del batterio Listeria. I miei uffici hanno subito predisposto tutti i controlli e le misure necessarie». Con queste parole, il ministro della Salute Giulia Grillo, rassicura sul pronto intervento attuato dal ministero nella vicenda che ha visto coinvolta la Findus. La società di prodotti surgelati, infatti, nei giorni scorsi ha effettuato un richiamo “precauzionale e su base volontaria” di alcuni suoi prodotti, che potrebbero essere stati contaminati dal batterio Listeria.

Il ministero ci tiene a precisare che: «I ritiri fanno seguito a una segnalazione di allerta europea proveniente dall’Ungheria, relativa alla presenza di Listeria  monocytogenes in vegetali surgelati. La Listeria é resistente alle basse temperature e provoca tossinfezioni alimentari. Comunque viene inattivato con la cottura. Al momento non risultano focolai  di  infezione in Italia ed il ritiro dei prodotti sono effettuati in via precauzionale».

Ma di cosa parliamo nello specifico? La Listeria è una famiglia di batteri composta da dieci specie che ora preoccupa l’Europa per un’epidemia nata in Ungheria da mais e probabilmente altri ortaggi surgelati. Dal 2015 ad oggi, ha provocato 47 casi: 9 morti in 5 paesi europei, ovvero Austria, Danimarca, Finlandia, Svezia e Regno Unito.

Una di queste specie, Listeria monocytogenes, causa la listeriosi, una malattia che colpisce sia l’uomo che gli animali. La Listeria si ritrova nel terreno, nelle piante e nelle acque: seppur rara, è spesso grave. Anche gli animali, tra cui bovini, ovini e caprini, possono essere portatori del batterio. La principale via di trasmissione per l’uomo e gli animali è rappresentata dal consumo di cibo o mangime contaminato: è bene sapere che la cottura a temperature superiori a 65 gradi uccide i batteri.

La Listeria monocytogenes può essere presente in molti alimenti: pesce affumicato, carne, formaggi e ortaggi crudi. Per questo, si consiglia di tenere bassa la temperatura del frigorifero per evitare la crescita dei batteri nei cibi pronti. I sintomi dell’intossicazione da Listeria sono: nausea, vomito e diarrea ed infezioni più gravi, quali meningite e altre complicanze potenzialmente letali. Le persone più sensibili sono le cosiddette categorie a rischio: anziani, donne in gravidanza, neonati e le persone con deficit del sistema immunitario.

Nonostante le rassicurazioni del Ministero della Salute che ha ribadito come, ad oggi, non ci sia nessun pericolo in Italia e nessuna ragione per allarmarsi – sono state predisposte verifiche in queste ore e nei prossimi giorni.

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Sanità, Fp Cgil: «Urge assunzione di medici non obiettori»
«Pochi professionisti lasciati soli a garantire un servizio e un diritto»
Le emozioni possono aiutare la scienza. La storia di Sammy, il giovane alla ricerca di una cura per l’invecchiamento precoce
“Sammy-seq”, “base-editing” e farmaci che rallentano la progressione della patologia: ecco le tre scoperte che hanno rivoluzionato il trattamento della progeria, la patologia dell’invecchiamento precoce
di Isabella Faggiano
Defibrillatori, è legge la norma ‘salva-vite’ attesa da 20 anni. Più DAE nella PA aperte al pubblico e sui mezzi di trasporto
Dopo un iter lungo due anni, la commissione Affari Sociali ha approvato in via definitiva la norma. Tra le novità campagne di sensibilizzazione nelle scuole e l’immunità per chi presta soccorso senza aver frequentato un corso
Giornata della Sclerodermia, la malattia non tarpa le ali ai sogni. La storia di mamma Gabriella
Si celebra il 29 giugno di ogni anno, in tutto il mondo. La presidente Ails: «La sclerodermia è una malattia molto invalidante, soprattutto nelle sue forme più gravi. Ma non può e non deve impedire la realizzazione dei propri desideri»
di Isabella Faggiano
Medicina, meme e “catarsi comica”. Com’è nato e in cosa consiste il fenomeno social Memedical
Intervista a Nicola Gambadoro, fondatore del gruppo Facebook che raccoglie, al momento, oltre 56mila camici bianchi iscritti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 16 settembre, sono 226.391.916 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.659.920 i decessi. Ad oggi, oltre 5,78 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Covid-19, che fare se...?

Chi ha diritto alla certificazione di esenzione dal vaccino anti Covid-19?

Il vademecum della SIMG, in collaborazione con ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità, sui casi particolari in cui la vaccinazione contro il Covid-19 è controindicata o ri...