Politica 7 Agosto 2019 17:23

Odontoiatra di famiglia, la proposta Pd per garantire il diritto alle cure

«Come c’è la scelta del pediatra e del medico di base – spiega la senatrice del Partito Democratico Paola Boldrini – dobbiamo prevedere che ci sia la scelta dell’odontoiatra di famiglia al quale fare riferimento»

Odontoiatra di famiglia, la proposta Pd per garantire il diritto alle cure

Un odontoiatra di famiglia per le cure primarie, è la proposta di legge avanzata dalla senatrice del Partito Democratico, Paola Boldrini. Il progetto di legge amplierebbe maggiormente l’offerta della Medicina Generale: «Come c’è la scelta del pediatra e del medico di base – spiega la senatrice – dobbiamo prevedere che ci sia la scelta appunto dell’odontoiatra di famiglia al quale fare riferimento».

«Ho presentato questa proposta di legge proprio perché mi sono accorta che molte persone, anche osservandole, hanno delle problematiche dovute al fatto che dal punto di vista economico non possono permettersi di andare dal dentista», continua la senatrice del Partito Democratico. Secondo il IX Rapporto Rbm-Censis presentato lo scorso giugno in occasione del “Welfare Day 2019”, gli italiani pagano di tasca propria il 92% delle cure odontoiatriche con un costo medio più elevato rispetto ad altri tipi di spesa sanitaria (575 euro di media).

LEGGI: #UNGIORNOCON | IGIENISTA DENTALE. DASCOLA (AIDI): «COSÌ MIGLIORIAMO IL SORRISO DEI NOSTRI PAZIENTI»

«L’igiene dentale è la prima porta della salute di tutto il corpo – continua la senatrice Boldrini – quindi manca un pezzo nel diritto alla salute delle persone che costituzionalmente è garantito dall’articolo 32 della Costituzione. Mettiamo una prima pietra per vedere almeno di parlarne. Perché un conto avere un problema ad esempio ad un braccio o ad una mano, allora tutti si prodigano per risolverlo. Quando c’è un problema dentale molte persone evitano di andare, perché sanno che è molto costoso. Allora cominciamo a parlare anche delle prime cure per poter intervenire in maniera più puntuale. Ovviamente ci sarà un problema di costi, ma questo non ci esime da non poter intanto cominciare a ragionarci sopra, sempre perché mi rendo conto che le persone hanno bisogno di più salute e invece anche da questo punto di vista si curano meno». Conclude la senatrice Boldrini: «L’importante a mio parere è di cominciare a parlarne, perché è veramente un tema molto sentito».

Articoli correlati
Tumori, a Roma la mostra fotografica “Cicatrici”. Boldrini (Pd): «Per rinascita serve diritto all’oblio»
«Il concetto di sensibilizzazione e prevenzione, soprattutto in riferimento alla malattia oncologica, va declinato con specifici contenuti, oltre i numeri e le statistiche. Perché sia efficace e raggiunga una maggiore platea possibile, lo strumento dell’arte è fondamentale». Così la senatrice del Pd Paola Boldrini, vicepresidente della Commissione Sanità del Senato, ha presentato, nel corso di […]
Salute, Boldrini (Pd): «Finalmente incardinato Ddl sul diritto all’oblio oncologico, presto legge di civiltà»
La senatrice dem spiega che l'iter della legge sarà «in sede redigente, più veloce perché l'Aula dopo il lavoro della Commissione sarà chiamata esclusivamente a votare gli articoli e ad esprimere il voto finale»
Sanità, Boldrini (Pd): «Prorogare e stabilizzare operatori sociosanitari nei penitenziari e nelle RSA»
La senatrice chiede ai ministri competenti «quali ragioni abbiano spinto a rinunciare a questa dotazione di personale in strutture che operano sempre sotto organico con conseguente burn out»
Per la Medicina Generale 900 borse in più. Anelli (Fnomceo): «Aiuta a svuotare imbuto formativo»
«Esprimiamo la nostra soddisfazione – commenta Filippo Anelli – per questo intervento. Dimostra un’attenzione da parte del Governo alle cure primarie e alla figura del Medico di Medicina Generale»
Specializzandi, la proposta del Pd: contratto della dirigenza e scuola di specializzazione per MMG
Al Senato la proposta di legge della dem Paola Boldrini: tra gli obiettivi collegare il numero delle borse di specializzazione ai reali bisogni delle diverse discipline sul territorio. L’assessore alla Sanità del Lazio D’Amato: «Prossimi anni difficili, riforma urgente»
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni