Voci della Sanità 22 Dicembre 2020 11:35

Telemedicina, FNO TSRM e PSTRP: «Bene accordo Stato-Regioni. Mettiamo a disposizione professionisti e competenze»

«La Telemedicina  è fondamentale, la pandemia l’ha solo reso evidente ai più. I nostri iscritti possono dare un autorevole contributo allo sviluppo di questo strumento» sottolinea Alessandro Beux, Presidente della Federazione TSRM e PSTRP

La Federazione nazionale degli Ordini TSRM e PTSRP accoglie con soddisfazione l’accordo raggiunto ai sensi dell’articolo 4, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento recante “Indicazioni nazionali per l’erogazione di prestazioni in.

Da almeno dieci anni è disponibile la tecnologia utile all’ammodernamento del sistema sanitario e all’implementazione di una diversa organizzazione dei processi che da tempo avrebbe potuto affiancarsi, quale integrativa o alternativa, a quella esistente.

Sin da quando rappresentava i soli Tecnici sanitari di radiologia medica, questa Federazione ha dato il proprio contributo allo sviluppo della telemedicina nel Paese: da una parte, mettendo a disposizione le competenze dei professionisti nella sua fattiva realizzazione sul campo; dall’altra, cercando di creare i presupposti normativi e documentali necessari alle strutture sanitarie e ai presìdi per potersi organizzare in merito. Non possiamo nascondere le difficoltà e gli ostacoli riscontrati a diversi livelli del Sistema, tutte ampiamente documentabili in quanto presenti in decreti ministeriali, linee guida e procedure.

Ci auguriamo che, finalmente, sia giunto il momento in cui chi è chiamato a dirigere il Sistema sanitario nazionale e regionale compia scelte tenendo responsabilmente un piede saldo nel presente e l’altro altrettanto responsabilmente proteso in avanti, orientato dallo sguardo dritto e aperto al futuro. Certo, avremmo preferito che, come sarebbe potuta essere, fosse stata una scelta lungimirante di alcuni anni fa, quando era già tutto previsto e possibile, e non obbligata dall’attuale stato emergenziale e da quel che di drammatico stiamo patendo. Potrebbe risultare interessante e utile valutare il modo in cui avremmo potuto affrontare questa pandemia, se in passato non avessimo perso numerose occasioni concrete di implementare il sistema. 

L’attuale tecnologia consente di effettuare a distanza diverse prestazioni sanitarie, ivi compresa una parte di quelle strumentali, con la medesima sicurezza ed efficacia di quelle effettuate in presenza, garantendo, comunque, che ogni professionista sanitario possa svolgere, laddove dovuto, richiesto o necessario, le proprie funzioni, attraverso la sua presenza “nel processo”. Il tutto senza che vengano meno i diritti di cui è portatore l’individuo assistito, a partire dal principio di autonomia o del rispetto della persona.

Per tali motivi la scrivente Federazione, con ancor maggior impegno, mette a disposizione fin da subito i propri professionisti, le loro competenze maturate sul tema, le loro conoscenze affinché l’accordo raggiunto tra Stato e Regioni possa essere rapidamente implementato.

Infine, ci attiveremo subito per fa sì che gli atti precedenti siano adeguati e resi omogenei con quanto previsto dal nuovo accordo, rimuovendo le attuali ambiguità e antinomie interne al Sistema.

Articoli correlati
Ordine TSRM PSTRP Roma, gli obiettivi della Lista “Sinergia”
Al centro del progetto «una rappresentanza politica delle professioni sul territorio, tale da costituire una presenza attiva e costante in tutti i contesti comunali». Le elezioni si svolgeranno il 16, 17, 18 e 19 dicembre
Simulazione in formazione, ecco come la realtà virtuale prepara i farmacisti ad affrontare le sfide reali
Dalla “clean room” alla ricerca clinica, fino a capitolati di gara e interazione con il paziente, Zanon (SIFO): «La figura del farmacista è poliedrica e, per questo, anche la sua formazione, compresa quella post laurea, deve essere altrettanto variegata. L’utilizzo della simulazione ha segnato un punto di svolta importante nei processi formativi»
UNID, Luperini nuovo presidente. Dai Quaderni dell’Igienista dentale al Progetto Grazia, le iniziative in corso
Maurizio Luperini sostituisce Domenico Tomassi, alla guida per tre anni. «Vogliamo dedicarci alla formazione, avremo una sessione ad hoc dedicata a ricerca e sviluppo»
«TSRM è tecnologia, assistenza e umanizzazione delle cure». Parla la presidente FASTeR Patrizia Cornacchione
La FASTeR, Federazione delle Associazioni Scientifiche dei Tecnici di Radiologia, riunisce sette associazioni scientifiche di Tecnici di Radiologia ed è impegnata nel promuovere qualsiasi tipo di formazione che possa finalizzare la crescita della professione. Il Presidente: «La nostra professione attualmente non ha ancora dei colleghi con ruoli accademici incardinati nelle università, stiamo lavorando su questo».
Il ruolo della professione ostetrica per la prevenzione: dall’autopalpazione del seno al pap test
Finale (FNOPO): «Nella pratica osserviamo il Piano Nazionale di prevenzione 2020-25, mettendo in atto tutte le direttive che le Regioni declinano localmente ed offriamo alle donne gli strumenti necessari affinché possano tutelare la propria salute attraverso azioni di prevenzione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni