Voci della Sanità 22 Settembre 2020

Rapporto Inail, Cisl medici Lazio: «Tavolo di confronto per evitare le criticità della passata primavera»

«Dall’ottavo rapporto INAIL,  pubblicato il 21 settembre 2020, risulta che al 31 agosto sono stati denunciati in Italia 52.209 contagi sul lavoro da Covid-19, di cui 303 con esito mortale. Così in un comunicato il dott. Luciano Cifaldi segretario generale della Cisl Medici Lazio. «Nel Lazio i casi denunciati sono stati 1601 come risulta dalle […]

«Dall’ottavo rapporto INAIL,  pubblicato il 21 settembre 2020, risulta che al 31 agosto sono stati denunciati in Italia 52.209 contagi sul lavoro da Covid-19, di cui 303 con esito mortale. Così in un comunicato il dott. Luciano Cifaldi segretario generale della Cisl Medici Lazio.

«Nel Lazio i casi denunciati sono stati 1601 come risulta dalle schede regionali di approfondimento: questo dato corrisponde al 3,1% dei casi nazionali. I decessi nel Lazio sono stati 15 corrispondenti al 5% della casistica nazionale».

«Tra gli operatori della salute – prosegue – l’86,2 % sono infermieri. Tra i medici il 50% è composto da medici di medicina generale, internisti, guardie mediche e oncologi. Tra i contagiati anche gli ausiliari ospedalieri e sanitari e gli operatori socio assistenziali. Tra le persone decedute ad essere più coinvolti il personale sanitario e gli impiegati amministrativi».

«Con nota 0007422 del 16 marzo 2020 – continua – la Direzione Generale della Programmazione Sanitaria del Ministero della Salute aveva trasmesso a numerosi indirizzi istituzionali le “Linee di indirizzo per la rimodulazione dell’attività programmata differibile in corso di emergenza COVID-19”. I ricoveri elettivi oncologici, unitamente ai ricoveri in regime di urgenza ed ai ricoveri elettivi non oncologici con classe di priorità A, rientravano, giustamente, tra le attività non procrastinabili, da soddisfare e non riprogrammabili».

«La Cisl Medici Lazio – conclude Cifaldi – a fronte di questi dati, chiede all’Assessore alla Sanità un tavolo di confronto per approfondire, unitamente alle altre organizzazioni sindacali, le modalità di intervento in caso di ripresa della pandemia in maniera da poter contribuire ad una efficace lotta al Covid non solo nella fase emergenziale.  Il nostro obiettivo – prosegue il comunicato della Cisl Medici Lazio – è quello di evitare che si possano ripresentare le criticità evidenziate nella passata primavera e che hanno avuto risvolti drammatici per i malati e per i lavoratori».

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Anticorpi monoclonali, Andreano (Toscana Life Sciences): «A marzo possibile distribuzione negli ospedali»
Gli anticorpi monoclonali potrebbero farci uscire dalla pandemia. Ma cosa sono e come funzionano? Lo abbiamo chiesto a Emanuele Andreano, ricercatore presso la Fondazione Toscana Life Sciences
di Peter D'Angelo
Tamponi rapidi Covid, CIDEC: «Il ‘Decreto Ristori’ priva i laboratori di analisi della propria funzione»
Elisa Interlandi, Presidente Cidec Federazione Sanità: «Nostra esclusione dal finanziamento aggiuntivo previsto dal Decreto danno per la salute dei cittadini e per il tracciamento dei contagi»
Von der Leyen annuncia le 8 misure della Commissione europea contro il Covid-19
Garantire informazioni chiare, test precisi e viaggi sicuri. Queste le regole su cui la Commissione europea punta per combattere il virus in seconda ondata pensando all'economia. Prorogata la sospensione dell'Iva sull'attrezzatura medica
Covid-19, Magrini (Aifa): «Primi dati sui vaccini all’inizio del prossimo anno»
Il direttore Generale dell’Agenzia italiana del Farmaco ha fatto il punto su farmaci e vaccini in corso di valutazione e sugli attuali standard terapeutici per il COVID-19
Covid-19, Rostan (IV): «Diagnosi oncologiche e biopsie dimezzate con lockdown. Garantire accesso a farmaci innovativi»
Nell'interrogazione al Ministro della Salute Speranza presentata da Michela Rostan (Iv) anche la richiesta di istituire un Fondo Unico per l’innovazione farmaceutica, superando il sistema duale previsto dalla normativa vigente
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 ottobre, sono 43.979.777 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.167.124 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 28 ottobre: Ad oggi in I...
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare
Salute

Covid-19, il virologo Palù: «Vi spiego perché non sempre gli asintomatici sono da considerare malati»

Il virologo veneto, già Presidente della Società Europea di Virologia, spiega dove si può intervenire per contenere i contagi: «Stop alla movida, contingentare gli ingressi nei supermercati e ridu...