OMCeO, Enti e Territori 9 luglio 2018

Simpef, il sindacato medici pediatri di famiglia cresce al sud

Si è concluso nel weekend il Consiglio nazionale Simpef (Sindacato medici pediatri di famiglia), il secondo più importante sindacato italiano dei pediatri di libera scelta, che ha deciso di convocare nella prossima primavera un congresso elettivo anticipato per meglio rispecchiare i nuovi equilibri interni dell’organizzazione. «Simpef è nato nel 2010 in Lombardia e si è […]

Si è concluso nel weekend il Consiglio nazionale Simpef (Sindacato medici pediatri di famiglia), il secondo più importante sindacato italiano dei pediatri di libera scelta, che ha deciso di convocare nella prossima primavera un congresso elettivo anticipato per meglio rispecchiare i nuovi equilibri interni dell’organizzazione.

«Simpef è nato nel 2010 in Lombardia e si è via via allargato ai colleghi di tutta Italia – ha spiegato Massimiliano Dozzi, responsabile comunicazione del sindacato – tanto da contare oggi ben otto sezioni regionali e altre 2 in via di costituzione». Alle pre-esistenti Lombardia, Toscana, Lazio, Campania e Sicilia, si sono, infatti, oggi aggiunte Puglia, Calabria e Abruzzo, mentre, in attesa della costituzione ufficiale della propria sezione regionale, gli associati di Marche e Sardegna afferiscono alla sezione toscana. «Il nostro obiettivo è di rendere più integrata in ottica nazionale la struttura del sindacato, con il coinvolgimento nei quadri direttivi anche dei nuovi colleghi» ha proseguito.

«È stato un consiglio nazionale molto importante – ha sottolineato Rinaldo Missaglia, Segretario nazionale Simpef – cui hanno preso parte anche Segretari e Delegati delle altre sezioni regionali. Archiviata la ratifica dell’Accordo collettivo nazionale 2018, che ha portato sì la valorizzazione di quote remunerative arretrate e conferito piena potestà ai rappresentanti regionali Simpef, ma è oggettivamente caratterizzato da un limitato impatto, abbiamo deciso di concentrarci sul percorso del nuovo accordo da discutere nel corso dei mesi venturi. I temi sul tappeto sono numerosi: dalle criticità nella formazione di nuovi pediatri di famiglia, in numero adeguato all’equilibrio tra rinnovo generazionale e marcata denatalità nazionale, allo sviluppo e riconoscimento del ruolo sempre più importante della pediatria di famiglia, non solo nell’assistenza quotidiana, ma anche nella prevenzione, con l’impatto sul perseguimento di adeguati stili di vita o la vaccinoprofilassi, a garanzia della salute delle future generazioni di adulti. Un compito questo che riteniamo essere caratteristico del pediatra di famiglia per competenza professionale e per il ruolo nel rapporto diretto con i genitori, in un periodo critico della vita, dalla culla alla soglia della maggiore età» ha concluso.

Articoli correlati
Medicina generale, Michieli (SIMG): «Professionisti sempre più anziani, occorre ‘svecchiare’ e incrementare formazione»
«Anni fa non esistevano i farmaci biologici e non si sapeva che la gravidanza potesse coesistere con alcune terapie. Insomma i tempi sono cambiati ed è importante che anche i medici che si sono laureati 40 anni fa restino al passo», così Raffaella Michieli, Segretario nazionale della Società Italiana di Medicina Generale
Todd Pope (CEO di TransEnterix) tra i 50 influencer sanità di Time con il robot italiano Senhance
Todd Pope, amministratore delegato di TransEnterix Inc, società statunitense all’avanguardia nella produzione di dispositivi medici, quotata a Wall Street, entra a far parte della prestigiosa classifica TIME Magazine’s 50 Most Influential People in Healthcare2018, nella sezione Tecnologie. «TransEnterix – evidenzia una nota – sta contribuendo a trasformare il mondo della chirurgia mini-invasiva grazie a dispositivi innovativi che si pongono come […]
ECM, Ruozi (AGENAS): «Sistema positivo, FAD grande opportunità ma attenzione alla qualità dei corsi»
«Il sistema ECM si sta sempre di più avvicinando alle realtà professionali portando all’interno degli organismi di governo il punto di vista dell’esperienza quotidiana dei professionisti. Questo è fondamentale per la qualità della formazione» così il coordinatore dell’Osservatorio Nazionale Formazione Continua
Quattordicenne muore a Chiavenna, FNOMCeO: «No ad ambulanze senza medico»
«Siamo costretti a registrare un’altra vittima del sistema di depotenziamento e demedicalizzazione del sistema di emergenza territoriale. Lo abbiamo detto, lo ribadiamo: no ad ambulanze senza medici a bordo. No a una demedicalizzazione del 118, che, secondo gli studi presenti in letteratura, fa drasticamente diminuire le possibilità di sopravvivenza dei pazienti critici che attivano il […]
Formazione: apre a Milano il CeFAeS su iniziativa di AIPO
Apre i battenti a Milano una struttura innovativa e unica nel suo genere. Verrà infatti inaugurato il 24 ottobre prossimo, a Milano, il Centro di Formazione Avanzata e Simulazione (CeFAeS) destinato a mutare radicalmente lo scenario della formazione basato sulla simulazione in ambito medico. Il Centro infatti darà l’opportunità a chi opera nell’ambito di questa […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...
Formazione

Caos numero chiuso: tra annunci di abolizione e ondate di ricorsi

Governo vara stop ai test medicina, poi la retromarcia. Spiazzati Grillo (Salute) e Bussetti (MIUR): «Aumento accessi e borse di studio». Anelli (FNOMCeO): «Risolvere imbuto formativo». Ma l’esa...