Politica 26 Maggio 2020

Coronavirus, minacce a Sileri: viceministro della Salute sotto scorta

«Ho sentito una volta una persona che ha detto più si sale in vetta e più tira forte il vento. Penso sia nostro dovere dare il massimo e aumentano i rischi». Lo ha affermato il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ospite di ‘In viva voce’ su Radiouno Rai, commentando la decisione di assegnargli una scorta […]

«Ho sentito una volta una persona che ha detto più si sale in vetta e più tira forte il vento. Penso sia nostro dovere dare il massimo e aumentano i rischi». Lo ha affermato il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ospite di ‘In viva voce’ su Radiouno Rai, commentando la decisione di assegnargli una scorta in seguito alle pressioni per tentativi di corruzione e minacce in relazione alla sua attività politica e, in particolare, alla destinazione dei fondi pubblici per l’emergenza coronavirus.

«Massima vicinanza al viceministro Pierpaolo Sileri per le minacce ricevute – ha scritto in un tweet il ministro degli Esteri Luigi Di Maio –. Pierpaolo oltre a essere un grande professionista è anche una persona corretta, genuina, con la schiena dritta. Avanti così, siamo tutti con te, hai il nostro sostegno. Non ci facciamo intimidire da nessuno».

«La mia più sincera solidarietà e vicinanza al viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, costretto a muoversi sotto scorta dopo le minacce ricevute sulla destinazione di fondi per l’emergenza Covid-19. Pierpaolo, e con lui tutto il Movimento 5 Stelle, non si fanno intimidire. Avanti così», è invece il messaggio di vicinanza di Vito Crimi, viceministro dell’Interno e capo politico del M5S.

«Vorrei esprimere, a nome mio personale e di tutto il Comitato Centrale Fnomceo, la nostra vicinanza al Viceministro della Salute e collega Pierpaolo Sileri – scrive in una nota il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici Filippo Anelli -. Siamo fieri che non abbia voluto cedere ad indebite pressioni, nel rispetto delle Leggi e del codice di Deontologia Medica. È intollerabile che un medico, un Viceministro debba temere per la sua incolumità, e veder limitata la libertà personale e inficiata la serenità sua e della famiglia solo per aver voluto adempiere ai propri doveri. È una forma di violenza subdola e odiosa, che non è compiuta solo contro il medico, contro l’Istituzione, ma contro il principio stesso di legalità che informa il nostro ordinamento e la nostra professione».

«Esprimo a nome degli infermieri iscritti agli ordini professionali la massima vicinanza e comprensione al viceministro della Salute Pierpaolo Sileri», il messaggio della presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI), Barbara Mangiacavalli. «Il viceministro – aggiunge – è persona ferma e decisa come ha sempre dimostrato e professionista di elevata moralità ed etica al punto che appare assurdo e ignobile un tentativo di questa rilevanza nei suoi confronti. Cercare di fare pressioni e di immaginare atti per sfruttare una vicenda simile – sottolinea Mangiacavalli – non ha termini che possano definire la grettezza e la disumanità di chi li compie che, ci auguriamo, sarà presto difronte a una giustizia tanto equa quanto pesante».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

 

 

Articoli correlati
La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia
Al 20 ottobre, sono 40.403.537 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.118.293 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 20 ottobre: Ad oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 434.449 (10.874 in più rispetto a ieri). 144.373 i […]
Coronavirus, Oms: «Crescita record, 2,2 milioni di nuovi casi in una settimana»
Dal 30 dicembre 2019 all'11 ottobre, inoltre, sono stati segnalati oltre 37 milioni di casi di Covid-19 e 1 milione di decessi in tutto il mondo
«Contro il Covid non siamo stati eroi: impariamo dagli errori per affrontare la seconda ondata». Intervista a Riccardo Iacona
Il noto giornalista è autore del libro “Mai più eroi in corsia. Cosa ha insegnato il coronavirus al Ssn”. E sui negazionisti: «C’è una parte che fa politica su questa emergenza in maniera abbastanza orripilante»
Coronavirus, non solo Trump: tutti i leader “nemici degli scienziati”
Il caso Modi (India), Bolsonaro (Brasile) e Johnson (UK) al centro dell’editoriale del British Medical Journal
di Tommaso Caldarelli
Covid, nuovo report settimanale: «Aumento dei contagi, essenziale mantenere misure di precauzione ed evitare assembramenti»
«Continuano ad aumentare i casi diagnosticati e i focolai di Covid-19 in Italia. Essenziale che la popolazione mantenga comportamenti che riducano rischi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 20 ottobre, sono 40.403.537 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.118.293 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 20 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...