OMCeO, Enti e Territori 1 Agosto 2017

Snami: « Atto indirizzo medicina generale base per trattare con Sisac»

«Quest’ultima parte ad integrazione e completamento del precedente atto, anche per le novità sui Lea, sulle cronicità e il piano vaccinale, può rappresentare la base per riaprire le trattative con la Sisac per il rinnovo dell’Acn» della medicina generale. E’ quanto afferma Angelo Testa, Presidente nazionale dello Sindacato nazionale autonomo medici italiani (Snami), dopo l’aggiornamento […]

«Quest’ultima parte ad integrazione e completamento del precedente atto, anche per le novità sui Lea, sulle cronicità e il piano vaccinale, può rappresentare la base per riaprire le trattative con la Sisac per il rinnovo dell’Acn» della medicina generale. E’ quanto afferma Angelo Testa, Presidente nazionale dello Sindacato nazionale autonomo medici italiani (Snami), dopo l’aggiornamento dell’atto di indirizzo per il rinnovo della medicina convenzionata. «Fondamentali – aggiunge – sono due aspetti che avevamo auspicato e richiesto con forza: quello economico, atteso da anni, anche se le risorse messe a disposizione risultano inadeguate, e quello di aver preso formalmente atto della carenza di medici nel prossimo futuro per i progressivi pensionamenti che deve portare all’aumento delle borse di formazione e a un ‘progetto straordinario per le giovani generazioni’ di inserimento nel mondo del lavoro».

«Ovviamente positivo su tutto – prosegue Testa – è che si torna a trattare per cercare di arginare le fughe in avanti di alcune Regioni che vorrebbero stravolgere la medicina territoriale. Alcune pressano perché si facciano accordi stralcio integrativi da subito senza una normativa di riferimento, altre come la Lombardia organizzano un sistema sanitario locale in cui entrano, per gestire la cronicità, ogni tipo di provider, escludendo di fatto la medicina generale». «Non ci piacciono in questo atto di indirizzo – conclude il leader dello Snami – le premialità per alcune componenti della nostra retribuzione. Non c’è un’avversione pregiudiziale a questo genere di percorsi ma abbiamo il fondato sospetto che potrebbero essere posti in essere degli obiettivi irraggiungibili e trattarsi di fatto di una decurtazione di parte dei nostri emolumenti».

Articoli correlati
Medicina Generale in Università, Stimamiglio (FIMMG): «MMG saranno relatori di tesi»
In Liguria il primo Dipartimento misto Università/Medicina del Territorio. Andrea Stimamiglio (FIMMG Liguria): «“Una casa comune” in cui si collabora ai fini di ricerche e sperimentazioni»
Formazione MMG, Autunnali (SNAMI): «Discriminazione economica rispetto a specializzandi pesa tantissimo»
Il Vicesegretario del Sindacato autonomo dei medici italiani spiega ai nostri microfoni quali sono le priorità su cui lavorare per diminuire le incertezze dei giovani medici, a partire dalla necessità di aumentare le borse di studio
Carenza Medici di famiglia, Angelo Testa: «Lavoriamo affinché ‘camici grigi’ possano completare formazione»
Il Sindacato Autonomo interviene sul tema sempre più attuale della carenza di Medici di Medicina Generale. «Da anni puntualmente denunciamo inascoltati – dice Angelo Testa, presidente nazionale dello Snami – la politica scellerata dei governi che nel tempo hanno sempre procrastinato una adeguata programmazione del fabbisogno di borse di studio per il corso di formazione […]
Medici di famiglia, è ancora polemica su norme per precari. Noemi Lopes (Fimmg): «Vigileremo, basta svilire formazione MMG»
La maggioranza ha ritirato l’emendamento Patuanelli che estendeva l'assegnazione degli incarichi convenzionali non solo ai medici di Medicina generale ma anche a quelli di emergenza-urgenza. Per il segretario della sezione formazione della Fimmg una soluzione per uscire dall’impasse potrebbe essere quella di separare il settore dell'emergenza dalla Medicina generale stabilizzando i precari del 118 direttamente nel loro settore
Senato, approvato il Dl Semplificazioni. Le principali misure che riguardano la sanità, dal personale SSN al payback
Il mancato superamento del tetto di spesa per le assunzioni nel SSN fa infuriare i sindacati. Tra le disposizioni approvate, anche misure per far fronte alla carenza di medici di medicina generale e la modifica del comma 687 della Legge di Bilancio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...