Politica 14 Maggio 2019 16:36

Obbligo ECM a Striscia la Notizia, il ministro Grillo: «Interverremo su medici non in regola»

VIDEO | La risposta del Ministro della Salute, Giulia Grillo all’indomani del Servizio di Striscia la Notizia sul mancato aggiornamento professionale dei medici. «Posso dire – puntualizza Grillo – che ci stiamo lavorando e che rappresenta un obiettivo della nostra legislatura»

Obbligo ECM a Striscia la Notizia, il ministro Grillo: «Interverremo su medici non in regola»

«Interverremo anche su questo tema», incalza il Ministro della Salute, Giulia Grillo all’indomani del servizio di Striscia la Notizia che torna ad accendere i riflettori sulla mancata formazione di alcuni medici, rei di non rispettare l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina.

«In generale, – prosegue Grillo, interpellata dai nostri microfoni – sto lavorando su tutto il tema sia formazione post laurea e anche quella della formazione dei manager, che ne abbiamo parlato in altri termini, ma certo è un tema importante per la qualità della classe dirigente anche da questo punto di vista, il terzo nucleo è proprio quello dell’ECM. Ancora non sono in gradi di anticipare linee di azione, però posso dire che ci stiamo lavorando e che rappresenta un obiettivo della nostra legislatura e del mio mandato al Ministero».

LEGGI: OBBLIGO ECM, CONSULCESI: «BENE ANELLI, GIUSTO SANZIONARE CHI DANNEGGIA LA CATEGORIA»

Due medici su dieci non adempiono alla formazione obbligatoria, è il dato emerso nel servizio di Striscia la Notizia. Intervistato da Moreno Morello, il Presidente FNOMCeO Filippo Anelli ammette che ci sono tanti colleghi non adeguatamente aggiornati, minacciando sanzioni dal 1° gennaio 2020 per chi non avrà fatto 300 crediti nei due trienni passati, entrambi in scadenza nel 2019.

LEGGI: ECM, FINISCE A STRISCIA LA NOTIZIA IL CASO DEI MEDICI NON IN REGOLA. FNOMCEO: «DAL 2020 SANZIONI PER CHI NON SARÀ IN REGOLA»

Le possibilità di assolvere all’aggiornamento professionale sono molteplici: dai corsi residenziali alla formazione FAD effettuata comodamente a casa via web. Durante la trasmissione, lo stesso Gerry Scotti, conduttore del programma, ha ribadito la preoccupazione dei tantissimi pazienti che rischiano di essere curati da ‘mani non aggiornate’: «quando c’è di mezzo la salute, non si scherza», chiosa il conduttore.

Articoli correlati
Obbligo ECM, partite le lettere del Cogeaps. Monaco: «Ora tocca agli Ordini prendere provvedimenti»
Intervista al presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie. Rischio sanzioni e mancata copertura assicurativa per chi non è in regola
Come deve essere effettuata dal Provider la verifica dell’apprendimento?
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc. Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta […]
Non solo Covid. Guido Rasi invita a recuperare le vaccinazioni “in sospeso”
Nel nuovo ebook del direttore Consulcesi, non solo un dettagliato elenco delle vaccinazioni oggi disponibili, ma anche consigli utili agli operatori sanitari per convincere quel 15% della popolazione italiana “esitante”
 A chi compete la certificazione dei crediti formativi erogati dal Provider?
La certificazione compete esclusivamente all’Ordine, Collegio o Associazione professionale di appartenenza del partecipante all’evento. Spetta al Provider, oppure nel caso della sperimentazione, all’ente accreditante, inviare i dati al COGEAPS che li rende disponibili alle suddette istituzioni per la certificazione (cfr.: Accordo Stato-Regioni 5 novembre 2009).
Medici stranieri assunti «in deroga», Anelli (Fnomceo) perplesso scrive a Mattarella
Il presidente di Fnomceo Anelli scrive una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per sollecitare l'attenzione sulla normativa che permette l'impiego di medici extracomunitari in deroga al normale iter di riconoscimento dei titoli e all'obbligo di iscrizione all'ordine
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi