Politica 29 settembre 2017

«Il sindacato piace ma va ripensato». Ecco il risultato del sondaggio di Anaao Assomed

Sindacati promossi a pieni voti dai camici bianchi, qualche perplessità fra giovani medici e donne medico. L’indagine è stata presentata a Roma alla presenza della Presidente della Commissione Sanità del Senata Emilia Grazìa De Biasi, l’ex ministrio del Lavoro Maurizio Sacconi e la segretaria nazionale della FP Cgil Cecilia Taranto

Immagine articolo

Pollice all’insù, nonostante tutto, per i sindacati: è il risultato dell’indagine commissionata dall’Anaao Assomed alla SWG in collaborazione con Health Communication sul sindacato nel mondo medico presentata in questi giorni. Aumenta la distanza e lo scetticismo dei camici bianchi sull’operato sindacale ma i 2/3 dei medici sono iscritti a qualche sigla di rappresentanza e nel complesso il giudizio resta positivo. A prescindere dall’età i professionisti sanitari plaudono l’operato sindacale con qualche eccezione: i giovani si sentono poco rappresentati, una percentuale di donne sostengono ci sia un atteggiamento maschilista nel settore.

LEGGI IL SONDAGGIO

Questi a grandi linee i risultati del sondaggio da cui emerge anche un altro concetto importate: dalla crisi di rappresentanza del sindacato tradizionale può essere superata solo se si riesce a costruire un soggetto unitario stabile. Inoltre il sondaggio mette in evidenza che la categoria medica ripone più fiducia nei confronti delle sigle di rappresentanza sindacale rispetto al resto della popolazione. Solo il 17% dei camici bianchi non partecipa alle attività promosse dal sindacato, mentre il 79% sostiene l’importanza della presenza del sindacato nel mondo del lavoro. Altra percentuale importante è quella che riconosce una notevole influenza e autorità al sindacato rispetto alle attività della categoria che è ben il 44%.

Significativa  la convinzione che senza la presenza del sindacato le condizioni di lavoro sarebbero sicuramente peggiori (60%) mentre l’iscrizione al sindacato assume il significato di un contributo personale al miglioramento delle condizioni lavorative per il 65%. Mentre per il 62% il sindacato assume ruolo di difesa collettiva nei confronti del datore di lavoro (62%). Infine 8 medici su 10 pensano che l’attività del sindacato sia fondamentale ma allo stesso tempo il 66% nutre dubbi sull’efficacia delle sue iniziative.

Articoli correlati
Contratto medici, il nodo è la Ria. Palermo (Anaao): «Bene impegno Ministro, ora risposte. Problemi sono tecnici, c’è qualcuno che fa finta di non capire»
Il segretario si dice «pessimista» sul rinnovo. Poi chiede di utilizzare la Retribuzione individuale di anzianità: «Si tratta di prendere questa quota economica che attualmente è nelle casse aziendali dispersa in molle rivoli e di finalizzarla su servizi che siano utili ai cittadini»
Sciopero medici, ecco le ragioni. Troise (Anaao): «Bene segnali di attenzione, ma produrranno risultati?»
Mancato rinnovo del contratto, aumento borse di specializzazione insufficiente, scarso finanziamento del Fondo Sanitario Nazionale, assenza di un piano di assunzioni straordinario. Ecco perché venerdì medici, dirigenti sanitari e veterinari incroceranno le braccia
Rinnovo del contratto e difesa della sanità pubblica, i medici scendono in piazza. Sit in a Montecitorio: «Così il SSN muore»
Il ministro Grillo: «Contratto stipulato da precedente Governo che non ha previsto le dovute coperture». La reazione di Fp Cgil: «Inaccettabile che il Ministro non sappia che il contratto della dirigenza medica non sia stato rinnovato col passato Governo». Prima dello sciopero del 9 novembre, nuova audizione dei sindacati alla Camera
Pediatria, convocato il congresso elettivo Simpef a primavera 2019
Convocato per il 29 e 30 marzo 2019 il prossimo Congresso nazionale Simpef (Sindacato medici pediatri di famiglia), il secondo più importante sindacato italiano dei pediatri di libera scelta. Il congresso 2019 avrà carattere elettivo, con il compito di nominare, tra gli organismi previsti dal nuovo Statuto sociale approvato dall’assemblea e registrato con atto notarile […]
Contratto medici, l’Intersindacale annuncia lo stop alle trattative e lo stato d’agitazione: a ottobre scioperi e manifestazioni
Oltre al mancato finanziamento del contratto della categoria, sono le notizie (non buone) che arrivano dal Governo per il Def ed il momento critico per il SSN, «che rischia di inabissarsi» ad aver portato i sindacati sulla strada della protesta. L'annuncio del Ministro Grillo: «Per il 2019 il Fondo Sanitario Nazionale sarà incrementato di un miliardo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...