Salute 25 Marzo 2019 12:20

AIL ieri, oggi, domani. Mostra celebrativa al Leonardo da Vinci per raccontare 50 anni di impegno solidale

La cerimonia è stata introdotta da Alessandro Nicosia, curatore e organizzatore della mostra, ed aperta dagli interventi di Antonio Catricalà (Presidente Aeroporti di Roma) e di Sergio Amadori (Presidente Nazionale AIL), in chiusura un ospite d’onore e grande amico dell’AIL, Pippo Baudo

Venerdì 22 marzo alle ore 11,30 presso l’area partenze del Terminal 3 dell’aeroporto “Leonardo Da Vinci” di Fiumicino l’Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma, in occasione del cinquantenario della sua nascita, ha inaugurato un’importante mostra celebrativa intitolata “AIL ieri, oggi, domani” che sarà in esposizione dal 22 marzo al 26 maggio con il Patrocinio del Comune di Fiumicino e della Regione Lazio. La mostra itinerante proseguirà successivamente a Bologna, nel mese di giugno.

La cerimonia è stata introdotta da Alessandro Nicosia, curatore e organizzatore della mostra, ed aperta dagli interventi di Antonio Catricalà (Presidente Aeroporti di Roma) e di Sergio Amadori (Presidente Nazionale AIL), in chiusura un ospite d’onore e grande amico dell’AIL, Pippo Baudo.

Il 2019 è un anno davvero importante per l’AIL che celebra i suoi 50 anni di attività. Era l’8 aprile 1969 quando venne costituita a Roma con l’obiettivo di sostenere la ricerca, l’assistenza e sensibilizzare l’opinione pubblica sulle malattie del sangue. Oggi l’AIL è una realtà forte e radicata, presente più che mai nel cuore della gente e sul territorio nazionale. Una grande storia costruita giorno dopo giorno sotto la guida illuminata del Professor Franco Mandelli, una storia che è stata protagonista e testimone dello sviluppo dell’Ematologia italiana.

La mostra celebrativa “AIL ieri, oggi, domani” rievoca momenti, episodi e personaggi che hanno contribuito in maniera rilevante alla costituzione e alla straordinaria crescita di AIL in mezzo secolo di attività attraverso l’opera delle 81 sezioni provinciali AIL.

L’esposizione si estende su 200 metri quadrati, area messa a disposizione da Aeroporti di Roma, racconta la storia dell’AIL in maniera attuale e coinvolgente, un viaggio che affianca ai classici pannelli esplicativi, mappe interattive e schermi al plasma per raccontare 50 anni di storia partendo dalla nascita dell’Associazione continuando con le tappe principali e le attività portate avanti fino ad oggi.
Un lavoro di grande responsabilità che l’AIL e il suo Presidente Nazionale, il Professor Sergio Amadori, continuano ad assolvere, sostenendo i malati e le loro famiglie, accompagnandoli in tutte le fasi, spesso difficili, della malattia, combattendo insieme a loro per migliorarne la qualità della vita e offrendo loro servizi, aiuto e comprensione nel rispetto della dignità umana e della persona.
“Questi primi 50 anni di storia della nostra organizzazione sono costellati di importanti successi – ha ricordato il professor Sergio Amadori – abbiamo contribuito allo sviluppo della ricerca scientifica in campo ematologico; abbiamo moltiplicato i servizi offerti ai pazienti; abbiamo incrementato le interazioni con i centri ematologici e abbiamo visto crescere il numero dei nostri volontari, per noi patrimonio irrinunciabile. È stato un percorso non sempre semplice ma grazie al confronto continuo col territorio e le istituzioni, siamo diventati un punto di riferimento nel nostro Paese. L’AIL è un’Associazione con un passato importante e che guarda al futuro con fiducia”.
“Siamo lieti di ospitare questa importante iniziativa di AIL qui in aeroporto, luogo di transito per milioni di passeggeri l’anno e quindi luogo ideale per dare rilievo al lavoro svolto in questi anni dall’associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma – ha commentato il Presidente di ADR Antonio Catricalà – come società di gestione aeroportuale siamo molto attenti alle esigenze dei passeggeri oncologici che qui a Fiumicino possono usufruire di un servizio di assistenza gratuita a 360 gradi: dalle cure mediche offerte direttamente in aeroporto dal Pronto Soccorso di Aeroporti di Roma qualora il passeggero oncologico necessiti di controlli specialistici di natura cardiologica, pneumologica e chirurgica prima del volo, all’assistenza dedicata di ADR Assistance società del Gruppo deputata alla cura dei passeggeri a ridotta mobilità”.
Nel percorso espositivo è presente la sezione scientifica dedicata alla storia dell’Ematologia, alle prospettive terapeutiche delle malattie del sangue e al GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie EMatologiche dell’Adulto), fondazione no profit per lo sviluppo e la promozione della ricerca scientifica. Ampio spazio è dedicato all’interno della mostra alle grandi campagne di raccolta fondi e sensibilizzazione, quelle fondanti, la Partita del cuore, Trenta Ore per la Vita, Angeli sotto le stelle, Carreras in Vaticano, che hanno reso possibile lo sviluppo dell’AIL, e le tradizionali campagne, Uova di Pasqua, Stelle di Natale, Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, 5 per mille, consueti appuntamenti dell’Associazione.

Un viaggio cronologico che, grazie alla collaborazione con Rai Teche, mostrerà documenti originali, interviste, filmati, fotografie, manifesti e locandine attraverso cui si snoderà la narrazione dei grandi risultati scientifici ottenuti e i successi delle iniziative solidali.

Articoli correlati
Tumori del sangue, gli ematologi alla Giornata AIL: traguardi impensabili con le nuove terapie
Si è celebrata a Roma la 17esima Giornata Nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma promossa dall’AIL. Il presidente Pino Toro: «Lavoriamo per promuovere la ricerca indipendente e per identificare i migliori standard diagnostici e terapeutici per le malattie ematologiche». Locatelli: «Ricerca fondamentale, risultati straordinari nella medicina di precisione»
di Francesco Torre
Leucemie, per la Giornata nazionale otto ematologi rispondono al numero verde AIL
Martedì 21 giugno, dalle ore 8 alle ore 20, sarà attivo il Numero Verde AIL Problemi Ematologici 800 22 65 24.  Al numero verde gratuito risponderanno otto illustri ematologi e un pool di altri specialisti, per offrire a tutti coloro che chiameranno consigli sulla malattia e sui centri di terapia presenti in tutto il Paese
Marco, la battaglia contro il tumore e la rinascita al Sail Camp
Partito lo scorso weekend il progetto di riabilitazione per pazienti onco-ematologici dell’associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma. «Due giorni di condivisione con altri pazienti in remissione sul lago di Garda per riprendere in mano la mia vita e riprovare a darle un senso. Ora dobbiamo andare avanti arricchiti dall’esperienza fatta e con il sostegno di Ail»
Alleanza tra AIL e Istituto Italiano di Cultura di Cracovia per inviare farmaci e sanitari in Ucraina
Una delegazione guidata da Pino Toro, Presidente Nazionale AIL, e Giuseppe Gioffrè, Presidente Sezione AIL Udine-Gorizia è stata ricevuta presso l’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia dal Direttore Ugo Rufino per consegnare farmaci e dispositivi medicali destinati ai reparti di Oncoematologia ucraini.
Tornano le uova di Pasqua AIL, la solidarietà in 4300 piazze italiane
L'iniziativa posta sotto l’alto Patronato del Presidente della Repubblica avrà luogo l'1, 2 e 3 aprile. L’iniziativa ha permesso in tanti anni di mettere in campo progetti di Ricerca e assistenza e ha contribuito a far conoscere i progressi nel trattamento dei tumori del sangue
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 542.130.868 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.326.038 i decessi. Ad oggi, oltre 11,63 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali