Politica 4 Dicembre 2019

Specialisti ambulatoriali, Speranza: «D’accordo con aumento ore. Rivedere regole su incompatibilità»

Il ministro della Salute intervenuto al Consiglio nazionale Sumai-Assoprof ha sposato l’idea di aumentare le ore degli specialisti fino al massimale di 38 ore. Poi ha sottolineato la necessità di nuovi concorsi e rivendicato le norme del Dl Fiscale che alzano il tetto per l’assunzione del personale

Aumentare le ore di specialistica ambulatoriale e rivedere le norme sulla incompatibilità tra pubblico e privato accreditato. Il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto al Consiglio nazionale del Sumai-Assoprof, sindacato degli specialisti ambulatoriali, ha accolto alcune delle principali richieste di categoria rilanciate con forza dal segretario Antonio Magi. Un’apertura che ha fatto piacere ai camici bianchi presenti e che sicuramente può avere un impatto sulle liste di attesa. Magi aveva infatti ricordato poco prima come il ‘bilancio’ degli specialisti ambulatoriali per la sanità pubblica sia in attivo: costano 1 miliardo e 77 milioni di euro allo Stato ma portano un introito tramite i ticket di un miliardo e 350 milioni. “Un bilancio in positivo di circa 300 milioni” ha fatto notare Magi.

LEGGI ANCHE: SUMAI INCONTRA IL MINISTRO SPERANZA. MAGI: «DALL’AUMENTO DELLE ORE ALL’ODONTOIATRIA SOCIALE, QUATTRO PROPOSTE SUL TAVOLO»

Speranza ha in primis ricordato il cambio di rotta in sanità arrivato con la legge di Bilancio: «Penso che nella legge di Bilancio stiamo dando un segnale significativo: prima si promettevano risorse nel Def e poi si dimezzavano in legge di Bilancio. Ora mettiamo 2 miliardi, la cifra più alta degli ultimi anni. Quest’anno l’1,7% in più. Il comparto salute esce rafforzato. 2 miliardi in più su edilizia e innovazione e poi abolizione del superticket. Era la tassa più brutta. Il messaggio che abbiamo voluto dare è quello di un Paese che vuole tornare a investire sulla salute».

Il titolare della Salute ha poi ricordato che bisogna investire sul territorio, unico modo per far fronte alle cronicità: «Per far fronte alle grandi sfide del futuro c’è bisogno di un grande patto politico e sociale. I presidenti di Regione sono d’accordo. Ora bisogna mettere insieme aziende, sindacati, associazioni».

Il punto di partenza di Speranza è la battaglia sul personale che si è concretizzata in un emendamento al Dl fiscale: «Con questa norma abbiamo alzato il tetto per le assunzioni del personale dal 5 al 15% sulla quota aggiuntiva di fondo sanitario. Il 15% di 2 miliardi fa sei volte il 5% di un miliardo. Ricominciamo ad investire sul personale. Dobbiamo ricominciare a fare i concorsi».

Oltre all’apertura sull’aumento di ore per gli specialisti ambulatoriali, Speranza ha annunciato un tavolo tecnico per riformulare le norme sull’incompatibilità: «Sul tema esclusività oggi le cose non funzionano: dobbiamo pensare una soluzione per cui fino a un certo numero di ore è giusto che tu abbia una certa libertà di movimento, sopra un certo numero di ore è diverso».

Nel corso della relazione, il segretario del Sumai Magi ha lanciato l’idea in base alla quale gli specialisti ambulatoriali potrebbero affiancare i medici di base nell’uso della strumentazione diagnostica di cui saranno dotati con lo stanziamento di 235 milioni di euro previsto in legge di Bilancio: «Potremmo garantire con un lavoro di equipe il pieno utilizzo delle macchine, questo tipo di lavoro è già previsto dalle normative» ha sottolineato Magi.

LEGGI ANCHE: ESAMI DIAGNOSTICI DAL MEDICO DI FAMIGLIA, SI PARTE DALLA PUGLIA. FIMMG: «GRANDE OCCASIONE PER DIVENTARE PUNTO DI RIFERIMENTO»

Articoli correlati
Speranza: «Al lavoro con professioni sanitarie e sociosanitarie per futuro SSN»
«Oggi ho riunito la Consulta permanente delle professioni sanitarie e sociosanitarie. È grazie a questo pezzo del nostro Paese che possiamo ripartire con cautela e programmare il futuro. L’emergenza del coronavirus ha chiarito a tutti che il Servizio Sanitario Nazionale è la cosa più importante che abbiamo. Lavoriamo ogni giorno insieme per rafforzarlo». Queste le […]
Magi (Sumai): «Rafforzare medicina territoriale investendo sulla specialistica ambulatoriale»
In questo momento di particolare crisi purtroppo si sono manifestate quelle che erano e sono le deficienze del Servizio sanitario nazionale dettate da alcune politiche sbagliate del passato ma anche da una crisi economica che ha portato a piani di rientro e a un blocco delle assunzioni. È stato privilegiato l’aspetto economico rispetto a quello […]
di Antonio Magi, Segretario Generale Sumai
«Care Regioni, assumete altri specialisti ambulatoriali altrimenti le liste d’attesa esploderanno»
di Antonio Magi, segretario generale SUMAI Assoprof
di Antonio Magi, segretario generale SUMAI Assoprof
Fase 2, Lazio osservato speciale. Magi (OMCeO Roma): «Regione in ‘zona arancione’, fare attenzione». Ma stop ai controlli a Termini
Nella regione leggero ma costante aumento di casi, colpa anche di un funerale che ha generato un cluster. Il presidente dell’Ordine dei Medici lancia l’allarme sulle liste d'attesa: «Rischiano di esplodere, serve un aumento dell’assistenza specialistica o a rimetterci saranno i più fragili»
Dl Rilancio approvato dal CdM: 3,2 miliardi per sanità, assunzione di 9mila infermieri e 4200 nuove borse di specializzazione
Aumentato del 115% il numero dei posti letto in terapia intensiva e introdotto l’infermiere di famiglia. 190 milioni per incentivi al personale sanitario e 1,5 miliardi per il Fondo per le emergenze nazionali. Le reazioni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 maggio, sono 5.814.885 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 360.412 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 29 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco