Politica 19 Dicembre 2019

Fragilità, Durigon (Lega): «Più welfare aziendale per aiutare SSN a essere più efficiente»

L’ex Sottosegretario al Lavoro contesta la manovra finanziaria: «Su sanità e sociale poco o niente e sul Terzo settore sono da valutare gli effetti dell’aumento dell’Ires»

Incentivare il welfare aziendale per aiutare le persone con disabilità. La proposta è del deputato della Lega ed ex sottosegretario al Lavoro del primo Governo Conte Claudio Durigon, sindacalista di lungo corso nelle fila dell’Ugl che ne ha parlato a margine dei premi PreSa – Prevenzione e Salute. Durigon contesta la manovra finanziaria 2020 appena approvata dal Senato anche in ambito sociale e sanità («c’è poco o niente») mentre sottolinea come il terzo settore potrebbe essere penalizzato dalle norme sull’Ires.

Onorevole si parla di disabilità, fragilità e ruolo della previdenza sociale. Al di là dei sussidi, cosa può fare la previdenza sociale?

«Dagli studi che abbiamo si evince che essere precoci nelle diagnosi può essere determinante in modo da poter dare risposte: non si tratta solo di equilibrare i costi ma anche di essere efficienti. Ascoltando la testimonianza di alcune persone con disabilità mi sono emozionato e ho pensato, vedendo la loro forza, che il fragile sono io. Queste cose ti fanno capire quanto la vita è importante. Come legislatore possiamo dare di più per aiutare a fare i test precoci. Faccio l’esempio del lavoro: non c’è solo la previdenza ma un elemento fondamentale sono anche le politiche di welfare. Mi riferisco al welfare aziendale. Bisogna incentivare quello che è il welfare aziendale sul sanitario in modo da dare supporto a quello che è il sistema sanitario pubblico. Offrire efficienza per ridurre al minimo questi disagi».

LEGGI ANCHE: CRONICITÀ, SETTE PAZIENTI SU DIECI BOCCIANO PRESA IN CARICO E ACCESSO ALLE CURE. AURILIO (PRESA): «OFFRIRE SERVIZI MIRATI OLTRE A TUTELE ECONOMICHE»

Manovra 2020, sul sociale e sanità cos’è che non vi convince?

«Sul sociale e sanità c’è poco. Non ho visto una visione. Sul terzo settore rimane tutto come prima, sull’Ires vorrei vedere anche se ci sono effetti sul terzo Settore. Detto questo, siamo davvero in una fase negativa per l’economia italiana e le ricadute di tutte queste tasse che vengono messe si faranno sentire. Poi c’è un po’ un gioco: dicono ‘le abbiamo tolte, le abbiamo messe, le abbiamo spostate’. In realtà stanno togliendo soldi dalle tasche degli italiani».

L’abolizione del superticket è solo dal primo settembre 2020. Una scelta che potrebbe portare dei problemi a chi verrà dopo…

«Un problema che vorrei avere volentieri, sapremmo come risolverlo».

Articoli correlati
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento?
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento? Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali devono sottoporre la richiesta di accreditamento alla CNFC fatta […]
«Superare la frammentazione verticale tra Medicina del territorio e specialistica: una proposta»
di Zairo Ferrante (Medico Radiologo Arcispedale Sant'Anna Ferrara), Elisa Mandolesi (Medico di Medicina Generale ASL Ferrara), Martino Ardigó (Universidade federale de Mato Grosso do Sul), Agostino Panajia (Campagna “2018 PHC Now or Never” e MMG ASL Ferrara)
di Zairo Ferrante, Elisa Mandolesi, Martino Ardigó, Agostino Panajia
Telemedicina, Alovisio (Università Torino): «Ecco i consigli per una cultura digitale in sanità»
«L’Italia è piena di buone pratiche che nessuno mette a sistema», spiega il fellow del centro Nexa dell'Università di Torino: «Serve cultura digitale»
di Tommaso Caldarelli
Come deve essere effettuata dal Provider la verifica dell’apprendimento?
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc. Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta […]
Report CREA 2020, Giuliano (UGL Sanità): «L’Italia viaggia a due velocità. Serve riforma strutturale»
L’edizione 2020 del progetto “Le Performance Regionali” elaborato dal C.R.E.A. Sanità conferma come la locomotiva che deve prendersi cura della salute degli italiani corra a due distinte velocità. La classifica, elaborata in base a valutazioni di un Panel composto da 93 esperti/stakeholder del sistema sanitario, viene generata sulla base di una metodologia messa a punto […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 30 ottobre, sono 45.041.948 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.181.321 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 30 ottobre: Ad oggi in I...
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare
Salute

Covid-19, il virologo Palù: «Vi spiego perché non sempre gli asintomatici sono da considerare malati»

Il virologo veneto, già Presidente della Società Europea di Virologia, spiega dove si può intervenire per contenere i contagi: «Stop alla movida, contingentare gli ingressi nei supermercati e ridu...