Politica 4 Dicembre 2019

Specialisti ambulatoriali, Speranza: «D’accordo con aumento ore. Rivedere regole su incompatibilità»

Il ministro della Salute intervenuto al Consiglio nazionale Sumai-Assoprof ha sposato l’idea di aumentare le ore degli specialisti fino al massimale di 38 ore. Poi ha sottolineato la necessità di nuovi concorsi e rivendicato le norme del Dl Fiscale che alzano il tetto per l’assunzione del personale

Aumentare le ore di specialistica ambulatoriale e rivedere le norme sulla incompatibilità tra pubblico e privato accreditato. Il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto al Consiglio nazionale del Sumai-Assoprof, sindacato degli specialisti ambulatoriali, ha accolto alcune delle principali richieste di categoria rilanciate con forza dal segretario Antonio Magi. Un’apertura che ha fatto piacere ai camici bianchi presenti e che sicuramente può avere un impatto sulle liste di attesa. Magi aveva infatti ricordato poco prima come il ‘bilancio’ degli specialisti ambulatoriali per la sanità pubblica sia in attivo: costano 1 miliardo e 77 milioni di euro allo Stato ma portano un introito tramite i ticket di un miliardo e 350 milioni. “Un bilancio in positivo di circa 300 milioni” ha fatto notare Magi.

LEGGI ANCHE: SUMAI INCONTRA IL MINISTRO SPERANZA. MAGI: «DALL’AUMENTO DELLE ORE ALL’ODONTOIATRIA SOCIALE, QUATTRO PROPOSTE SUL TAVOLO»

Speranza ha in primis ricordato il cambio di rotta in sanità arrivato con la legge di Bilancio: «Penso che nella legge di Bilancio stiamo dando un segnale significativo: prima si promettevano risorse nel Def e poi si dimezzavano in legge di Bilancio. Ora mettiamo 2 miliardi, la cifra più alta degli ultimi anni. Quest’anno l’1,7% in più. Il comparto salute esce rafforzato. 2 miliardi in più su edilizia e innovazione e poi abolizione del superticket. Era la tassa più brutta. Il messaggio che abbiamo voluto dare è quello di un Paese che vuole tornare a investire sulla salute».

Il titolare della Salute ha poi ricordato che bisogna investire sul territorio, unico modo per far fronte alle cronicità: «Per far fronte alle grandi sfide del futuro c’è bisogno di un grande patto politico e sociale. I presidenti di Regione sono d’accordo. Ora bisogna mettere insieme aziende, sindacati, associazioni».

Il punto di partenza di Speranza è la battaglia sul personale che si è concretizzata in un emendamento al Dl fiscale: «Con questa norma abbiamo alzato il tetto per le assunzioni del personale dal 5 al 15% sulla quota aggiuntiva di fondo sanitario. Il 15% di 2 miliardi fa sei volte il 5% di un miliardo. Ricominciamo ad investire sul personale. Dobbiamo ricominciare a fare i concorsi».

Oltre all’apertura sull’aumento di ore per gli specialisti ambulatoriali, Speranza ha annunciato un tavolo tecnico per riformulare le norme sull’incompatibilità: «Sul tema esclusività oggi le cose non funzionano: dobbiamo pensare una soluzione per cui fino a un certo numero di ore è giusto che tu abbia una certa libertà di movimento, sopra un certo numero di ore è diverso».

Nel corso della relazione, il segretario del Sumai Magi ha lanciato l’idea in base alla quale gli specialisti ambulatoriali potrebbero affiancare i medici di base nell’uso della strumentazione diagnostica di cui saranno dotati con lo stanziamento di 235 milioni di euro previsto in legge di Bilancio: «Potremmo garantire con un lavoro di equipe il pieno utilizzo delle macchine, questo tipo di lavoro è già previsto dalle normative» ha sottolineato Magi.

LEGGI ANCHE: ESAMI DIAGNOSTICI DAL MEDICO DI FAMIGLIA, SI PARTE DALLA PUGLIA. FIMMG: «GRANDE OCCASIONE PER DIVENTARE PUNTO DI RIFERIMENTO»

Articoli correlati
Liste d’attesa, 500 milioni per azzerarle entro fine anno. Anche con servizi aperti di sera e nei weekend
La bozza del Dl Agosto individua gli strumenti per combattere le liste d’attesa che si sono allungate a causa del Covid: assunzioni, prestazioni aggiuntive, nuovi compiti agli specializzandi e acquisto di prestazioni dal privato
Speranza: «Distanziamento sui treni essenziale per non vanificare sforzi degli italiani»
Durante il question time alla Camera, il ministro della Salute classifica l'ordinanza del 1 agosto che ristabilisce il distanziamento sui treni come essenziale e prosegue: «Penso che dovremmo insistere su questa regola insieme alle regioni»
Chimici e Fisici incontrano il Ministro Speranza: focus su scuole di specializzazione, esame di stato e valorizzazione ruolo sanitario
Tra le proposte portate dalla Presidente della FNCF Nausicaa Orlandi e dal Segretario Daniela Maurizi le disposizione transitorie per la riforma del sistema ordinistico, l'attivazione di scuole di specializzazione, la definizione del trattamento economico per specializzandi di area non medica, la partecipazione ai tavoli di lavoro del Testo Unico sulla Sicurezza e potenziamento del ruolo nelle ARPA
Chi saranno i medici scolastici? Pensionati, giovani, pediatri o stranieri. Le proposte dal mondo della sanità
Se per Cricelli (Simg) la soluzione è richiamare i medici in pensione, Mazzacane (Cisl Medici) punta sui camici grigi. Secondo Magi (Sumai) i pediatri di libera scelta sono l’opzione ideale e Aodi (Amsi) vede un’opportunità per i medici di origine straniera. Mangiacavalli (Fnopi) chiede invece l’istituzione dell’infermiere scolastico
Senior Italia FederAnziani e Sumai: «A MMG e specialisti del territorio facoltà di prescrivere farmaci per diabete e patologie respiratorie»
«Esiste, infatti, un numero irragionevole di piani terapeutici che generano visite specialistiche finalizzate esclusivamente al rinnovo del piano, con pesanti ricadute sulla vita dei pazienti, in particolar modo degli anziani e dei più fragili» sottolineano le due associazioni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...