Politica 14 Marzo 2017

Ex specializzandi, Cosimo Ferri, Sottosegretario alla Giustizia: «Difendere i diritti di chi ha investito tanto nel SSN»

«Il rimborso è un diritto» chiarisce il Sottosegretario Ferri. «Noi lavoriamo per eliminare questo contenzioso, mi auguro che si possa trovare una soluzione a livello governativo»

«In ballo la tutela di un diritto, per la precisione della tutela al diritto di medici che all’epoca si sono specializzati e che hanno investito anni della loro professionalità e del loro percorso scolastico». Così Cosimo Maria Ferri, Sottosegretario di Stato alla Giustizia sul sul Disegno di Legge (Ddl n.2400) per gli indennizzi agli ex specializzandi. Il provvedimento, approvato con osservazioni in Commissione Sanità del Senato, è attualmente in attesa di essere esaminato dalla Commissione Bilancio e quindi votato in Commissione Istruzione prima di approdare definitivamente in Aula.

Sul Ddl 2400, la cui prescrizione scatterà a 10 anni dal Dpcm del 2 novembre 2007, per cui è ancora possibile attivarsi per mantenere il diritto al rimborso attraverso un atto interruttivo o avviando un ricorso, il Sottosegretario prosegue: «Questo contenzioso è troppo tempo che va avanti, sarebbe opportuno risolverlo».

«Noi lavoriamo per eliminare questo contenzioso – prosegue Ferri – quindi mi auguro che si possa trovare una soluzione a livello governativo. Inoltre questo tema non riguarda soltanto il Dicastero del Ministero della Giustizia ma anche altri dicasteri, quindi non voglio e non mi compete invadere il campo di altri, però ci tengo a ribadire che eliminare questo tipo di contenzioso è fondamentale come  rafforzare la tutela dei diritti di chi ha investito tempo e denaro, mi auguro che si possa trovare una soluzione».

Articoli correlati
Ex specializzandi, nuova ordinanza della Cassazione sugli immatricolati prima dell’83
La richiesta di una pronuncia delle Sezioni Unite sulla questione nasce da un ricorso Consulcesi. L’avvocato Tortorella (esperto in responsabilità per violazione obblighi comunitari): «Accolto il nostro punto di vista. Buona notizia per chi ha una causa in corso o per chi si appresta a ricorrere»
Manovra 2020, indennizzo per ex specializzandi ’78-2006. De Poli: «Ingiustizia per 118mila medici, giusto trovare un accordo»
Presentati due subemendamenti per chiudere il contenzioso generato dalla tardiva applicazione delle direttive Ue per la formazione post laurea dei medici specialisti: rimborsi forfettari di 8 e 15mila euro annui
Ex specializzandi: altri 10 milioni a 400 medici nel 2019. Da Bruxelles spinta decisiva all’accordo transattivo
Il confronto con il vice-presidente Castaldo e gli eurodeputati Bartolo e Rinaldi conferma la necessità di una soluzione legislativa che permetterebbe allo Stato risparmi da reinvestire anche nella sanità pubblica. L’appello del Presidente di Consulcesi Massimo Tortorella, in vista dell’approvazione della Manovra finanziaria: «L’occasione giusta per tagliare gli sprechi e riconoscere il diritto dei medici danneggiati»
Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»
Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i professori e i principali esperti tra cui Sergio Di Amato, già presidente della terza sezione civile della Corte di Cassazione e attuale presidente della Commissione Tributaria Provinciale di Roma
Sassoli e Castaldo ai vertici del Parlamento Ue, medici ex specializzandi e Formazione ECM al centro della loro agenda
A Strasburgo l’esponente Pd è stato eletto presidente prendendo il posto di un altro italiano, Antonio Tajani. Confermato vicepresidente l’eurodeputato M5S. Giusta remunerazione dei medici ex specializzandi e incentivi alla formazione, tante idee per la sanità: aumentano le chance per il riconoscimento dei diritti di medici e operatori sanitari
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Diritto

Reperibilità notturna, Palermo (Anaao): «Se succede un “fattaccio” gli avvocati controllano se il medico ha riposato almeno 11 ore»

Il Segretario del sindacato spiega a Sanità Informazione i motivi alla base del ricorso alla Commissione europea: «Rischi enormi per la salute dei pazienti e per il professionista. Speriamo in pronu...