Politica 14 Maggio 2019

Obbligo ECM a Striscia la Notizia, il ministro Grillo: «Interverremo su medici non in regola»

VIDEO | La risposta del Ministro della Salute, Giulia Grillo all’indomani del Servizio di Striscia la Notizia sul mancato aggiornamento professionale dei medici. «Posso dire – puntualizza Grillo – che ci stiamo lavorando e che rappresenta un obiettivo della nostra legislatura»

Immagine articolo

«Interverremo anche su questo tema», incalza il Ministro della Salute, Giulia Grillo all’indomani del servizio di Striscia la Notizia che torna ad accendere i riflettori sulla mancata formazione di alcuni medici, rei di non rispettare l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina.

«In generale, – prosegue Grillo, interpellata dai nostri microfoni – sto lavorando su tutto il tema sia formazione post laurea e anche quella della formazione dei manager, che ne abbiamo parlato in altri termini, ma certo è un tema importante per la qualità della classe dirigente anche da questo punto di vista, il terzo nucleo è proprio quello dell’ECM. Ancora non sono in gradi di anticipare linee di azione, però posso dire che ci stiamo lavorando e che rappresenta un obiettivo della nostra legislatura e del mio mandato al Ministero».

LEGGI: OBBLIGO ECM, CONSULCESI: «BENE ANELLI, GIUSTO SANZIONARE CHI DANNEGGIA LA CATEGORIA»

Due medici su dieci non adempiono alla formazione obbligatoria, è il dato emerso nel servizio di Striscia la Notizia. Intervistato da Moreno Morello, il Presidente FNOMCeO Filippo Anelli ammette che ci sono tanti colleghi non adeguatamente aggiornati, minacciando sanzioni dal 1° gennaio 2020 per chi non avrà fatto 300 crediti nei due trienni passati, entrambi in scadenza nel 2019.

LEGGI: ECM, FINISCE A STRISCIA LA NOTIZIA IL CASO DEI MEDICI NON IN REGOLA. FNOMCEO: «DAL 2020 SANZIONI PER CHI NON SARÀ IN REGOLA»

Le possibilità di assolvere all’aggiornamento professionale sono molteplici: dai corsi residenziali alla formazione FAD effettuata comodamente a casa via web. Durante la trasmissione, lo stesso Gerry Scotti, conduttore del programma, ha ribadito la preoccupazione dei tantissimi pazienti che rischiano di essere curati da ‘mani non aggiornate’: «quando c’è di mezzo la salute, non si scherza», chiosa il conduttore.

Articoli correlati
Vaccini, aumentano coperture. Allarme su morbillo: «Non si raggiunge il 95%». Ecco tutti i dati 2018
«Migliorano nel 2018 le coperture vaccinali dei bambini e degli adolescenti in Italia. Continua a destare preoccupazione il mancato raggiungimento dell’obiettivo del 95% per la vaccinazione contro morbillo-parotite-rosolia in tutte le fasce d’età considerate». È quanto riportato dal Ministero della Salute
Stop nomine politiche in Sanità, Di Marzio (M5S): «Nel più breve tempo possibile Ddl in Aula»
Il disegno di legge sulle nomine sulla dirigenza sanitaria, aveva dichiarato il ministro della Salute, Giulia Grillo «modifica il decreto legislativo dell'agosto 2016, sempre in materia di nomine sanitarie, nella direzione di una maggiore trasparenza»
AIL incontra il ministro Grillo: «Garantire accesso tempestivo alle cure CAR-T»
In occasione dei 50 anni dalla sua fondazione l’Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma ha presentato la sua attività di supporto ai pazienti ematologici in tutta Italia e affrontato le prospettive future nella cura dei tumori del sangue
Incontro Bussetti-FNOMCeO, obiettivo superare l’imbuto formativo. Anelli: «Allineare numero borse e numero laureati»
Incontro al Miur tra delegazione FNOMCeO e il ministro dell'Istruzione. «Una delle ipotesi al vaglio potrebbe essere quella di un piano straordinario, da condividere con il Ministro della Salute Giulia Grillo, che prevederà, per i prossimi anni, un canale aggiuntivo di accesso alle scuole, con una quota di contratti riservati a coloro che, già laureati da un certo tempo, non abbiano trovato posto nelle specializzazioni», spiega il presidente FNOMCeO Anelli
Il primo anno del ministro della Salute Giulia Grillo: vaccini, liste d’attesa e ddl aggressioni
Dinanzi alle Commissioni riunite Sanità e Affari sociali di Senato e Camera, il Ministro specifica che «non ci saranno tagli in sanità»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Formazione

«Numero chiuso non sarà abolito, ma dal 2021 il test sarà dopo il primo anno». Parla il relatore della riforma Manuel Tuzi (M5S)

Il deputato Cinque Stelle, medico specializzando, presenterà a breve il testo base della riforma che andrà in discussione a settembre a Montecitorio. Accesso al primo anno comune a diverse facoltà ...