Salute 11 Giugno 2021 11:14

A Cremona concerto live di musica classica per i pazienti ricoverati in ospedale

Per la prima volta con “La musica in ogni stanza” in diretta dall’Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino, le note del concerto della giovane talentuosa Sofia Manvati hanno raggiunto 420 degenti. Per Rossi (direttore generale dell’Ospedale di Cremona) «la musica crea vibrazioni e armonie nel cervello ed ha un effetto salvifico»

di Federica Bosco

Ricominciare a vivere creando una connessione tra l’ospedale e la città sulle note della musica classica.  È quanto è stato fatto lo scorso 8 giugno a Cremona con il concerto di una giovane talentuosa violinista, Sofia Manvati, che ha suonato uno Stradivari dall’Auditorium Giovanni Arvedi del museo del violino per i pazienti collegati in diretta dalle loro stanze. Una prima mondiale che per il direttore generale dell’Ospedale, Giuseppe Rossi, ha un effetto salvifico.

«Questa è una bella esperienza che significa ripartenza per la città e per i pazienti che ancora non riescono a ricevere le visite dei loro famigliari, grazie ad un mezzo alternativo. Cremona è una città legata al violino, Lena Yokohama aveva suonato lo scorso anno sul nostro tetto durante la pandemia creando un momento molto emozionante di resilienza. Ci è sembrato molto bello quest’anno riproporre l’iniziativa, ma in una maniera totalmente diversa, come ripartenza».

Riconnettere la città sulle note di Vivaldi, Bach e Paganini

420 pazienti hanno avuto modo di applaudire l’esibizione della giovane violinista: trenta minuti di musica per riconnettere la città sulle note di Vivaldi, Bach e Paganini.  Dalle neomamme con i loro piccoli, ai pazienti di pneumologia, pediatria e cardiologia, tutti avvolti in un abbraccio ideale dalla musica.

«La musica crea vibrazioni e armonie dentro il nostro cervello. Questo è un dato che i neuroscienziati possono confermare. La particolarità di questo evento poi è che il violino è uno Stradivari ed è stato suonato da un’allieva del nostro conservatorio che ha appena ricevuto un premio internazionale come migliore giovane violinista. È una combinata che rende merito al nostro territorio che ha diverse eccellenze ed è riuscito a metterle in sintonia. E in questo particolare momento, anche i luoghi di cura devono essere parte integrante del tessuto sociale e culturale della città – ha aggiunto Rossi – nel senso più complesso ed esteso del termine».

Dal più alto numero di malati al più alto tasso di vaccinazione così l’ospedale di Cremona ha sconfitto il Covid

L’evento – patrocinato dal Comune di Cremona – e realizzato grazie alla collaborazione fra ASST di Cremona, Museo del Violino, Cremona1 e Medialife System è anche lo spartiacque tra il passato segnato dalla malattia e il presente proiettato grazie ai vaccini verso una nuova normalità

«Noi siamo sempre stati il territorio che ha avuto il più alto tasso di impatto della malattia da Covid, ma in questo momento abbiamo anche il più alto tasso di vaccinazione e questo ha ricadute positive sull’andamento epidemiologico, infatti, il nostro ospedale oggi è privo di pazienti Covid».

Cura e Cultura un progetto della Comunicazione dell’ASST di Cremona

«La musica in ogni stanza rientra nelle iniziative promosse dalla Comunicazione dell’ASST di Cremona in tema di Cura e Cultura – ha spiegato Stefania Mattioli (Responsabile Comunicazione ASST Cremona) ed è stata l’occasione per coinvolgere in modo corale gli operatori sanitari (in particolare i responsabili dell’area dipartimentale e i coordinatori Infermieristici), con un gesto insolito verso le persone ricoverate. La musica infonde benessere e nei momenti di vulnerabilità si fa essenziale».

 

Articoli correlati
Sostegni Bis, Ianaro (M5S): «Emendamento per prevedere sequenziamento Covid nelle strutture sanitarie»
«L’attività di sequenziamento ha consentito al mondo di identificare rapidamente il virus del Covid 19 ed è fondamentale un continuo monitoraggio della situazione epidemiologica per evitare il sovraccarico delle strutture ospedaliere che da oltre un anno sono sottoposte a stress indicibili. Purtroppo è molto carente e poco integrata nel nostro Servizio sanitario nazionale e per […]
Covid, nuovo report Cabina di regia: «Continua calo incidenza». Da lunedì solo Vda in zona gialla
Pubblicato il report settimanale di ISS-Ministero Salute: tutte le Regioni e Pa hanno Rt compatibile con scenario di tipo 1
Covid e autopsie, perché sono state vietate ad inizio pandemia?
Fineschi (Sapienza): «Autopsie momento fondamentale dal punto di vista diagnostico». Ricci (Univ. Magna Graecia): «Con autopsie possibile distinguere tra morti di Covid e con Covid»
Via libera alla Certificazione verde Covid-19 in Italia
L’Italia anticipa la diffusione del documento digitale che rende più semplice l'accesso ad eventi e strutture in Italia e che faciliterà dal 1° luglio gli spostamenti in Europa. Tutte le informazioni
Allarme SIRU: «Natalità in calo, ritorniamo a prenderci cura della fertilità»
Antonino Guglielmino, presidente della SIRU: «Recuperiamo visite e interventi rimandati, ma soprattutto creiamo iniziative a favore del grave calo di desiderio di genitorialità»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 giugno, sono 177.438.001 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.842.377 i decessi. Ad oggi, oltre 2,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM