Politica 2 Gennaio 2019

Deroga iscrizione Ordini, l’Odg accolto dal Governo: «Per iscrizione a elenchi speciali si valuti anche qualità»

L’Ordine del giorno, a prima firma Maria Teresa Bellucci (FdI): «Si salvaguardino solamente professionisti meritevoli che hanno titolo per proseguire nell’esercizio della professione e si impedisca agli abusivi di trarre ingiusti, inconcepibili e immotivati vantaggi». Il plauso di Nursing Up: «Si aggiusti il tiro sugli elenchi speciali delle professioni sanitarie»

Immagine articolo

«La Camera impegna il Governo ad assumere ogni utile iniziativa volta a prevedere l’introduzione di elementi qualitativi atti a salvaguardare solamente quei professionisti meritevoli che, pur non potendo oggi conseguire l’equivalenza, hanno titolo per proseguire nell’esercizio della professione e al tempo stesso impedire agli abusivi di trarre ingiusti, inconcepibili e immotivati vantaggi da questa situazione». È il testo di un Ordine del giorno, a prima firma Maria Teresa Bellucci di Fratelli d’Italia, accolto dal governo come raccomandazione in sede di esame finale della manovra economica lo scorso 29 dicembre. E la «situazione» a cui si fa riferimento è la norma prevista in Legge di Bilancio che consente di esercitare una delle professioni sanitarie individuate dalla legge 3 del 2018 anche senza il possesso di un titolo abilitante per l’iscrizione all’albo professionale; basta aver lavorato per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi 10 anni.

Quella che è stata subito definita da più parti una “maxi-sanatoria” continua ad essere nell’occhio del ciclone, quindi, ma l’introduzione di «elementi qualitativi» potrebbe aggiustare il tiro. Era quanto richiesto, ad esempio, da Alessandro Beux, Presidente dell’Ordine dei Tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione. «Degli elementi qualitativi sono indispensabili per capire chi, tra quelli che sono entrati nel sistema sanitario pur non possedendo oggi un titolo idoneo all’iscrizione all’albo, possa continuare ad esercitare», ha dichiarato Beux ai nostri microfoni qualche giorno fa.

Arriva il plauso per l’Odg anche da parte del sindacato degli infermieri Nursing Up: «Apprendiamo con piacere che il Governo si sia reso conto delle grosse criticità rappresentate dalla norma e dai rischi che questa potrebbe comportare – si legge in una nota -. Ribadiamo anche il principio secondo il quale nessuno può improvvisarsi professionista sanitario senza possederne conoscenze, competenze e capacità comprovate da un idoneo corso di studi e dal riconoscimento da parte delle istituzioni formative a ciò abilitate».

«Troviamo incomprensibile – conclude Nursing Up – l’avvenuta introduzione di norme che producono un grave impatto sul sistema professionale attraverso l’utilizzo di un siffatto espediente legislativo. Ci chiediamo in definitiva se non fosse stato meglio dedicare alla questione uno specifico provvedimento in cui dettagliare i destinatari e gli obiettivi sottesi, invece di creare un potenziale varco anche per taluni abusivi che, lo ribadiamo con le parole del documento, “non devono e non possono essere in alcun caso salvaguardati da Istituzioni e leggi dello Stato”».

LEGGI ANCHE: DEROGA ISCRIZIONE ORDINI, LA BOCCIATURA DEI FISIOTERAPISTI. TAVARNELLI (AIFI): «SI RIAPRANO I PERCORSI DI EQUIVALENZA GIÀ PREVISTI DALLA LEGGE 42 DEL ’99»

Articoli correlati
Terapie intensive Covid. Reverberi (logopedista): «Tra i nuovi pazienti diminuiscono i casi di disfagia»
I risultati della fase 2. La logopedista: «I pazienti con disfagia sono riusciti rapidamente a riprendere l’alimentazione per bocca. Meno incoraggianti, invece, i risultati per coloro che non hanno contratto il virus, ma che hanno dovuto interrompere cure e percorsi riabilitativi a causa del lockdown»
di Isabella Faggiano
Igienisti Dentali, il documento: «Responsabilità e autonomia sancite da norme». Di Marco: «Al lavoro con CAO per avviare tavolo di lavoro»
Dopo la sentenza del Consiglio di Stato, parla la Presidente della Commissione d’Albo nazionale Caterina Di Marco: «Abbiamo elaborato un documento di posizionamento sui principi della responsabilità, della professionalità e delle competenze dell’Igienista Dentale: un atto dovuto verso i nostri iscritti». Poi la richiesta: «Servono più Igienisti nel SSN, siamo ancora pochi»
FNOMCeO: «Tra i medici si torna a morire per Covid». Due vittime in pochi giorni
Il presidente Anelli invita a usare l'esperienza come un insegnamento. I medici morti per Covid lavoravano a Napoli e Roma. Nursing Up protesta contro i nuovi contagi tra infermieri: 10 in 72 ore
«Stabilizzazione, aumenti salariali e riconoscimento della professione». Le richieste degli infermieri al Circo Massimo
«Siamo oltre duemila», comunica Nursing Up che ha convocato la piazza romana degli infermieri. Al centro della vertenza la richiesta di un comparto contrattuale autonomo. E il Ministero promette l'apertura dell'istruttoria
di Tommaso Caldarelli
Professioni sanitarie in servizio anche dopo la pensione, aggiornato il Dl Agosto
Anche le professioni sanitarie potranno rimanere in servizio dopo la pensione, aggiornato il Dl Agosto con un emendamento. Non oltre il 70esimo anno di età
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 30 ottobre, sono 45.041.948 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.181.321 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 30 ottobre: Ad oggi in I...
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare
Salute

Covid-19, il virologo Palù: «Vi spiego perché non sempre gli asintomatici sono da considerare malati»

Il virologo veneto, già Presidente della Società Europea di Virologia, spiega dove si può intervenire per contenere i contagi: «Stop alla movida, contingentare gli ingressi nei supermercati e ridu...