Politica 14 luglio 2014

L’Enpam cambia lo Statuto, ma i contestatori sbattono la porta 

Dieci presidenti OMCeO sono andati via in polemica prima della votazione chiusa comunque con una decisa maggioranza favorevole

Immagine articolo

Approvata tra le polemiche la riforma dello Statuto Enpam. Non basta infatti una netta maggioranza dei voti favorevoli (86 contro solo 2 astenuti) a stemperare i toni.

Dieci presidenti di OMCeO sono andati via nel bel mezzo dell’assemblea chiamata a ratificare il nuovo testo, in disaccordo sulla proposta della presidenza di cambiare le modalità di presentazione degli emendamenti.

Nonostante questo intoppo, comunque, il documento che cambia le regole dell’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici e Odontoiatri è passato: i componenti del Consiglio di amministrazione passano da 27 ad un massimo di 17; i contribuenti potranno eleggere rappresentanti del Consiglio Nazionale che andranno ad aggiungersi ai presidenti degli Ordini già presenti; un’altra novità riguarda il via alle quote rosa, dato che il 20 per cento dei candidati – si può leggere in una nota diramata dallo stesso ente – deve appartenere “al sesso meno rappresentato”; abolito infine il Comitato esecutivo – con conseguente riduzione delle spese per gli organi collegiali –, prevista un’autonoma rappresentanza della professione odontoiatrica e l’introduzione di osservatori dei giovani e pensionati nel Consiglio Nazionale.

“Con la modifica dello Statuto – dichiara Alberto Oliveti, presidente della Fondazione Enpam – abbiamo portato a compimento tutte le riforme che ci eravamo proposti per il mandato 2010-2015. Oggi, con un nuovo Statuto, diamo ai contribuenti un Ente in cui possano sentirsi ancora più rappresentati”.

“Ancora una volta – commenta invece Roberto Carlo Rossi, presidente dell’Ordine dei Medici di Milano – questa dirigenza dell’Enpam ha perso un’occasione concreta per dimostrare di volere veramente aprire un nuovo corso dopo le note vicende degli ultimi anni”.

“È stata sprecata un’occasione per rendere le giovani generazioni parte attiva delle Politiche Previdenziali – commenta invece il SIGM (Segretariato Italiano Giovani Medici) –. In ogni caso, quanto sarà contenuto nel regolamento elettorale rappresenterà una cartina di tornasole sulle reali intenzioni degli ispiratori della riforma”.

Tags

Articoli correlati
Rinnovo FNOMCeO, AIM e SIGM: «Si avvii rifondazione della Professione medica in linea con evoluzione del sistema salute»
In merito al rinnovo del Comitato Centrale FNOMCeO, l’Associazione Italiana Medici (AIM) e l’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) si dichiarano solidali con la posizione del Presidente dell’Ordine dei Medici di Piacenza, ossia ad avviare un percorso di rifondazione della Professione medica e dell’istituzione ordinistica che sia in linea con l’evoluzione del sistema salute. L’Associazione Italiana Medici (AIM) e […]
Dal 1° gennaio insediati i nuovi vertici OMCeO. Ecco tutti gli eletti
Concluso l'iter elettorale in tutte le province, dal 20 al 22 gennaio a Roma si vota per il rinnovo delle cariche della FNOMCeO
Rinnovo OMCeO, a Torino vince Giustetto, a Firenze Mazzei e a Roma Magi. Ecco tutti i Presidenti eletti
A pochi giorni dalla fine dell’anno, quasi tutti i Consigli Direttivi degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri sono definiti. Ecco i nomi, regione per regione
Rinnovo OMCeO, a Milano vince Rossi. Ecco tutti i Presidenti eletti finora
I nuovi vertici dei Consigli Direttivi degli Ordini dei Medici della maggior parte delle province italiane sono ormai definiti. Ecco le date delle prossime convocazioni e i medici eletti, regione per regione
Elezioni OMCeO, i risultati di Reggio Calabria, Brescia, Viterbo, Terni, Salerno, Caserta, Aosta, Siracusa e Mantova
Si continua a votare per il rinnovo dei Consigli Direttivi degli Ordini dei Medici di tutta Italia. Il calendario di tutte le convocazioni dei prossimi giorni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...