Politica 4 Dicembre 2019

Specialisti ambulatoriali, Speranza: «D’accordo con aumento ore. Rivedere regole su incompatibilità»

Il ministro della Salute intervenuto al Consiglio nazionale Sumai-Assoprof ha sposato l’idea di aumentare le ore degli specialisti fino al massimale di 38 ore. Poi ha sottolineato la necessità di nuovi concorsi e rivendicato le norme del Dl Fiscale che alzano il tetto per l’assunzione del personale

Aumentare le ore di specialistica ambulatoriale e rivedere le norme sulla incompatibilità tra pubblico e privato accreditato. Il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto al Consiglio nazionale del Sumai-Assoprof, sindacato degli specialisti ambulatoriali, ha accolto alcune delle principali richieste di categoria rilanciate con forza dal segretario Antonio Magi. Un’apertura che ha fatto piacere ai camici bianchi presenti e che sicuramente può avere un impatto sulle liste di attesa. Magi aveva infatti ricordato poco prima come il ‘bilancio’ degli specialisti ambulatoriali per la sanità pubblica sia in attivo: costano 1 miliardo e 77 milioni di euro allo Stato ma portano un introito tramite i ticket di un miliardo e 350 milioni. “Un bilancio in positivo di circa 300 milioni” ha fatto notare Magi.

LEGGI ANCHE: SUMAI INCONTRA IL MINISTRO SPERANZA. MAGI: «DALL’AUMENTO DELLE ORE ALL’ODONTOIATRIA SOCIALE, QUATTRO PROPOSTE SUL TAVOLO»

Speranza ha in primis ricordato il cambio di rotta in sanità arrivato con la legge di Bilancio: «Penso che nella legge di Bilancio stiamo dando un segnale significativo: prima si promettevano risorse nel Def e poi si dimezzavano in legge di Bilancio. Ora mettiamo 2 miliardi, la cifra più alta degli ultimi anni. Quest’anno l’1,7% in più. Il comparto salute esce rafforzato. 2 miliardi in più su edilizia e innovazione e poi abolizione del superticket. Era la tassa più brutta. Il messaggio che abbiamo voluto dare è quello di un Paese che vuole tornare a investire sulla salute».

Il titolare della Salute ha poi ricordato che bisogna investire sul territorio, unico modo per far fronte alle cronicità: «Per far fronte alle grandi sfide del futuro c’è bisogno di un grande patto politico e sociale. I presidenti di Regione sono d’accordo. Ora bisogna mettere insieme aziende, sindacati, associazioni».

Il punto di partenza di Speranza è la battaglia sul personale che si è concretizzata in un emendamento al Dl fiscale: «Con questa norma abbiamo alzato il tetto per le assunzioni del personale dal 5 al 15% sulla quota aggiuntiva di fondo sanitario. Il 15% di 2 miliardi fa sei volte il 5% di un miliardo. Ricominciamo ad investire sul personale. Dobbiamo ricominciare a fare i concorsi».

Oltre all’apertura sull’aumento di ore per gli specialisti ambulatoriali, Speranza ha annunciato un tavolo tecnico per riformulare le norme sull’incompatibilità: «Sul tema esclusività oggi le cose non funzionano: dobbiamo pensare una soluzione per cui fino a un certo numero di ore è giusto che tu abbia una certa libertà di movimento, sopra un certo numero di ore è diverso».

Nel corso della relazione, il segretario del Sumai Magi ha lanciato l’idea in base alla quale gli specialisti ambulatoriali potrebbero affiancare i medici di base nell’uso della strumentazione diagnostica di cui saranno dotati con lo stanziamento di 235 milioni di euro previsto in legge di Bilancio: «Potremmo garantire con un lavoro di equipe il pieno utilizzo delle macchine, questo tipo di lavoro è già previsto dalle normative» ha sottolineato Magi.

LEGGI ANCHE: ESAMI DIAGNOSTICI DAL MEDICO DI FAMIGLIA, SI PARTE DALLA PUGLIA. FIMMG: «GRANDE OCCASIONE PER DIVENTARE PUNTO DI RIFERIMENTO»

Articoli correlati
Coronavirus, Speranza: «Nostro approccio tra i più protettivi, ma serve strategia europea»
Il ministro della Salute in audizione alla Commissione Affari Sociali della Camera ha ricordato tutte le strategie messe in campo per fronteggiare l’epidemia. Per gli italiani bloccati a Wuhan si sta valutando il rimpatrio
Aggressioni e Consulta, al Ministero le prime riunioni. Speranza: «Da febbraio Ddl antiviolenza alla Camera»
Il Ministro ha convocato a Lungotevere Ripa i rappresentanti degli Ordini delle professioni sanitarie: cronicità e riforma della Formazione continua in primo piano. Sul Ddl aggressioni sottolinea: «Se tempi in Parlamento andranno per le lunghe non escludo decreto d’urgenza»
Meno Day Hospital e lungodegenze, nel 2018 gli ospedali italiani alleggeriti dalle cronicità. I dati del Rapporto SDO
Migliora l'appropriatezza e l'efficienza nell'uso delle risorse ospedaliere. Diminuita anche la remunerazione teorica delle prestazioni di ricovero ospedaliero a carico del SSN negli anni 2010-2018
Elezioni Emilia-Romagna, Bonaccini punta sulla sanità: «Riapriremo i punti nascita in montagna»
Lo scontro elettorale si sposta sui servizi sanitari regionali. Il governatore uscente annuncia una nuova politica sui punti nascita e maggiori stanziamenti per i caregiver. Critiche sono arrivate dalla candidata della Lega, Lucia Borgonzoni
Aggressioni, De Luca: «Videosorveglianza sulle ambulanze». La FIMMG torna a chiedere lo status di pubblico ufficiale
Intanto il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha convocato per giovedì 16 gennaio l'Osservatorio permanente, mentre la FNOMCeO progetta un docufilm per sensibilizzare l'utenza
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...