Professioni Sanitarie 25 Agosto 2020

Igienisti dentali, Abbinante (Aidi): «Sia consentito il regolare tirocinio a tutti gli studenti»

La presidente dell’Associazione Italiana Igienisti Dentali: «Lo studio dentistico è il luogo più sicuro»

di Tommaso Caldarelli
Immagine articolo

«Oggi noi igienisti dentali siamo preoccupati per i nostri giovani e futuri colleghi, ovvero gli studenti prossimi alla laurea. Il nostro è un corso professionalizzante, e svolgere con difficoltà, o rischiare di non poter svolgere il tirocinio nelle sedi universitarie, sarebbe un vulnus molto serio». Questo l’allarme lanciato da Antonella Abbinante, presidente dell’Associazione Italiana Igienisti Dentali (Aidi).

Un’allerta da tenere alta, spiega a Sanità Informazione, mentre le attività professionali svolte negli studi odontoiatrici sono ripartite, pur non essendosi in realtà mai fermate, dando precedenza assoluta alle prestazioni non procrastinabili. I rappresentanti degli igienisti dentali hanno quindi precisato che la raccomandazione dell’Organizzazione mondiale della sanità che invitava a rimandare le visite odontoiatriche non urgenti per ridurre il rischio di contagio da coronavirus si riferisse solo ai Paesi in cui il numero dei contagi è fuori controllo, e non all’Italia.

Il mondo odontoiatrico italiano si è infatti organizzato per svolgere la propria attività professionale in maniera adeguata: «I nostri pazienti hanno risposto nel migliore dei modi – spiega la dottoressa Abbinante -. Abbiamo lavorato in maniera un po’ più faticosa ma comunque in sicurezza, ed anche fra colleghi il feedback è positivo. Vediamo i pazienti sentirsi al sicuro sia per l’accoglienza che riusciamo a riservare, sia per le misure di sicurezza che proponiamo».

«Ora – continua – è il momento di non abbassare la guardia e continuare a rispettare tutto quello che finora è stato fatto. Paradossalmente lo studio odontoiatrico è oggi uno dei luoghi più sicuri del Paese. Molto più, per dire, di un supermercato o un qualsiasi luogo pubblico. Noi continuiamo a rispettare tutte le misure di distanziamento sociale e ci premuriamo di offrire un livello di sicurezza innalzata, anche senza aspettare misure governative come DPCM e simili. In fondo – precisa – dipende tutto da noi».

La preoccupazione va allora nella direzione dei giovani igienisti dentali in formazione: «Le sessioni di laurea saranno fra ottobre e novembre. È importante che i tanti ragazzi che hanno dovuto interrompere il tirocinio possano recuperare il tempo perduto. La priorità dovrà essere data a quelli più vicini alla tesi ed è assolutamente necessario che le strutture ospedaliere o cliniche si premurino di avere tutti i DPI necessari per assicurare la sicurezza e la serenità dei ragazzi e dei pazienti nello svolgimento del tirocinio. Questa ad oggi è probabilmente la vicenda che giudichiamo più pressante. L’attività di tirocinio è assolutamente cruciale per la formazione alla nostra professione, ha un peso considerevole e auspichiamo che tutti possano assolvere anche questa fase al meglio».

 

Articoli correlati
Igienisti dentali: «No a riduzione visite odontoiatriche per paura contagio»
«La raccomandazione diffusa dall’OMS con cui si invita a rimandare le visite odontoiatriche non urgenti è di giusta applicazione nei Paesi in cui non è possibile garantire adeguate misure di prevenzione e di contenimento e non riflette l’attuale realtà degli studi dentistici italiani»
Igienisti dentali a rischio Covid come gli odontoiatri: lavorano a 30-40 cm dal paziente e la produzione di aerosol aumenta il pericolo di contagio
Abbinante (Aidi): «Secondo l’Istituto Superiore di Sanità il rischio aumenta quando il contatto è ravvicinato (< 1 metro) e prolungato (> 15 minuti), ripetuto o continuativo. Da sempre adottiamo comportamenti per difenderci da patologie come le epatiti, l’Hiv, la tubercolosi, la mononucleosi e le stesse forme influenzali»
di Isabella Faggiano
Dal perossido d’idrogeno ai Dpi, arriva il decalogo UNID per la ripresa dell’attività dell’igienista dentale. Focus sugli ‘operatori fragili’
«Il documento è stato elaborato facendo riferimento alla bibliografia scientifica attualmente disponibile» spiega il presidente UNID Domenico Tomassi. Particolare attenzione alla contaminazione di aerosol: nel decalogo le regole per riprendere in sicurezza
Igienisti dentali, Tomassi (Albo Roma): «A breve sportello informativo. E sull’ECM faremo la nostra parte»
A poco più di un mese dalle elezioni per le Commissioni d’Albo provinciali, parla il Presidente della Commissione d’Albo Igienisti dentali di Roma e provincia Domenico Tomassi: «Metteremo in campo iniziative per aumentare il coinvolgimento dei colleghi»
UNID, Domenico Tomassi nuovo presidente. Lotta all’abusivismo e aggiornamento professionale tra le priorità
Le votazioni si sono svolte nel corso dell’ultimo Congresso dell’Unione Nazionale igienisti dentali. Cambia anche il direttivo: vicepresidente è Stefania Piscicelli. «Sarà fondamentale il contributo di tutti i colleghi, soci e non, per poter crescere insieme ed ottenere importanti traguardi» sottolinea Domenico Tomassi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto